Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Suchen Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Gespräche mit Leuko.

By

Verleger: Fischer (Tb.), Frankfurt

4.3
(1033)

Language:Deutsch | Number of Seiten: | Format: Paperback | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) Italian , English , French , Spanish

Isbn-10: 3596105676 | Isbn-13: 9783596105670 | Publish date: 

Auch verfügbar als: Hardcover

Category: Fiction & Literature , History , Philosophy

Do you like Gespräche mit Leuko. ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 5

    "Le parole sono sangue"

    Tutti abbiamo un Libro che ci ha reso chi siamo. Il Mio Libro è Dialoghi con Leucò. Un Libro che mi ha battezzato, che mi ha contenuto, che mi ha schiaffeggiato e mi ha accarezzato. Un libro che mi ha ...weiter

    Tutti abbiamo un Libro che ci ha reso chi siamo. Il Mio Libro è Dialoghi con Leucò. Un Libro che mi ha battezzato, che mi ha contenuto, che mi ha schiaffeggiato e mi ha accarezzato. Un libro che mi ha distrutto e mi ha salvato, un libro che sa essere contemporaneamente "fiore e belva".
    Labile è il confine tra il mondo degli dei e quello degli uomini; da una parte uomini che non comprendono il sorriso degli dei, dall'altra dei sono invidiosi dei mortali che non conoscono il destino e vivono la vita come una meravigliosa scoperta.
    Un libro infinito e dalla profondità inesauribile, pieno di citazioni e rimandi che pochi conoscono.
    Il nome Leucò per esempio è il soprannome della ninfa marina Leucotea, ma è anche un riferimento a Bianca Garufi, la donna di cui Pavese era allora innamorato (leucos in greco vuol dire bianco).

    gesagt am 

  • 1

    Il famoso "male di vivere" non va solo descritto, ma anche accettato e affrontato con tenacia e allegria. Ottimo lo stile e riuscito l'omaggio alla tradizione greca, ma per un manzoniano come me resta ...weiter

    Il famoso "male di vivere" non va solo descritto, ma anche accettato e affrontato con tenacia e allegria. Ottimo lo stile e riuscito l'omaggio alla tradizione greca, ma per un manzoniano come me resta un tentativo letterario di un'inutilità sconcertante.

    gesagt am 

  • 1

    che palle quando gli scrittori mettono se stessi in quello che scrivono

    o meglio

    che palle che pavese abbia messo se stesso in questo libro

    perchè negli altri casi sarebbe vero l'opposto, qui no ...weiter

    che palle quando gli scrittori mettono se stessi in quello che scrivono

    o meglio

    che palle che pavese abbia messo se stesso in questo libro

    perchè negli altri casi sarebbe vero l'opposto, qui no

    gesagt am 

  • 4

    La vita è ricordare o vivere gli istanti, è memoria o immortalità; è un destino già scritto: che si conosca o no. Andargli contro è vivere lo stesso; andare contro destino è esso stesso destino. La vi ...weiter

    La vita è ricordare o vivere gli istanti, è memoria o immortalità; è un destino già scritto: che si conosca o no. Andargli contro è vivere lo stesso; andare contro destino è esso stesso destino. La vita è un'epica. Noi siamo gli Eroi: fragili e forti, vili e coraggiosi, apollinei e dionisiaci; gli Dèi crudeli: attori e spettatori.

    gesagt am 

  • 3

    Un libro difficile e ancora di piu' quando e' dai tempi del liceo che non affronti certe tematiche. Mi e' piaciuto, ma ogni frase, ogni parola era da analizzare approfonditamente, in un lavoro a cui n ...weiter

    Un libro difficile e ancora di piu' quando e' dai tempi del liceo che non affronti certe tematiche. Mi e' piaciuto, ma ogni frase, ogni parola era da analizzare approfonditamente, in un lavoro a cui non sono piu' abituata e che forse avrebbe richiesto il supporto di una lettura guidata. Lo ammetto, il piu' delle volte non mi sono soffermata piu' di tanto a farlo, mi sono limitata a raccogliere le suggestioni che mi offriva al momento senza andare a scavare piu' in profondita' ed e' questo che non mi ha permesso di apprezzarlo in pieno. Mi sono ripromessa di ritornarci in futuro, se mai avro' gli strumenti per apprezzarlo come merita.
    Voto: 7

    gesagt am 

  • 4

    molto difficile per me autodidatta e senza conoscenze scolastiche ...anche se sempre affascinato dalla mitologia ....commentare questo libro ....26 dialoghi in cui si discute dell uomo ...del destino ...weiter

    molto difficile per me autodidatta e senza conoscenze scolastiche ...anche se sempre affascinato dalla mitologia ....commentare questo libro ....26 dialoghi in cui si discute dell uomo ...del destino ...degli dei....la natura e la vita .....si respira l uomo ....il semidio ...il dio inventato ad immagine e somiglianza ....cosi annoiato da regalare morte tanto per ....CHE PER NASCERE OCCORRA MORIRE , LO SANNO ANCHE GLI UOMINI . NON LO SANNO GLI OLIMPI . SE LO SONO SCORDATO . LORO DURANO IN UN MONDO CHE PASSA . NON ESISTONO . SONO . OGNI LORO CAPRICCIO è UNA LEGGE FATALE . PER ESPRIMERE UN FIORE DISTRUGGONO UN UOMO . ( Tanatos parlando con Eros )...e allora ti viene voglia di far il tifo per quegli uomini che hanno scritto il loro destino su una pietra e non possono e non vogliono usare inchiostro e carta per modificarlo ....e allora aveva ragione Plotino ...NON SIA D' ALTRI CHI PUò ESSERE DI SE STESSO .

    gesagt am 

  • 3

    Dialoghi mitologici come pretesto per riflessioni umane a me poco chiare.
    Unico messaggio intercettato è: per essere immortali si deve vivere solo l'istante presente; niente passato, niente futuro. Be ...weiter

    Dialoghi mitologici come pretesto per riflessioni umane a me poco chiare.
    Unico messaggio intercettato è: per essere immortali si deve vivere solo l'istante presente; niente passato, niente futuro. Bene, proverò a mettere in pratica...

    gesagt am 

  • 5

    Questi mortali sono proprio divertenti.

    Ecco un libro che non vorrei restituire alla biblioteca. Da tenere in casa come la vaschetta di gelato o la tavoletta di cioccolato black, da utilizzare nei momenti di tristezza. Nel caso dei “dialogh ...weiter

    Ecco un libro che non vorrei restituire alla biblioteca. Da tenere in casa come la vaschetta di gelato o la tavoletta di cioccolato black, da utilizzare nei momenti di tristezza. Nel caso dei “dialoghi” risulterebbero insuperabili in certi momenti di nostalgia. E qui mi riferisco alla grecità, all’ellenismo, ai loro personaggi.
    C’è qualcosa che rasenta il misticismo in quest’ anomala opera di Pavese. Quasi a ricordarci “fatti non fummo a viver come bruti, ma per seguir virtude e canoscenza”. Amen.

    gesagt am 

Sorting by