Giochi sacri

Voto medio di 434
| 154 contributi totali di cui 144 recensioni , 10 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Sartaj Singh, ispettore di polizia a Mumbai, nota fino a poco tempo fa come Bombay, ha un lavoro ingrato. Vive infatti ed esercita la sua professione in una città che oltre alla sua assoluta e intensa bellezza gli sbatte in faccia ogni giorno un ... Continua
Ha scritto il 15/10/15
Quando arriva il suo momento... un bel respiro e una lunga tirata!
Mi domando perché non l'ho letto prima? Era tanto che decantava in libreria? ... non solo il volume, ma una sorta di pregiudizio sentendone parlare come una fiction, ho pensato fosse superficiale e mi sono dedicata ad altro. Poi arriva anche il ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 12/09/14
imponente, sontuoso, prolisso e appassionante, questo romanzo non è solo la storia di un poliziotto e di un gangster nell'india contemporanea, ma anche un affresco dal respiro epico dell'india di oggi, tra modernità e tradizione. oscillando ..." Continua...
  • 7 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 08/12/13
St. Ambrose - 08 dic 13
Se guardate il numero di pagine di questo che non può considerarsi un “agile volumetto”, e riflettete che durante la sua lettura ho passato due settimane in Islanda e due in Portogallo, non vi stupirete certo che, benché di veloce lettura nel ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 31/08/13
La trama è interessante (si narra la storia di un poliziotto e di un malavitoso,e il loro intrecciarsi). La scrittura è scorrevole e coinvolgente ma vengono usati troppi termini indiani (anche dove non aggiungono molto),per cui si è costretti a ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 15/02/13
1162 pagine, la mole del libro incombe dall'inizio alla fine!!!
Non è un libro, è molti libri, c'è uno spaccato della società indiana attraverso gli occhi di un poliziotto, un poliziotto corrotto! ma no! non saltate su dalla sedia. Nel tomo ci spiegano che in India tutti i poliziotti son corrotti ma con una ..." Continua...
  • 7 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi

Ha scritto il Jun 16, 2010, 21:19
L'ambizione si era diffusa come un virus ineluttabile nei giorni di Harshad Mehta, e nonostante i crolli della borsa e le bolle finanziarie che erano scoppiate in seguito, il contagio aveva preso saldamente piede.
Pag. 266
  • 1 commento
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi