Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

George e Sam

Di

Editore: Corbaccio

4.1
(94)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 304 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8879726161 | Isbn-13: 9788879726160 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Cecilia Veronese ; Prefazione: Nick Hornby

Disponibile anche come: Altri

Genere: Education & Teaching , Family, Sex & Relationships , Social Science

Ti piace George e Sam?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La storia di due bambini, la loro nascita, la loro infanzia, la graduale scoperta dell'autismo, il lungo cammino per avere una diagnosi formale e l'impatto della malattia sulla famiglia. George è stato un bambino precoce, ha camminato a nove mesi, parlato prestissimo con un vocabolario ricco, ma allo stesso tempo è stato un bambino difficile, che dormiva poco, pieno di energia nervosa. Sam da parte sua è stato un bambino placido e tranquillo. Due bambini molto diversi eppure entrambi diagnosticati come autistici all'età di quattro anni, in un'epoca nella quale non sembrava possibile che l'autismo ricorresse per due volte all'interno della stessa famiglia. Il racconto della vita di una famiglia di fronte all'autismo, di come è percepito e vissuto.
Ordina per
  • 4

    Fa passare in continuazione da un'irritazione all'altra: per il suo essere madre non convenzionale di figli non convenzionali; per il suo - involontario ma pressochè continuo - usare il figlio neuro-tipico come termine di paragone con gli altri due; per il suo apparente sprezzo per i dettagli più ...continua

    Fa passare in continuazione da un'irritazione all'altra: per il suo essere madre non convenzionale di figli non convenzionali; per il suo - involontario ma pressochè continuo - usare il figlio neuro-tipico come termine di paragone con gli altri due; per il suo apparente sprezzo per i dettagli più "fisici" della sindrome dei figli (ma sospetto ne abbia risparmiati moltissimi)... e per tantissime altre cose.
    E' un'irritazione assai salutare, perchè fornisce un'idea chiara delle gigantesche difficoltà che questa donna e moltissime altre hanno attraversato, attraversano ed attraverseranno; senza pietismi, falsi moralismi o pudori esagerati.

    ha scritto il 

  • 4

    Una testimonzianza sconcertante della vita di una madre che ha due figli autistici, un terzo nella norma, lavora come giornalista.
    Più leggevo più mi domandavo :<Ma come riesce a vivere una vita così complicata, senza alcuna speranza di miracolose guarigioni, senza un compagno accanto e ...continua

    Una testimonzianza sconcertante della vita di una madre che ha due figli autistici, un terzo nella norma, lavora come giornalista.
    Più leggevo più mi domandavo :<Ma come riesce a vivere una vita così complicata, senza alcuna speranza di miracolose guarigioni, senza un compagno accanto e a non spararsi un colpo??>.
    Io questi nervi d'acciaio non li ho e quindi ho davvero la massima ammirazione per chi riesce a gestire una situazione che appare ai limiti del sopportabile.
    Comunque l'altra impressione che ho ricavato dalla lettura del libro è che dell'autismo non si è che si sappia ancora moltissimo e che le varie terapie che sembrano servire a migliorare la situazione costano un pacco di soldi....almeno questo ho ricavato da alcuni siti italiani gestiti da genitori di ragazzi autistici.
    L'ennesimo poderoso aiuto per preservare i valori della famiglia.

    ha scritto il 

  • 5

    Dietro consiglio di Nick Hornby, io e la mia ragazza ci siamo innamorati di questo libro umanamente profondo e commovente. Charlotte Moore ci racconta la sua storia di madre sola con due figli autistici e riesce a lasciarci un messaggio, che è quello di una vita, seppur difficilissima, piena e de ...continua

    Dietro consiglio di Nick Hornby, io e la mia ragazza ci siamo innamorati di questo libro umanamente profondo e commovente. Charlotte Moore ci racconta la sua storia di madre sola con due figli autistici e riesce a lasciarci un messaggio, che è quello di una vita, seppur difficilissima, piena e degna di essere vissuta fino in fondo. Un libro di formazione umana.

    ha scritto il 

  • 3

    Più che una storia è un manuale

    Un libro che prende spunto da una storia vera e che non si può apprezzare fino a che non si è genitore. Un excursus curioso e prezioso che mi ha aiutato a capire cosa vuol dire avere coraggio, forza d'animo e senso pratico. Il tutto attraversato da una leggera vena ironica che sdrammatizza i toni ...continua

    Un libro che prende spunto da una storia vera e che non si può apprezzare fino a che non si è genitore. Un excursus curioso e prezioso che mi ha aiutato a capire cosa vuol dire avere coraggio, forza d'animo e senso pratico. Il tutto attraversato da una leggera vena ironica che sdrammatizza i toni del libro, nel giusto modo.

    ha scritto il 

  • 4

    Come dire...... autismo

    Due figli autistici. Niente di più, niente di meno.
    Per Charlotte i suoi figli sono quello che sono, non è stata una vaccinazione o un intolleranza a farli diventare autistiti, i suoi George e Samuel sono nati autistici e basta. Fine.
    Loro sono così, lei li accetta come sono.
    Un mo ...continua

    Due figli autistici. Niente di più, niente di meno.
    Per Charlotte i suoi figli sono quello che sono, non è stata una vaccinazione o un intolleranza a farli diventare autistiti, i suoi George e Samuel sono nati autistici e basta. Fine.
    Loro sono così, lei li accetta come sono.
    Un modo quasi "normale" di vedere l'autismo, senza drammi, con una forza incredibile e una grande ironia.

    ha scritto il 

  • 4

    Che donna forte, la Moore! O almeno, questo è quanto traspare da dietro le pagine del libro. Se già un figlio autistico è una sfida, averne due sconvolge del tutto la vita di un genitore, che non avrà mai niente a che vedere con la vita di genitori di bambini neuro-tipici (espressione molto più c ...continua

    Che donna forte, la Moore! O almeno, questo è quanto traspare da dietro le pagine del libro. Se già un figlio autistico è una sfida, averne due sconvolge del tutto la vita di un genitore, che non avrà mai niente a che vedere con la vita di genitori di bambini neuro-tipici (espressione molto più corretta ed esaustiva di "normali").
    George e Sam racconta proprio questo, a noi semplici curiosi o interessati, e nel contempo fornisce a chi si trova nella stessa situazione utili consigli e indicazioni su terapie, servizi e istituzioni.

    Ottima lettura, consigliata anche da Nick Hornby (nel suo libro Una vita da lettore e nell'introduzione a questo).

    ha scritto il 

  • 5

    La vita di una madre non è mai facile, anche nelle
    migliori condizioni, ma questa donna fa sembrare tutto molto naturale.
    Un esempio da seguire quando ci si lamenta dei
    nostri figli e delle rinunce che facciamo per loro.

    ha scritto il 

  • 4

    George e Sam, ovvero: il ritratto di una patologia complessa. Due bambini autistici, due fratelli con la stessa diagnosi ma dai comportamenti diversi. L'autrice, la mamma dei due bambini, traccia il loro percorso di crescita, dalla diagnosi alla cura, passando per i bizzarri comportamenti aliment ...continua

    George e Sam, ovvero: il ritratto di una patologia complessa. Due bambini autistici, due fratelli con la stessa diagnosi ma dai comportamenti diversi. L'autrice, la mamma dei due bambini, traccia il loro percorso di crescita, dalla diagnosi alla cura, passando per i bizzarri comportamenti alimentari e sociali, senza mai autocompiangersi, ma anzi aprendoci gli occhi su un mondo diverso col sorriso (sorprendentemente) sulle labbra.

    ha scritto il 

Ordina per