Furore

Di

Editore: Bompiani

4.6
(4826)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 554 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Francese , Spagnolo , Tedesco , Svedese , Portoghese , Olandese , Norvegese , Turco , Ceco

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Carlo Coardi

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Scienze Sociali

Ti piace Furore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
.
Ordina per
  • 5

    L'epopea di una famiglia sullo sfondo di un America polverosa e contadina.
    Il primo vero romanzo sulla condizione dei profughi scritto con una poesia e una maestria uniche: lirismo e scorrevolezza fan ...continua

    L'epopea di una famiglia sullo sfondo di un America polverosa e contadina.
    Il primo vero romanzo sulla condizione dei profughi scritto con una poesia e una maestria uniche: lirismo e scorrevolezza fanno da metro stilistico per questo diamante letterario che non ha bisogno di presentazioni perché a sua volta ispiratore di
    numerose altre opere artistiche, che han trovato nella figura di Tom Joad il rappresentante di un'umanità genuina, imperfetta ma giusta.
    L'impianto narrativo è superbo: alle descrizioni magistrali della Natura selvaggia e incontenibile, della famiglia rurale schiacciata dalle trattrici, dei profughi disagiati, offesi ma dignitosi, delle penose condizioni di vita dei migranti e dei lavoratori a giornata, si alternano le vicende della famiglia Joad di cui diventiamo anche noi parenti, provando con loro tutto lo sgomento, l'aspettativa sognante, la lenta consapevolezza della perdita di tutto ciò che si ha di più caro: la terra, la casa, gli affetti, persino le condizioni di vita più basilari, fino ad arrivare a ciò che di più sacro c'è per una famiglia: una nascita.
    Eppure da ogni sconfitta, questa gente eroica riesce a trarre una nuova ulteriore spinta per risalire la china, fino all'atto finale, il più commovente, che rappresenta la speranza nella disperazione più grande, il riscatto di una madre mai nata, che riesce a riportare la vita anche quando non si ha più speranza. In questo gesto conclusivo tutto si compie e il lettore raggiunge il climax come in nessun altra opera letteraria.

    Il libro che più di ogni altro, oggi, porto nel cuore.

    ha scritto il 

  • 4

    Sono tanti i motivi per cui questo libro andrebbe letto, ad esempio spiegarsi il titolo di un album di Springsteen (The Ghost of Tom Joad). Personalmente l'ho iniziato dopo aver sentito che Baricco ne ...continua

    Sono tanti i motivi per cui questo libro andrebbe letto, ad esempio spiegarsi il titolo di un album di Springsteen (The Ghost of Tom Joad). Personalmente l'ho iniziato dopo aver sentito che Baricco ne ha fatto una lettura pubblica in occasione del Salone del Libro di Torino. Certo, è un libro del 1939, parla di gente costretta a partire per non morire di fame, di pochi ricchi che si approfittano di tanti poveri, di intolleranza e razzismo, il tutto scaturito da un disastro ambientale causato dall'uomo (Dust Bowl). A pensarci, veramente una lettura inattuale, se proprio però volete cimentarvi consiglio l'opera nella nuova traduzione di S.C. Perroni.

    ha scritto il 

  • 5

    Leggi, rileggi, trileggi.

    È bellissimo. Punto.
    (Poi, magari, non fate come me che ho scelto di rileggerlo dopo 40 anni mentre viaggiavo per la Costa Azzurra. Che un pizzico di furore potrebbe cogliervi, alla vista di un cappel ...continua

    È bellissimo. Punto.
    (Poi, magari, non fate come me che ho scelto di rileggerlo dopo 40 anni mentre viaggiavo per la Costa Azzurra. Che un pizzico di furore potrebbe cogliervi, alla vista di un cappello di paglia in una vetrina: 797 euro.)

    Ps: E poi, come faccio a leggere 40 libri per fine anno se me li prendo tutti così lunghi? Me lo dite, eh?

