Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Geshwa Olers

e il Viaggio nel Masso Verde

Di

Editore: L'Età dell'Acquario

3.3
(65)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 318 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8871363000 | Isbn-13: 9788871363004 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Travel

Ti piace Geshwa Olers?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"La palude esalava vapori che si sollevavano come aliti acidi dall'acqua, mentre il mago affondava un passo dopo l'altro nella terra fangosa. Le rovine lo circondavano da ogni parte, i loro contorni rotti tagliavano l'aria come tanti rasoi. Nel muoversi, non badava al nugolo di insetti che gli volteggiavano intorno, né al fetore che lo circondava: la sua attenzione era completamente assorbita dalla costruzione megalitica che si ergeva davanti a lui. Alta, nera e spaventosa, come un enorme albero bruciato, Tir Demàr - la Torre del Pianto - sorgeva al centro esatto della città antica."
Ordina per
  • 3

    Abbastanza interessante questo primo capitolo della saga di Geshwa Olers, anche se per quanto mi riguarda, avrebbe potuto essere scritto in uno stile migliore: la maggior parte dei dialoghi mi suonava parecchio artificiosa e a volte l'italiano non è scorrevolissimo.
    Nonostante questa diffic ...continua

    Abbastanza interessante questo primo capitolo della saga di Geshwa Olers, anche se per quanto mi riguarda, avrebbe potuto essere scritto in uno stile migliore: la maggior parte dei dialoghi mi suonava parecchio artificiosa e a volte l'italiano non è scorrevolissimo.
    Nonostante questa difficoltà, la storia mi ha incuriosito e quindi penso proprio che leggerò almeno il secondo (La faida dei Logontras) nella speranza che certi avvenimenti vengano spiegati meglio.

    In e-book.

    ha scritto il 

  • 3

    Per essere di un italiano, il libro è carino. Niente di eccezionale ma ben scritto e si legge velocemente.
    I passi che dovrebbero essere in versi lasciano parecchio a desiderare.
    Forse c'è un eccesso di accadimenti straordinari troppo vicini nel tempo per un solo personaggio, il prota ...continua

    Per essere di un italiano, il libro è carino. Niente di eccezionale ma ben scritto e si legge velocemente.
    I passi che dovrebbero essere in versi lasciano parecchio a desiderare.
    Forse c'è un eccesso di accadimenti straordinari troppo vicini nel tempo per un solo personaggio, il protagonista ovviamente: per esempio nel viaggio dalla casa natale alla casa della zia (3 giorni di viaggio ma le disavventure accadono tutte nel secondo, troppe!). Magari se fossero stati diluiti di più nel tempo sarebbe stato più interessante e credibile.
    Non credo neanche sia sempre necessario doversi inventare nomi assurdi (quando Aldo, Giovanni e Giacomo prendevano per i fondelli il genere Fantasy in certi casi non avevano torto!) o finto-alto-tedeschi!
    Comunque, ripeto, per essere scritto da un italiano è più che dignitoso e vale la pena leggerlo.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    Scaricato da:

    http://www.feedbooks.com/userbook/22293/il-viaggio-nel-masso-verde,

    Più che un fantasy mi è sembrato un romanzo di formazione, ma mi è piaciuto lo stesso per come racconta non solo le avventure, ma anche l'evoluzione del protagonista.

    ha scritto il 

  • 2

    3/10

    Voglio essere generosa, perché mi aspettavo di peggio. Intendiamoci: i cliché si sprecano, alcuni personaggi sono oggettivamente stupidi, certe cose succedono perché sì, la storia spesso si trascina, lo stile è brutto e ci sono dei bei momenti WTF. Ma l'autore ha cercato un minimo di orginalità p ...continua

    Voglio essere generosa, perché mi aspettavo di peggio. Intendiamoci: i cliché si sprecano, alcuni personaggi sono oggettivamente stupidi, certe cose succedono perché sì, la storia spesso si trascina, lo stile è brutto e ci sono dei bei momenti WTF. Ma l'autore ha cercato un minimo di orginalità preferendo alla mitologia nordica, ormai più che cliché nella fantasy vecchio stampo, la mitologia nostrana: un decimo in più per questo slancio di originalità. In generale l'impressione è quella di un autore pieno di buona volontà ma con ben poca esperienza/studio della scrittura alle spalle, che si ritrova a puntare tutto su trovate naif.

    ha scritto il 

  • 0

    Si tratta del mio primo romanzo autoprodotto, diverso dalla versione gratuita messa a disposizione adesso tramite Feedbooks. Tuttavia, chi volesse aggiungere qui l'ebook nell'ultima versione, può farlo. Purtroppo aNobii non permette più di inserire ebook senza codice isbn.

    ha scritto il 

  • 0

    E' un libro che mi ha suscitato un certo interesse,ma tuttavia non riesco a continuare a leggerlo.
    Il ritmo, fin dove sono arrivato io, è lento,i personaggi ( Geshwahe mi suscita antipatia o.o), non mi sembrano ben caratterizzati e la storia non è riuscita a catturarmi; devo ammettere che m ...continua

    E' un libro che mi ha suscitato un certo interesse,ma tuttavia non riesco a continuare a leggerlo.
    Il ritmo, fin dove sono arrivato io, è lento,i personaggi ( Geshwahe mi suscita antipatia o.o), non mi sembrano ben caratterizzati e la storia non è riuscita a catturarmi; devo ammettere che mi ha annoiato un po'...
    Leggerò comunque il secondo volume della saga, che a quanto pare è indipendente da questo, perché sono curioso e lo stile dell'autore promette dei miglioramenti.
    Quindi al secondo volume, Gesha :D

    ha scritto il