Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Giorno di silenzio a Tangeri

By Tahar Ben Jelloun

(68)

| Others | 9788806116255

Like Giorno di silenzio a Tangeri ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

9 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    la banalità e la crudeltà di una fine, in un giorno in cui la città è percorsa dal vento come il protagonista da cattivi pensieri.

    Is this helpful?

    tinella said on May 19, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Primo incontro con Ben Jelloum. Questo libro me lo ha autografato e l'ho foderato con una copertina dorata perchè è prezioso. Mi pareva di sentire il vento, che spirava nel racconto, nelle mie ossa.Era come se certe cose che lui scriveva le avessimo ...(continue)

    Primo incontro con Ben Jelloum. Questo libro me lo ha autografato e l'ho foderato con una copertina dorata perchè è prezioso. Mi pareva di sentire il vento, che spirava nel racconto, nelle mie ossa.Era come se certe cose che lui scriveva le avessimo pensate insieme.Che presunzione!Ma i libri servono a mille cose.

    Is this helpful?

    Paolacoralie said on Nov 6, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Introspettivo

    Personaggio estremamente analizzato, in un lungo e ozioso pomeriggio di meditazione. La mancanza di azione rende il libro poco scorrevole, però.

    Is this helpful?

    Ajmarchi said on Sep 8, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro che fa meditare sulla vita, non solo sull'arrotarsi delle riflessioni di un anziano e sulla sua solitudine, ma proprio sul portare alle estreme conseguenze un modo di vita...anche di fronte all'inutilità finale.. davvero ben scritto, con una ...(continue)

    Un libro che fa meditare sulla vita, non solo sull'arrotarsi delle riflessioni di un anziano e sulla sua solitudine, ma proprio sul portare alle estreme conseguenze un modo di vita...anche di fronte all'inutilità finale.. davvero ben scritto, con una grande sensibilità, per nulla noioso, forse aiuterà a capire e a stare più vicino ai propri famigliari, e a pensare che potremmo tutti trovarci in questa situazione di anziani soli, senza amici e induriti dal nostro stesso modo di vivere.

    Is this helpful?

    Whisper said on Sep 28, 2009 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il testo fa riflettere sulla solitudine, sulla vecchiaia, sull’indifferenza (?) dei giovani verso gli anziani. Viene descritto la modifica della società marocchina con l’avanzare degli usi occidentali. L’ottica è solo quella del protagonista narran ...(continue)

    Il testo fa riflettere sulla solitudine, sulla vecchiaia, sull’indifferenza (?) dei giovani verso gli anziani. Viene descritto la modifica della società marocchina con l’avanzare degli usi occidentali. L’ottica è solo quella del protagonista narrante.
    Scritto nel 1989 penso che sia ancora attuale, nel descrivere l’abbandono delle vecchie tradizioni (famiglia patriarcale) della società verso le nuove abitudini.
    Mi è piaciuto per le riflessioni considerate come una confessione del protagonista prima della morte – mi ha portato a riflettere sull’importanza delle amicizie e sull’orgoglio che ci porta a prese di posizioni da cui non vogliamo più recedere

    Is this helpful?

    MARIA said on Jul 21, 2009 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Memoria, solitudine, attesa e sogni nello splendido ritratto di un padre di famiglia relegato a Tangeri

    Is this helpful?

    Hanna Schygulla said on Nov 4, 2008 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book