Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

GB84

By David Peace

(78)

| Mass Market Paperback | 9788856501353

Like GB84 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Lo sfondo del romanzo sono i tetri bacini carboniferi dello Yorkshire, dove il 5 marzo 1984 l'annuncio della chiusura dei pozzi di Cortonwood scatenò unosciopero imponente. Erano a rischio ventimila posti di lavoro e la protesta si allargò a macchia Continue

Lo sfondo del romanzo sono i tetri bacini carboniferi dello Yorkshire, dove il 5 marzo 1984 l'annuncio della chiusura dei pozzi di Cortonwood scatenò unosciopero imponente. Erano a rischio ventimila posti di lavoro e la protesta si allargò a macchia d'olio. Margaret Thatcher rispose con la militarizzazione della polizia, durissimi provvedimenti repressivi e alcune macchinazioni politiche non troppo limpide. Dopo lunghi mesi di tensione sociale, lo sciopero che avrebbe dovuto mettere in ginocchio il governo si concluse con la chiusura delle miniere, la sconfitta di uno dei sindacati più forti del mondo e lo sfaldamento dei vincoli di solidarietà nel paese.

23 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Difficile

    Il libro si snoda su un parallelo tra due storie separate, anche fisicamente.
    Da una parte il romanzo vero e proprio, noir, inquietante, con pagine indovinatissime ma, ahimè, maledettamente confuso.
    Dall'altro (scritta su due colonne con carattere pi ...(continue)

    Il libro si snoda su un parallelo tra due storie separate, anche fisicamente.
    Da una parte il romanzo vero e proprio, noir, inquietante, con pagine indovinatissime ma, ahimè, maledettamente confuso.
    Dall'altro (scritta su due colonne con carattere più piccolo in più pagine che si intervallano al romanzo) la storia di due minatori (Martin e Pete) che raccontano in prima persona, settimana per settimana, l'anno di sciopero dei minatori e la vicenda umana loro e dei loro compagni.
    Quest'ultima storia è narrata come se fosse girata in un film in presa diretta e mi è piaciuta parecchio. fornisce il metro di quella che fu la vicenda che coinvolse intere comunità impegnate in una lotta durissima non solo per il loro posto di lavoro ma per la loro sopravvivenza. Ma trasmette ancora meglio la determinazione dell'apparato statale nel cancellare queste comunità che si espresse nella violenza brutale che mise in campo la polizia.
    Durezza e determinazione e abilità Tatcheriana che porteranno alla sconfitta del sindacato (NUM).
    Mi spiace non potere dire la stessa cosa del romanzo principale che, malgrado sia interessante e indovini alcune figure, non sia assolutamente facile da digerire. Confuso, ingarbugliato e ripetitivo.
    Peccato perché individua perfettamente, dal punto di vista storico, il punto cruciale del passaggio dal capitalismo di stato al neoliberismo e quindi dal periodo del welfare al periodo delle privatizzazioni selvagge.

    Is this helpful?

    dario said on Oct 21, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Questo libro è rimasto sul comodino per oltre tre anni prima che mi decidessi a leggerlo, chissà se è un caso...Scritto molto bene, recensito benissimo da addetti ai lavori e lettori (vedere le recensioni entusiastiche su ibs.it) io l'ho trovato piut ...(continue)

    Questo libro è rimasto sul comodino per oltre tre anni prima che mi decidessi a leggerlo, chissà se è un caso...Scritto molto bene, recensito benissimo da addetti ai lavori e lettori (vedere le recensioni entusiastiche su ibs.it) io l'ho trovato piuttosto difficile. A parte la frammentazione degli episodi descritti, l'intreccio a tratti indistricabile, il finale è decisamente criptico. Direi che la fatica che ho impiegato nel terminarlo è stata superiore al piacere avuto nel leggerlo. Ma i libri di Peace sono tutti così?

    Is this helpful?

    Mingo said on Jan 18, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro difficile da recensire. Argomento interessante e scottante: la contrapposizione fra la lady di ferro (Margaret Thatcher) e i diritti calpestati di migliaia di minatori. La democrazia che usa tutti i mezzi per soffocare uno sciopero.
    Però tropp ...(continue)

    Libro difficile da recensire. Argomento interessante e scottante: la contrapposizione fra la lady di ferro (Margaret Thatcher) e i diritti calpestati di migliaia di minatori. La democrazia che usa tutti i mezzi per soffocare uno sciopero.
    Però troppo frammentato. Non ci si capisce nulla. Chi è chi, chi fa cosa, chi odia chi. Forse una narrazione diversa avrebbe dato più mordente ad una storia che scritta in questo modo fa fare al lettore uno sforzo titanico per capire il filo del racconto. Peccato.

    Is this helpful?

    Harrystuart (io i libri non li abbandono) said on Jan 8, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    cronaca puntuale (in maniera esasperante) dello sciopero (minuto per minuto) dei minatori inglesi nel 1984, ma di difficile, ed a tratti impossibile, comprensione: caotico, confusionario, noioso, ecc ecc ecc

    Is this helpful?

    rob said on Sep 23, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    A tratti delirante, ma è un gran bel libro.

    Non ho capito solo un paio di cose verso la fine.

    In particolare non ho capito la scena finale con Terry Winters e chi era Dianne

    Is this helpful?

    uomo_duff said on Aug 6, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Inquietante e illuminante.....

    Premesso che Peace è sempre Peace e che il suo stile graffiante e delirante è unico e inimitabile, devo però ammettere che questa volta l'argomento dello scontro violentissimo del 1984 tra minatori in sciopero per la chiusura dei pozzi e il governo i ...(continue)

    Premesso che Peace è sempre Peace e che il suo stile graffiante e delirante è unico e inimitabile, devo però ammettere che questa volta l'argomento dello scontro violentissimo del 1984 tra minatori in sciopero per la chiusura dei pozzi e il governo inglese (siamo in clima Lady di Ferro) mi è risultato un pò ostico e a volte di difficile comprensione..... anche a causa del voluto modo di raccontare in stile romanzato (a volte ti sembra di leggere un thriller in stile Red Riding Quartet) e alternato la ricostruzione di fatti storici realmente accaduti.... questo mi ha fatto un pò perdere il senso della realtà portandomi a un notevole sforzo per distinguere tra fantasia e verità.
    Forza narrativa comunque unica e potere di penna impressionante con molti molti spunti per riflettere sulla politica e la lotta di classe.....

    Is this helpful?

    Slash (keep calm, Infinite Jest is finished) said on Jan 3, 2012 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (78)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Mass Market Paperback
  • ISBN-10: 885650135X
  • ISBN-13: 9788856501353
  • Publisher: Il Saggiatore
  • Publish date: 2009-01-01
  • Also available as: Softcover
  • In other languages: other languages English Books
Improve_data of this book

Groups with this in collection