Full Dark, No Stars

By

Publisher: Hodder & Stoughton

4.1
(1909)

Language: English | Number of Pages: 416 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian , Dutch , German , Spanish , Polish , French , Japanese , Chi traditional

Isbn-10: 1444712543 | Isbn-13: 9781444712544 | Publish date: 

Also available as: Audio CD , Paperback , eBook , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Horror , Mystery & Thrillers

Do you like Full Dark, No Stars ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
A new collection of four never-before-published stories from Stephen King.
Sorting by
  • 3

    mmm

    Non adoro i libri a racconti. Ho dato fiducia a questo libro solo perchè a scriverlo è Lui. Le prime due storie non mi sono piaciute anche se inizia a farmi davvero simpatia la predilezione che King h ...continue

    Non adoro i libri a racconti. Ho dato fiducia a questo libro solo perchè a scriverlo è Lui. Le prime due storie non mi sono piaciute anche se inizia a farmi davvero simpatia la predilezione che King ha per i topi. Le ultime due sono fantastiche. Il libro rimane un po' nel limbo. Sto ancora aspettando un libro che mi sbalordisca come IT, ma forse è chiedere troppo, pure a Lui.

    said on 

  • 3

    Buono, non eccezionale. Due dei quattro racconti sono ottimi, gli altri due appena passabili, troppo comodi e facili per King. Una bella lettura, comunque, ma mi aspettavo qualcosa in più.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    毫無疑問,史蒂芬金的故事都很棒,無懈可擊。問題是金爺太有才華,太會寫,老是寫得落落長,每篇小說都像是超級馬拉松,無窮無盡。

    金爺是很有耐力的作者,我卻不是很有耐力的讀者。

    1.金爺在小說裡刻畫『殺妻』的情節,血肉模糊。不知道他的妻子塔比作何感想,這本書還提獻給她呢!
    2.中學課本裡,這就叫做『擬人法』。
    3.承認吧!我們最大的快樂,不就是眼睛睛看著別人發生不幸,然後暗自慶幸自己有多麼幸福。
    4.有 ...continue

    毫無疑問,史蒂芬金的故事都很棒,無懈可擊。問題是金爺太有才華,太會寫,老是寫得落落長,每篇小說都像是超級馬拉松,無窮無盡。

    金爺是很有耐力的作者,我卻不是很有耐力的讀者。

    1.金爺在小說裡刻畫『殺妻』的情節,血肉模糊。不知道他的妻子塔比作何感想,這本書還提獻給她呢!
    2.中學課本裡,這就叫做『擬人法』。
    3.承認吧!我們最大的快樂,不就是眼睛睛看著別人發生不幸,然後暗自慶幸自己有多麼幸福。
    4.有人在人前一個樣,人後又是另一個樣。即使是最親密的人,我們都可能不知道他原本的樣子。

    said on 

  • 4

    Quattro racconti dove il comune donominatore è la donna sempre protagonista nel bene e nel male. Ogni racconto che leggevo pensavo..."questo è il migliore..." alla fine mi sono piaciuti tutti in egual ...continue

    Quattro racconti dove il comune donominatore è la donna sempre protagonista nel bene e nel male. Ogni racconto che leggevo pensavo..."questo è il migliore..." alla fine mi sono piaciuti tutti in egual misura.

    said on 

  • 4

    Quitando la primera historia: muy bien!!!

