Fuori luogo

Inventarsi italiani nel mondo

Voto medio di 22
| 12 contributi totali di cui 7 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Che il nostro paese produca cervelli che poi migrano all'estero è una verità fin troppo accertata. Ma non ci sono solo le storie professionali e creative della categoria "nemo propheta in patria". Federico Taddia e Claudia Ceroni hanno scelto un'altr ...Continua
Fede*
Ha scritto il 04/11/12
"Fuori luogo è un 'catalogo' dell'Italia che non ha mai smesso di arrangiarsi, di crederci e di trovare un'alternativa. E' uno slancio di speranza per chi ancora sa sognare, nonostante un paese che non offre possibilità, per chi ai sogni non sa e non...Continua
Anna S.
Ha scritto il 20/09/11
Lieve ma intenso, leggero ma mai superficiale, semplice ma tutt'altro che banale. Si viene condotti per mano, con la sapiente levità che caratterizza i due autori, attraverso le eccentricità soltanto apparenti delle vite degli altri, di chi ha saputo...Continua
Valentina
Ha scritto il 01/01/11

Emoziona leggere la storia di cari amici in un libro. E poi forse emerge una ferita....
12 anni dal mio anno di Erasmus. e il paese che mi ha ospitato resta ancora "casa mia".

Gonza Basta
Ha scritto il 06/08/10

storie interessanti e ben scritte

JeffryKK
Ha scritto il 04/08/10
Versione cartacea della bella trasmissione radiofonica di RadioDue "L'altrolato". Si raccontano le storie di chi, tra simbolismo e concretezza, ha deciso di inseguire i propri sogni a costo di rivoluzionare la propria vita. Il libro scorre via intere...Continua

Diana
Ha scritto il Sep 09, 2010, 12:15
Il mio curriculum di vita è fatto di scelte spesso istintive e irrazionali. Come la decisione di mollare tutto e partire all'arrembaggio per Londra: cosa che ho fatto dopo i trent'anni, quando forse non si ha più l'elasticità per cambiare abitudini e...Continua
Diana
Ha scritto il Sep 09, 2010, 12:12
Ad un certo punto mi sono reso conto che non ero più padrone del mio tempo, ero diventato schiavo del lavoro. Io qua ho scelto di vivere, non di lavorare.
Pag. 51
Diana
Ha scritto il Sep 09, 2010, 12:10
In Norvegia è normale che ogni tanto le persone decidano di cambiare vita, di fermarsi per dedicarsi ad altro o rimettersi a studiare.
Pag. 52
Diana
Ha scritto il Sep 09, 2010, 12:10
[ha deciso] di appendere la laurea al chiodo. Di mettere tra parentesi la propria passione per guardarsi intorno e guardarsi dentro, alla ricerca di nuovi stimoli e per non farsi schiacciare dall'ansia di prestazione professionale.
Pag. 46
Diana
Ha scritto il Sep 09, 2010, 12:09
Qui si viene assunti attraverso un colloquio, non per mezzo di concorsi. è difficile imbattersi in qualcuno che ricopra una carica senza averne i meriti o le capacità. Per i giovani che hanno buone idee, ci sono sbocchi e opportunità. Non c'è bisogno...Continua
Pag. 29

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi