Gelo

Per i Bastardi di Pizzofalcone

Di

Editore: Einaudi (Stile Libero Big)

3.7
(661)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 360 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806230921 | Isbn-13: 9788806230920 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook , CD audio

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Gelo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
In un misero appartamento vengono trovati i cadaveri di un giovane ricercatore e di sua sorella. Le indagini, affidate a Lojacono e Di Nardo, si presentano subito molto difficili, perché sembra impossibile individuare un movente per il delitto. Ma il tempo stringe: opinione pubblica e autorità premono, e qualcuno, in alto, non aspetta che un fallimento per sciogliere la squadra investigativa più chiacchierata della città. Ancora una volta, insieme, i Bastardi dovranno dimostrare di essere più forti dei loro nemici, più forti anche del vento di tramontana che schiaffeggia le strade insinuando il gelo ovunque, anche nei cuori.
Ordina per
  • 3

    E la storia continua

    Bravo De Giovanni a continuare il file rouge della storia de "I bastardi di pizzofalcone". Ogni volume, in modo delicato e non pesante, riesce a creare un collegamento col precedente, tanto che posson ...continua

    Bravo De Giovanni a continuare il file rouge della storia de "I bastardi di pizzofalcone". Ogni volume, in modo delicato e non pesante, riesce a creare un collegamento col precedente, tanto che possono essere letti "a se" o di seguito. E i bastardi ti entrano dentro, vuoi sapere che succede poi, come continuano le vicende, se uno conquista la cameriera, l'altro fa pace con la figlia, se sboccia l'amore, se passa la rabbia e torna il sereno. Bello.

    ha scritto il 

  • 2

    più un fotoromanzo, che un giallo

    La costruzione è quella del giallo classico: c'è un delitto, subito un paio di false piste e poi, nelle ultime pagine, la soluzione. In mezzo ci sono le storie dei "bastardi", prevalentemente d'amore, ...continua

    La costruzione è quella del giallo classico: c'è un delitto, subito un paio di false piste e poi, nelle ultime pagine, la soluzione. In mezzo ci sono le storie dei "bastardi", prevalentemente d'amore, che procedono un passo alla volta, un libro alla volta.
    L'ho trovato lento e un po' troppo furbo. Peccato, perchè De Giovanni sa scrivere e sa emozionare, quando vuole.

    ha scritto il 

  • 1

    peccato

    Davvero il meno interessante rispetto ai precedenti della serie. Niente di nuovo, anche le riflessioni veloci che intervallano la storia invece di aggiungere sembrano o la doverosa ricapitolazione per ...continua

    Davvero il meno interessante rispetto ai precedenti della serie. Niente di nuovo, anche le riflessioni veloci che intervallano la storia invece di aggiungere sembrano o la doverosa ricapitolazione per chi non avesse letto i romanzi precedenti o una rimasticatura di quello che si sapeva già. Pure la città resta sullo sfondo come un fondale di cartapesta, niente che la faccia sembrare un po' più vera. Manca anche qualcosa per premiare il lettore fedele. Anche se si tratta di una lettura di svago per me è deludente.

    ha scritto il 

  • 3

    la storia è ben costruita ma, qualcosa va scemando da quella prima indagine del Commissario Lojacono e da quella successiva con i colleghi sgangherati di Pizzofalcone. Tra 3 e 4 stelline.

    ha scritto il 

  • 4

    Quarto libro con protagonista Lojacono e come per i precedenti bene si combinano le storie dei protagonisti e delle indagini, anche se queste ultime a volte sono un po' scontate.
    un saliscendi di colp ...continua

    Quarto libro con protagonista Lojacono e come per i precedenti bene si combinano le storie dei protagonisti e delle indagini, anche se queste ultime a volte sono un po' scontate.
    un saliscendi di colpi di scena, nella vita dei poliziotti del commissariato di Pizzofalcone.
    Bello il finale, con molti spunti di riflessione.
    Consigliatissimo

    ha scritto il 

  • 4

    I Bastardi crescono in umanità ...

    "A volte certi difetti, messi insieme ad altri difetti, diventano pregi. Meno per meno fa più".

    La scrittura, la narrazione di De Giovanni mi affascina. E' uno di quegli scrittori che è capace di tra ...continua

    "A volte certi difetti, messi insieme ad altri difetti, diventano pregi. Meno per meno fa più".

    La scrittura, la narrazione di De Giovanni mi affascina. E' uno di quegli scrittori che è capace di trascinarti dentro una storia "comune", della quale probabilmente intuisci subito lo sviluppo e come andrà a finire ... eppure non puoi fare a meno di restare incollato alle pagine per scoprire come verrà descritta quella fine che probabilmente già ti aspetti. In questo caso avevo capito quasi subito chi fosse "l'assassino", ma tant'è ... sono rimasto, come sempre, stregato dal racconto. De Giovanni è un poeta, i capitoli "in corsivo" sono autentiche perle: quelle pagine nelle quali rincorrendo una sola parola è capace di "ricapitolare" la vita e le emozioni di ciascuno dei personaggi. Io non riesco a fare confronti tra Ricciardi e I Bastardi: sono due facce della stessa medaglia, l'arte di uno scrittore che è capace di descrivere la vita come pochi. Spero che la fiction in arrivo non rovini queste perle ...

    ha scritto il 

  • 2

    -De Giovanni, buongiorno, sono La Televisione.
    -Ah… buongiorno… finalmente ho questo piacere!
    - Senta De Giovanni, stiamo pensando ad una serie televisiva di cui lei sia autore…
    - E io sono qua appost ...continua

    -De Giovanni, buongiorno, sono La Televisione.
    -Ah… buongiorno… finalmente ho questo piacere!
    - Senta De Giovanni, stiamo pensando ad una serie televisiva di cui lei sia autore…
    - E io sono qua apposta. Ho un commissario speciale, occhi di ghiaccio e….
    - No guardi, Ricciardi non va bene. Anni Trenta, fantasmi, Napoli…a noi costerebbe una fortuna. Può fare anche meno?
    - E come no, allora lascio il commissariato e metto….
    - Metta delle donne. E dei luoghi comuni su poliziotti severi ma giusti. Un pizzico di omosessualità, perché attira l’attenzione. Qualche tema d’attualità…
    - Ma, ma… Napoli la posso mettere?
    - Ma sì, sullo sfondo, indistinta, poi ci pensiamo noi in postproduzione. Allora siamo d’accordo?
    -Certo, signora Televisione, ho già tutto pronto.
    - Bene, De Giovanni. La richiamo io.
    tututututututu

    Aggiornamento del 2 gennaio: apprendo ora che si trametterà davvero una serie Rai sui BdP. Olè.

    ha scritto il 

Ordina per