Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Ginger man

By J.P. Donleavy

(128)

| Others | 9788854501546

Like Ginger man ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Ginger Man" è la storia di un mostro senza tempo, un diavolo in carne e ossa,un angelo perfido e carismatico. Sebastian Dangerfield è un bel giovanotto eun insaziabile disgraziato, il maschio che ogni donna non può che Continue

"Ginger Man" è la storia di un mostro senza tempo, un diavolo in carne e ossa,un angelo perfido e carismatico. Sebastian Dangerfield è un bel giovanotto eun insaziabile disgraziato, il maschio che ogni donna non può che odiare, conogni vizio e pochissime virtù: seduttore, erotomane, ladro, imbroglione,violento, bevitore, ingordo - il tipo che abbandona la moglie con la bambina,ruba i soldi dalla borsetta e va a farsi il giro dei pub, invidiato daqualunque altro uomo perché riesce a farla franca, e a salvare la faccia.Sebastian è americano, ha ventisette anni, è andato a vivere a Dublino altermine della guerra e studia giurisprudenza al Trinity College; è padre emarito, adora blaterare di decoro e di successo, di famiglia e buone maniere,ma passa il tempo a sognare i soldi facili, a inseguire belle gambe egonnelle, tra bevute, battute, accessi di rabbia, truffe e sconcezze, È uneroe comico e maledetto al tempo stesso, invaso dallo spirito irrefrenabile diuna libertà dissennata, maligna, tragica. Ed è un anti-eroe di quel mondo chesi andava formando dopo il conflitto, smanioso di dimenticare gli orrori, lafatica, il grande rumore della catastrofe, e insieme un simbolo dei nostritempi, in fuga costante dalla realtà e dalla responsabilità, eterno egoista,eterno bambino, sperduto e sgomento di fronte al peso e al doloreinsopportabile di una vita normale

15 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Sicuramente un libro trasgressivissimo nel 1950. Ora come ora non più, ma la lettura risulta comunque Piacevole e divertente. Lo stile è al 100% irlandese, con quella punta amara di auto-ironia che caratterizza e rende speciali gli scrittor ...(continue)

    Sicuramente un libro trasgressivissimo nel 1950. Ora come ora non più, ma la lettura risulta comunque Piacevole e divertente. Lo stile è al 100% irlandese, con quella punta amara di auto-ironia che caratterizza e rende speciali gli scrittori dell'isola.

    Is this helpful?

    Kemmy said on Sep 26, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    traduzione luciano bianciardi, introduzione piero sanavio

    Is this helpful?

    rabbit said on Mar 5, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ginger man

    Libro scelto a caso, una piacevole sorpresa

    Is this helpful?

    Yomo said on Jan 21, 2010 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    gli darei due per la trama e cinque per lo stile, un continuo saltare dalla terza alla prima persona dal discorso diretto a quello indiretto, ma fatto bene.

    perchè sono sfusamente stufo di libri angloamericani aventi per tema l'ossessione per i ...(continue)

    gli darei due per la trama e cinque per lo stile, un continuo saltare dalla terza alla prima persona dal discorso diretto a quello indiretto, ma fatto bene.

    perchè sono sfusamente stufo di libri angloamericani aventi per tema l'ossessione per il denaro.

    sarebbe un libro maledetto, ma noi siamo generazione talmente imporchita che non ci fa né caldo nè tiepido.

    "possenti zanne di dio", io imprecazioni così mai lette in vita mia!

    Is this helpful?

    Mauro Soprani capraio per corrispondenza said on Oct 30, 2009 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Si è trattato di un'esperienza molto strana. L'ho aperto e l'ho trovato datato, dopo 50 pagine noioso, alla centesima lo odiavo...dopodichè ci sono letteralmente 'caduta dentro' non riuscendo più a staccarmene fino a decidere, quando l'ho finito, ch ...(continue)

    Si è trattato di un'esperienza molto strana. L'ho aperto e l'ho trovato datato, dopo 50 pagine noioso, alla centesima lo odiavo...dopodichè ci sono letteralmente 'caduta dentro' non riuscendo più a staccarmene fino a decidere, quando l'ho finito, che probabilmente con il Castello di Kafka, Pastorale Americana di Roth, Espiazione di McEwan e La Strada di McCarthy è fra le mie più fortunate letture.
    Ho sempre creduto:
    a. Che qundo un libro è noioso rimane noioso fino all'ultima pagina
    b. che la modernità sia la qualità immancabile in ogni romanzo che viene definito 'grande' da lettori di decenni più giovani dell'autore.
    A quanto pare mi sbagliavo. Ginger Man è grandioso pur essendo del tutto inattuale e - forse ancora più importante - è grandioso anche a dispetto di molti capitoli cupi e pesanti.
    Donleavy è riuscito a creare un'opera liberatoria utilizzando ingredienti mostruosi...consigliato solo a chi riuscirà a non abbandonarlo prima della metà.
    (Per chi l'ha visto, effetto simil-Dogville di Von Trier)

    Is this helpful?

    Giuditta said on Feb 18, 2009 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book