Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Garden Spells

By

Publisher: Hodder & Stoughton General Division

3.9
(1157)

Language:English | Number of Pages: 336 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , Portuguese , Spanish , German

Isbn-10: 034093574X | Isbn-13: 9780340935743 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Mass Market Paperback , Others , eBook , Softcover and Stapled

Category: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Do you like Garden Spells ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Welcome to Bascom, North Carolina, where it seems that everyone has a story to tell about the Waverley women. The house that's been in the family for generations, the walled garden that mysteriously blooms year round, the rumours of dangerous loves and tragic passions. Every Waverley woman is somehow touched by magic. Claire has always clung to the Waverleys' roots, tending the enchanted soil in the family garden from which she makes her sought-after delicacies - famed and feared for their curious effects. She has everything she thinks she needs - until one day she waked to find a stranger has moved in next door and a vine of ivy has crept into her garden ...Claire's carefully tended life is about to run gloriously out of control.
Sorting by
  • 5

    Me ha recordado bastante a Práctimente magia, aunque quizás esa fuera la intención de la autora. Normalmente la chick lit no me aporta mucho, pero este libro se me hizo entretenido y ameno, refrescant ...continue

    Me ha recordado bastante a Práctimente magia, aunque quizás esa fuera la intención de la autora. Normalmente la chick lit no me aporta mucho, pero este libro se me hizo entretenido y ameno, refrescante, bastante distinto a lo que suele ser ese género.

    said on 

  • 5

    Il “Profumo del pane alla lavanda” è un connubio perfetto di amore, sensibilità e magia.
    Claire Waverley, la protagonista, è strana ma a Bascom, il piccolo paese della Carolina del nord dove vive, la ...continue

    Il “Profumo del pane alla lavanda” è un connubio perfetto di amore, sensibilità e magia.
    Claire Waverley, la protagonista, è strana ma a Bascom, il piccolo paese della Carolina del nord dove vive, la gente non la pensa così.
    Claire ha un talento unico. E’ in grado di cucinare piatti attraverso l'uso di piante commestibili e fiori che crescono nel giardino dietro casa sua. Casa che è di proprietà della famiglia da generazioni.
    Ma non è l’unica, tutte le donne Waverley hanno dei doni strani.
    Claire sa che i fiori e le piante evocano certe emozioni o comportamenti a quelli che li mangiano. Sua zia Evanelle dona alle persone degli oggetti di cui, presto o tardi, avranno bisogno. E la piccola Bay, figlia della sorella di Claire che torna a Bascom dopo dieci anni con un carico di segreti, sa quando e dove sono le cose o le persone che le appartengono.
    La trama ruota attorno ad un personaggio veramente singolare anche se non di carne e ossa! Parlo dell'albero di mele che si trova nel giardino di casa Waverley. Vi sembrerà assurdo ma è proprio con lui che inizia e finisce tutto.
    La caratteristica di quest'albero è quella di lanciare le mele alle persone ma non possono essere mangiate, a meno che non si voglia avere una visione dell'evento più importante della propria vita. Evento che potrebbe anche essere negativo, come una malattia o la morte.

    Ogni personaggio di questo romanzo è speciale e credetemi quando vi dico che anche scrivendone pagine intere non potrei trasmettervi la loro magia.
    E’ difficile spiegare le emozioni che suscita. Diciamo che è un po’ come mangiare quel dolcetto che non puoi toccare altrimenti ingrassi! Cominci a leggerlo lentamente, assaporando ogni pagina con gusto. E una volta finito, appagato e soddisfatto, rimani ore a pensare come sarebbe bello poterne mangiare un altro.

    said on 

  • 4

    Terminato in poco tempo sia per il numero di pagine, che per la storia. Un libro molto carino e coinvolgente, che parla di "magia" e dell'amore tra sorelle, ma anche della necessità di avere delle rad ...continue

    Terminato in poco tempo sia per il numero di pagine, che per la storia. Un libro molto carino e coinvolgente, che parla di "magia" e dell'amore tra sorelle, ma anche della necessità di avere delle radici e dei punti fermi nella vita i personaggi sono descritti bene e la lettura molto scorrevole. Una lettura leggera ma che porta a riflettere sugli argomenti trattati.

    said on 

  • 5

    Magico, una Joanne Harris più soft e romantica

    Se vi è piaciuto Chocolat non può non piacervi questo libro, che in qualche modo recupera l'elemento magico legato al cibo di Joanne Harris facendolo diventare protagonista. Il plot narrativo non è co ...continue

    Se vi è piaciuto Chocolat non può non piacervi questo libro, che in qualche modo recupera l'elemento magico legato al cibo di Joanne Harris facendolo diventare protagonista. Il plot narrativo non è complesso, si tratta alla fine di un romance, ma i personaggi sono ben caratterizzati e le dinamiche di Bascom (paesino del Sud Carolina) sono originali e ben strutturate. Un libro godibile, che lascia il sorriso.

    said on 

  • 5

    Un romanzo dolcissimo, che ho amato dalla prima all'ultima pagina, come pure le due sorelle protagoniste del romanzo,così diverse eppure accomunate da grandi doni. Scritto con una saovità che non ritr ...continue

    Un romanzo dolcissimo, che ho amato dalla prima all'ultima pagina, come pure le due sorelle protagoniste del romanzo,così diverse eppure accomunate da grandi doni. Scritto con una saovità che non ritrovavo da tanto, mi ha catturato il cuore.
    Perchè non è facile parlare dei sentimenti e dellìamore, senza scadere nel banale e nell'ovvio.

    said on 

  • 3

    Non è un brutto libro,lo stile che ha questa scrittrice nel raccontare le sue storie,sempre intrise di quel pizzico di magia e ricongiungimenti familiari e non,lo rendono comunque carino,ma il finale ...continue

    Non è un brutto libro,lo stile che ha questa scrittrice nel raccontare le sue storie,sempre intrise di quel pizzico di magia e ricongiungimenti familiari e non,lo rendono comunque carino,ma il finale è troppo sbrigativo.Ho trovato anche un po' poco approfondite le storie parallele a quella principale e mi è mancata una spiegazione,anche minima,della "magia" del melo.

    said on 

Sorting by