Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Getting Things Done

The Art Of Stress-Free Productivity

(17)

| Audio CD | 9780743571654

Like Getting Things Done ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

1 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful


    Ci sono dei suggerimenti utili subito; altri che suonano come buoni consigli, ma che sai non riuscirai a seguire subito. Niente che sia più di un invito ben argomentato a seguire un metodo che già detterebbe il comune buon senso; ma seguire il buon ...(continue)


    Ci sono dei suggerimenti utili subito; altri che suonano come buoni consigli, ma che sai non riuscirai a seguire subito. Niente che sia più di un invito ben argomentato a seguire un metodo che già detterebbe il comune buon senso; ma seguire il buon senso è faticoso come fare carriera monastica, e chi è davvero sicuro che il proprio buon senso sia davvero buono? Così sentirselo ripetere, molte volte, da una voce autorevole rafforza l’animo come sfogliare il salterio nel chiostro.

    C’era un tempo in cui guardavo con sufficienza a questo tipo di libri: non più. Riflettono onestamente su complicate questioni, concrete, della condizione umana e dello sforzo sociale. A chi non vi si ritrova, qualcosa di umano deve essergli estraneo: avrà forse una punta di misantropia, di orgogliosa distanza, magari, come spesso capita, caramellata di utopismo. Quando poi l’esperienza di questa condizione è nuova, libri come questo consolano tranquillizzandoti che soffri di mali comuni.

    Per essere chiari, c’è niente più che:

    «If you aren’t writing anything down, it’s extremely difficult to stay focused on anything for more than a few minutes, especially if you’re by yourself.

    But when you utilize physical tools to keep your thinking anchored, you can stay engaged constructively for hours. Keep good writing tools around all the time so you never have any unconscious resistance to thinking due to not having anything to capture it with».

    Non scrivere ti lascia solo con *l’impressione* (illusoria) di avere un progetto sotto controllo. A parole, è impossibile raccogliere sufficiente concentrazione, e le difficoltà passano semplicemente inosservate.

    Oppure:

    «Too many meetings end with a vague feeling among the players that something ought to happen, and the hope that it’s not their personal job to make it so.

    The way I see it, what’s truly impolite is allowing people to walk away from discussions unclear. Real “togetherness” of a group is reflected by the responsibility that all take for defining the real things to do and the specific people assigned to do them, so everyone is freed of the angst of still-undecided actions.

    Again, if you’ve been there, you’ll know what I’m talking about. If you haven’t, test it out—take a small risk and ask “So what’s the next action on this?” at the end of each discussion point in your next staff meeting».

    Se il prossimo atto non c’è, di solito è perché l’organizzazione non ha le energie, le risorse, il tempo per compierlo: meglio riconoscerlo e mettere temporaneamente in pausa il progetto.

    Sono banalità che sembrano meno scontate quando alla quinta, lunga riunione della settimana sai che metà dei partecipanti non sta prendendo appunti, contando di dimenticare il più possibile di quello che si decide, per poter poi fare come preferisce senza dover consciamente, e pubblicamente, prendere posizione, e argomentare la propria scelta?

    Is this helpful?

    Enrico Poli said on Feb 5, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (17)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • English Books
  • Audio CD
  • ISBN-10: 0743571657
  • ISBN-13: 9780743571654
  • Publisher: Simon & Schuster Audio
  • Publish date: 2008-01-08
  • Dimensions: 193 mm x 838 mm x 1,096 mm
Improve_data of this book