    Ps del Ps. (Avevo ancora un "poi"..): Che poi, mi chiedevo...ma quei 7 euri finali, come sono stati pensati?

    ha scritto il 

  • 5

    capolavoro di crescente intensità.
    personaggi indimenticabili
    non posso aggiungere niente a quanto è già stato scritto
    solo la mia emozione che cresceva ad ogni pagina insieme al dolore ed alla dignit ...continua

    capolavoro di crescente intensità.
    personaggi indimenticabili
    non posso aggiungere niente a quanto è già stato scritto
    solo la mia emozione che cresceva ad ogni pagina insieme al dolore ed alla dignità di una famiglia e di un popolo intero

    ha scritto il 

  • 4

    Ho letto molte recensioni che fanno il parallelo tra la storia della famiglia Joad e quelle dei migranti e faccio fatica e non condividere queste riflessioni.
    Il punto di partenza di questa storia è s ...continua

    Ho letto molte recensioni che fanno il parallelo tra la storia della famiglia Joad e quelle dei migranti e faccio fatica e non condividere queste riflessioni.
    Il punto di partenza di questa storia è semplice: una famiglia unita e abituata a lavorare duro si ritrova di punto in bianco obbligata a cercare nuove soluzioni. Non tutti sono perfetti, ma tutti sono umani e pieni di voglia di riscattarsi. Eppure qualcosa va storto, ogni volta. Ovunque arrivino sono accolti con diffidenza e sfruttati, lasciati allo stremo delle forze. Ma c'è chi non molla mai, cercando sempre strade nuove come la mamma, e chi nei suoi errori prova a capire cosa sia giusto e cosa sia sbagliato come Tom.
    Quando si legge di grande depressione americana sui libri di scuola manca la lucidità delle immagini, delle persone che hanno lasciato tutto per non soccombere alla fame.
    Una saga familiare magnifica e dolorosa.

    ha scritto il 

  • 5

    Questo libro racconta quello che successe e quel che con le dovute differenze sta succedendo anche adesso, anche a noi. Quando al potere viene permesso di trascurare l'umanità. Quando il profitto è l' ...continua

    Questo libro racconta quello che successe e quel che con le dovute differenze sta succedendo anche adesso, anche a noi. Quando al potere viene permesso di trascurare l'umanità. Quando il profitto è l'unico esclusivo movente. Quando ingiustizia e sopruso diventano la legge e diventano l'abitudine generalizzata. Con il respiro potente ed essenziale di un classico.

    ha scritto il 

  • 5

    Terzo libro che leggo di questo autore e non posso che dire CAPOLAVORO! Ho sempre avuto timore di leggere Furore un po’ per la mole di pagine e un po’ perché le saghe familiari mi hanno sempre dato l’ ...continua

    Terzo libro che leggo di questo autore e non posso che dire CAPOLAVORO! Ho sempre avuto timore di leggere Furore un po’ per la mole di pagine e un po’ perché le saghe familiari mi hanno sempre dato l’impressione di qualcosa di pesante, con una moltitudine di personaggi che mi avrebbero portato alla confusione. E invece mai idea fu più sbagliata! Questa saga familiare è qualcosa di meraviglioso, è una storia di speranza e di redenzione, una storia che sa di polvere, di un viaggio lungo una vita. Vita che viene ribaltata da eventi più forti di noi a cui quasi mai siamo preparati, la disperazione si sente in ogni pagina ma allo stesso tempo c’è lo sguardo al futuro di speranza. Ogni personaggio è l’opposto dell’altro, riflessione contro istinto, equilibrio contro senso di colpa, disperazione contro speranza. In questo romanzo c’è davvero tutto quello che una persona può cercare in un romanzo del genere. Quello che mi è piaciuto altrettanto è la ricchezza di informazioni che l’autore ci fornisce riguardo al paesaggio, se chiudi gli occhi tu sei lì, ti senti la polvere addosso, l’odore di terra e dei frutti, ti senti il caldo asfissiante. Un libro davvero completo sotto tutti i punti di vista!

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro indispensabile che mai come oggi dovrebbe essere una lettura obbligatoria per tutte le scuole, per tutti gli analfabeti funzionali che credono alle bufale sui migranti, per tutti quelli che d ...continua

    Un libro indispensabile che mai come oggi dovrebbe essere una lettura obbligatoria per tutte le scuole, per tutti gli analfabeti funzionali che credono alle bufale sui migranti, per tutti quelli che dicono "aiutiamoli a casa loro", per tutti i razzisti in genere. Sul valore letterario non c'è nulla da aggiungere: un libro così straordinario da essere sempre attuale.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro contestato e censurato, però che restituisce lettore ciò che hanno passato gli americani nei periodi più bui. Qui si capisce il perché della loro natura, Non ritengo che la cultura american ...continua

    Un libro contestato e censurato, però che restituisce lettore ciò che hanno passato gli americani nei periodi più bui. Qui si capisce il perché della loro natura, Non ritengo che la cultura americana sia la mia cultura o lo debba essere, ma tanto di rispetto onestamente non so se noi ne saremmo mai stati capaci, infatti noi siamo i sudditi di tutti.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per
Ordina per