    Cuatro historias que te sumergen en el mundo de Steven King. La primera historia me aburría y abandoné su lectura, sin embargo al quedarme pocas páginas decidí terminarla y darle una oportunidad a las ...continue

    Cuatro historias que te sumergen en el mundo de Steven King. La primera historia me aburría y abandoné su lectura, sin embargo al quedarme pocas páginas decidí terminarla y darle una oportunidad a las otras tres, y cómo me alegro!!! Estas tres historias me han tenido pegada al libro.

    said on 

  • 4

    Quattro storie nere come suggerisce il titolo della raccolta. Quella che ho apprezzato di più è stata "Un bel matrimonio", conclusione del volume che racconta la storia di una donna dopo aver scoperto ...continue

    Quattro storie nere come suggerisce il titolo della raccolta. Quella che ho apprezzato di più è stata "Un bel matrimonio", conclusione del volume che racconta la storia di una donna dopo aver scoperto il terribile segreto di suo marito. Altri due racconti trattano storie con protagonisti terribili ed amorali: "1922" narra dell'omicidio di una donna da parte del marito e del figlio complice, ne "La giusta estensione" un uomo vende l'anima del suo miglior amico al diavolo, in cambio della propria guarigione. Trama di vendetta quella raccontata in "Maxicamionista" dove la follia e la giustizia incrociano le loro strade.
    In conclusione ho trovato un King in gran spolvero ed in grado di dimostrare la sua capacità nel tessere trame.

    said on 

  • 5

    Cinque stelline

    Notte buia, niente stelle di S. King è un capolavoro noir che consiglio con entusiasmo.
    Nero nerissimo, perchè i racconti non hanno niente di inverosimile o di sovrannaturale: anzi, l'efficacia di que ...continue

    Notte buia, niente stelle di S. King è un capolavoro noir che consiglio con entusiasmo.
    Nero nerissimo, perchè i racconti non hanno niente di inverosimile o di sovrannaturale: anzi, l'efficacia di questi quattro gioiellini nasce proprio dal contrasto tra la banalità della vita di tutti i giorni e l'orrore che vi serpeggia sotto.
    Non mi trovo d'accordo con la sinossi che si trova su internet, che descrive la raccolta come un grido di rivalsa delle donne contro violenze e soprusi: il terzo racconto, del resto, è tutto al maschile e i personaggi femminili sono poco più che comparse. Il vero fil-rouge lo individua l'autore stesso, nella postilla conclusiva: "In notte buia senza stelle ho fatto del mio meglio per rendere quel che la gente potrebbe fare e come potrebbe comportarsi in certe situazioni estreme. Le persone in questi racconti non sono prive di speranza, ma riconoscono che a volte persino le speranze più fervide [...] si rivelano vane. Anzi, succede spesso. Quello che ci dicono, secondo me, è che la nobiltà non sta principalmente nel successo, ma nel cercare di fare la cosa giusta, e che se non riusciamo a farla, o intenzionalmente ci sottraiamo al compito, la conseguenza sarà l'Inferno".

    said on 

  • 4

    "Credo che la maggior parte della gente sia fondamentalmente buona. Io so di esserlo. E' di te che non sono del tutto certo"

    Che Stephen King sia perfettamente a suo agio con il romanzo breve (o racconto lungo) non è certamente una novità. Molte delle sue opere migliori appartengono proprio a questa categoria, forse perché ...continue

    Che Stephen King sia perfettamente a suo agio con il romanzo breve (o racconto lungo) non è certamente una novità. Molte delle sue opere migliori appartengono proprio a questa categoria, forse perché si tratta della lunghezza giusta per sviluppare trame e personaggi senza incappare in quell'elefantiasi letteraria che a volte inficia le sue opere.
    "Full Dark No Stars" non fa eccezione e ci presenta quattro storie oscillanti tra il buon mestiere e il capolavoro, che ci mostrano "quel che la gente potrebbe fare e come potrebbe comportarsi in certe situazioni estreme".
    Si parte proprio col capolavoro, "1922", un racconto perfetto per ambientazione, intreccio ed evoluzione psicologica dei protagonisti.
    Si prosegue con "Maxicamionista", una godibile storia di rape & revenge che si perde un po' nel finale.
    "La giusta estensione", forse la più debole del quartetto, ha uno spunto interessante che però viene sviluppato senza troppi sussulti.
    Dulcis in fundo "Un bel matrimonio", giusto un gradino sotto a "1922".

    said on 

Sorting by
Sorting by