Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Gödel, Escher, Bach

Un'eterna ghirlanda brillante

Di

Editore: Adelphi (Gli Adelphi, 12)

4.5
(1540)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 852 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi semplificata , Tedesco , Francese , Svedese , Olandese , Giapponese

Isbn-10: 8845907554 | Isbn-13: 9788845907555 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Giuseppe Longo , Barbara Veit , Bruno Garofalo , Settimo Termini , Giuseppe Trautteur ; Curatore: Giuseppe Trautteur

Disponibile anche come: Altri , Paperback

Genere: Computer & Technology , Philosophy , Science & Nature

Ti piace Gödel, Escher, Bach?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il libro che ha svelato a una immensa quantità di lettori, in tutto il mondo, gli incanti e le trappole di un'Eterna Ghirlanda Brillante i cui fili si chiamano intelligenza artificiale, macchina di Turing, teorema di Gödel. Una «fuga metaforica» nel variegato mondo che si dispiega tra la mente, il cervello e i computer.

«Ogni due o tre decenni un autore ignoto produce un libro di tale profondità, chiarezza, vastità, acume, bellezza e originalità che subito esso viene riconosciuto come un avvenimento di prima importanza: Gödel, Escher, Bach è un'opera di tal genere... La struttura di questo libro è satura di complicato contrappunto non meno di una composizione di Bach o dell'Ulisse di Joyce».
Martin Gardner, «Scientific American»

Ordina per
  • 2

    Impresa epica...

    ...leggerlo tutto.
    Sicuramente sono io ad essere poco intelligente ma ho trovato questo libro farraginoso e confuso.
    Si fatica a capire dove va a parare l'autore. In quanto libro divulgativo non presenta nessuna spiegazione formalmente stringente e, quando lo fa, lascia la sensazione ...continua

    ...leggerlo tutto.
    Sicuramente sono io ad essere poco intelligente ma ho trovato questo libro farraginoso e confuso.
    Si fatica a capire dove va a parare l'autore. In quanto libro divulgativo non presenta nessuna spiegazione formalmente stringente e, quando lo fa, lascia la sensazione di essere troppo stupidi per capire...la cosa assurda è che mi succedeva anche per cose che avevo già studiato in università!
    Il libro è comunque ricco di stimoli nonostante la noia mortale in cui sono immersi. Se zippassimo questo libro cosa ne resterebbe?

    ha scritto il 

  • 5

    Libro fenomenale, a tratti un po' ostico, che comunque va letto e riletto senza alcuna fretta per assaporarne tutte le (molteplici) sfumature e dettagli con cui quel genio di Hofstadter ha riempito le oltre 800 pagine di questo vero e proprio viaggio nel vero mondo ancora inesplorato: il cervello ...continua

    Libro fenomenale, a tratti un po' ostico, che comunque va letto e riletto senza alcuna fretta per assaporarne tutte le (molteplici) sfumature e dettagli con cui quel genio di Hofstadter ha riempito le oltre 800 pagine di questo vero e proprio viaggio nel vero mondo ancora inesplorato: il cervello umano.

    ha scritto il 

  • 4

    Il fascino dell'incompleto (e dell'autoreferenza)

    Un saggio poderoso (800 pagine!) che ci introduce ai temi fondamentali della matematica contemporanea (l'incompletezza, la autoreferenza, l'intelligenza artificiale) attraverso un parallelo vertiginoso ma affascinante tra Godel, Escher e Bach nel termini degli Strani Anelli, strutture ricorsive c ...continua

