Giugno

Voto medio di 22
| 9 contributi totali di cui 6 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Nelle piatte campagne dell'Olanda del nord tutti ricordano quel 17 giugno del 1969, quando la regina Giuliana venne in visita ufficiale. L'intero paese in festa accolse la sovrana insofferente all'etichetta, che dopo un bicchiere di troppo si fermò a ...Continua
MoscO non abita...
Ha scritto il 23/09/16
Ironia?
è la seconda volta che leggo qualcuno che parla di ironia a proposito di un libro di Bakkar, in questo caso nella postfazione di Elisabetta Svaluto Moreolo. Io proprio non ne trovo, ironia. Trovo piuttosto tristezza e solitudine, ogni personaggio viv...Continua
Itaca
Ha scritto il 22/06/16
Il romanzo si apre con la visita della regina Giuliana in Noordkop, una regione dell’Olanda, il capitolo è narrato dal punto di vista della regina, l’ho molto apprezzato perché l’autore ha saputo rendere in poche pagine l’idea di questa regina che fu...Continua
Alegna
Ha scritto il 24/11/15
I ricordi della visita della regina Juliana nel 1969 in un paese di campagna nel nord dell’Olanda e la vita della famiglia contadina 40 anni dopo. Molto olandese (vov, piscina, la visita della regina con i bimbi che sventolano le bandierine e il forn...Continua
Anna S.
Ha scritto il 05/07/14
In un'atmosfera rarefatta e sospesa come quella di una calda giornata di giugno, si snoda con indolente lentezza il racconto di una tragedia mai sopita e di complicate relazioni familiari. E' nelle frasi mancate, nel non detto dei protagonisti che si...Continua
Iperborea
Ha scritto il 31/08/12
Giugno
Nelle piatte campagne dell’Olanda del nord tutti ricordano quel 17 giugno del 1969, quando la regina Giuliana venne in visita ufficiale. L’intero paese in festa accolse la vivace sovrana insofferente all’etichetta, che dopo un bicchiere di troppo si...Continua

Occhi di velluto
Ha scritto il Jul 27, 2012, 00:51
Il piccolo rettangolo nel tetto - non riesce più a muovere la testa - trascolora dal giallo al bianco, il freddo che dai piedi e dalla punta delle mani, è salito alla vita, sembra cercare una via d'uscita attraverso il naso, lentamente, sempre più le...Continua
Pag. 228
Occhi di velluto
Ha scritto il Jul 23, 2012, 19:34
Lo zio Jan intinge il pennello nel barattolo di vernice e si china sulla lapide. Il padre accende una sigaretta. Uno fuma, l'altro dipinge. Lei stava pulendo e torna al suo lavoro. Lavorare in silenzio, che bello, sente dentro di sè. Ha un significat...Continua
Pag. 111
Occhi di velluto
Ha scritto il Jul 23, 2012, 15:40
La notte era stata un susseguirsi di vento crescente, sconquasso sul tetto, vento calante. In giardino si era spezzato un grosso ramo del faggio rosso , i rametti spogli graffiavano contri una delle finestre della facciata.
Pag. 50

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi