Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fuoco freddo

Di

Editore: Sperling & Kupfer (Pandora 604)

3.6
(118)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 447 | Formato: Altri

Isbn-10: 8820013673 | Isbn-13: 9788820013677 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: B. Amato

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Fuoco freddo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un misterioso istinto spinge Jim Ironheart, un distinto insegnante americano, a salvare persone che nemmeno conosce da imprevedibili situazioni di pericolo.
La giornalista Holly Thorne, in cerca di uno scoop che possa dare una svolta alla propria carriera professionale, assiste casualmente ad uno di questi prodigiosi salvataggi. La donna si trova così coinvolta nella avventurosa vita di Jim ma il pericolo è dietro l'angolo, infatti un potente e mortale nemico farà di tutto pur di ucciderli.
Ordina per
  • 3

    La trama è ottima e, in certi momenti, nuova e interessante. I due personaggi sono ben caratterizzati e ci si affezione. Purtroppo manca qualcosa, alla fine tutto si risolve, ma non mi convince. In alcune parti si rischia di addormentarsi, forse troppo introspezione per dire poco o nulla.

    ha scritto il 

  • 3

    Un romanzo dalla doppia faccia: se la prima parte scivola via ed affascina che è una bellezza, nella seconda, quella dove la storia dovrebbe entrare nel vivo, rallenta spaventosamente. Fortunatamente si riprende un po' nel finale ma nel complesso un Koontz un po' sottotono.

    ha scritto il 

  • 5

    Koontz resta sempre Koontz. Il ritmo è buono, la scrittura ti tiene incollato alle pagine e l'idea, forse non tra le più originali del vecchio Dean, resta comunque buona.
    Alla fine l'eroe triste e solitario riuscirà a trovare un po di pace?
    Il libro è molto bello e val la pena leggerl ...continua

    Koontz resta sempre Koontz. Il ritmo è buono, la scrittura ti tiene incollato alle pagine e l'idea, forse non tra le più originali del vecchio Dean, resta comunque buona.
    Alla fine l'eroe triste e solitario riuscirà a trovare un po di pace?
    Il libro è molto bello e val la pena leggerlo anche più
    di una volta, soprattutto se si è "koontziani" come me.

    ha scritto il 

  • 4

    Holly Thorne, giornalista sfiduciata di un piccolo giornale di Seattle incontra Jim Ironheart, ex insegnante vincitore di una lotteria, quando questi salva un ragazzino da un van impazzito che lo avrebbe travolto...
    Holly resta subito colpita da Jim, dai suoi occhi simili a fuoco freddo.
    ...continua

    Holly Thorne, giornalista sfiduciata di un piccolo giornale di Seattle incontra Jim Ironheart, ex insegnante vincitore di una lotteria, quando questi salva un ragazzino da un van impazzito che lo avrebbe travolto...
    Holly resta subito colpita da Jim, dai suoi occhi simili a fuoco freddo.
    Inizia così un libro diviso in 2 parti... nella prima si raccontano i salvataggi di Jim e l'inchiesta di Holly, alla ricerca di Jim. La seconda parte è molto più profonda, un segreto di racchiude nell'animo di Jim, un segreto nascosto da quando Jim era un bambino...
    Il ritmo è alto, il libro mi è piaciuto.

    ha scritto il 

  • 3

    Secondo me questo libro é di un livello inferiore rispetto alla media di Koontz, l'idea originale di fondo non é male però viene un pò sprecata dallo sviluppo della trama trasformandosi quasi in un romanzetto rosa dove l'amore vince su tutto, amore frutto per altro di un colpo di fulmine, insomma ...continua

    Secondo me questo libro é di un livello inferiore rispetto alla media di Koontz, l'idea originale di fondo non é male però viene un pò sprecata dallo sviluppo della trama trasformandosi quasi in un romanzetto rosa dove l'amore vince su tutto, amore frutto per altro di un colpo di fulmine, insomma mi ha deluso abbastanza.

    ha scritto il 

  • 5

    Mi ricordo ancora quando tantissimi anni fa mi era venuta voglia di leggere un libro dopo un lungo periodo di digiuno letterario.
    Scelsi questo libro attratto dalla copertina. L'autore non lo conoscevo.
    Oggi ho più di 50 libri di Koontz ed è senza dubbio il mio autore preferito.

    ha scritto il