    Un saggio poderoso (800 pagine!) che ci introduce ai temi fondamentali della matematica contemporanea (l'incompletezza, la autoreferenza, l'intelligenza artificiale) attraverso un parallelo vertiginoso ma affascinante tra Godel, Escher e Bach nel termini degli Strani Anelli, strutture ricorsive che ci riportano al punto di partenza pur allontandosene. Hofstadter è una fucina di idee, di intuizioni che fanno perdere l'equilibrio: l'idea dei dialoghi in cui rappresenta gli stessi concetti che affronta nel testo è efficace a volte. In alcuni casi risulta però difficile da seguire: l'escursione verso la genetica è difficile da seguire (forse è troppo discettare di DNA e proteine in poche pagine), e anche i capitoli sull'artimetica tipografica sono tosti.
    E' interessante notare che ben pochi qui su Anobii hanno indicato quale sia la tesi fondamentale del libro e l'obiettivo di Hofstadter: la possibilità di principio di ottenere una IA (intelligenza artificiale) : a volte questo obiettivo diventa troppo evidente, portando il lettore sulla difensiva. Personalmente penso che le sue argomentazioni a sostegno della possibilità della IA siano poco convincenti e oggi sembrano un poco datate - pensiamo solo ai neuroni specchio recentemente scoperti che smontano lo schema dell'autore in cui i neuroni sono in fondo solo un sistema di passaggio di segnali. Una lettura comunque impegnativa, da affrontare con qualche elemento di matematica nel bagaglio e con la costanza di mantenere la lettura: specie nella prima parte dove i tasselli si aggiungono l'uno all'altro fino a illustrare il teorema di Godel in tutta la sua potenza.

    ha scritto il 

  • 5

    Capolavoro.

    Ho letto questo libro circa 10 anni fa e successivamente l'ho riletto altre due volte..
    Questo libro è come la Bibbia, ci si trova la risposta a tutto.
    La cosa bella però è che trasmette il suo sapere in modo molto informale..sembra quasi di essere in un pub a bere una birra con un am ...continua

    Ho letto questo libro circa 10 anni fa e successivamente l'ho riletto altre due volte..
    Questo libro è come la Bibbia, ci si trova la risposta a tutto.
    La cosa bella però è che trasmette il suo sapere in modo molto informale..sembra quasi di essere in un pub a bere una birra con un amico e parlando del + e del meno quello ti porta all'illuminazione!

    Ci sono dei concetti che una volta acquisiti dalla scienza ci mettono un po' ad arrivare al livello della "gente comune", x ex il concetto di relatività di Einstein, ora riassunto nell'opinione corrente "che tutto è relativo"...I concetti "nuovi"e rivoluzionari espressi qui, invece,sono ancora del tutto sconosciuti alle masse,quindi leggendo questo libro si diventa automaticamente all'avanguardia! ;)
    Uno x tutti " la matematica E' un'opinione!" e questa non è una teoria personale dell'autore: E' UN FATTO DIMOSTRATO SCIENTIFICAMENTE.Ci voleva sicuramente una mente superiore x arrivare a certi concetti( infatti questo Godel dava "ripetizioni" ad Einstein,non dico altro..)ma l'autore riesce a portare una materia del genere anche al livello di comprensione di uno che ha fatto solo il classico come me..
    Partendo da questo teorema poi si toccano gli argomenti + svariati,dal buddismo zen alla storia dei computer,si impara la bellezza e si impara la speranza perché qualsiasi sistema formale ,ostacolo,problema,nemico, ha un punto debole, un punto di rottura...perfino la matematica !( che è il sistema formale x eccellenza!)
    I disegni di Escher sono poesia pura e questa poesia implicitamente parla di concetti e regole profonde,come la musica di Bach per altro..E queste cose così diverse-e molte altre ancora- sono la trama,insieme al teorema, sulla quale viene costruito il libro,che ha anche il pregio di essere congegnato in maniera molto originale..con tanto di capitoli "ricreativi" x tirare un po' il fiato , xk in effetti questo è un libro ma anche..una palestra!...Quindi non siate pigri e...LEGGETELO!
    Senz'altro ne uscirete trasformati! ;)

    ha scritto il 

  • 5

    un libro sublime, da leggere ascoltando l'arte della fuga e l'offerta musicale di Bach; e a quel punto non capirai più se tu stai leggendo il libro o se il libro sta leggendo la tua mente.

    ha scritto il