Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Giulietta è 'na zoccola

Gli striscioni più esilaranti degli stadi italiani

Di

Editore: Kowalski

3.5
(148)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 157 | Formato: Altri

Isbn-10: 8874960131 | Isbn-13: 9788874960132 | Data di pubblicazione: 

Genere: Humor

Ti piace Giulietta è 'na zoccola?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
I cinquecento striscioni più divertenti di tutte le curve italiane, da SanSiro al Tupparello. Un breviario per chi non si perde una trasferta. Unbignamino per chi vuole ripassare la storia del campionato italiano negliultimi vent'anni, o per chi non sa niente di calcio (ammesso che esistaqualcuno che non sa niente di calcio). Un affresco di storia, politica,costume e malcostume, musica, cinema, tradizioni, scritto e cantato dal genioironico e dissacrante del "dodicesimo uomo in campo".
Ordina per
  • 3

    Il mondo del tifo non è solo violenza !!!

    Libro che raccoglie i più divertenti striscioni apparsi negli stadi e che rimanda al vero senso del tifo quello più puro, perchè oltre agli striscioni cattivi ( che sono pochi ma vengano piu esaltati ...continua

    Libro che raccoglie i più divertenti striscioni apparsi negli stadi e che rimanda al vero senso del tifo quello più puro, perchè oltre agli striscioni cattivi ( che sono pochi ma vengano piu esaltati dai media ) ci sono anche quelli buoni ( che sono tanti ma vengano snobbati dai media ).
    Libro che dovrebbe essere letto da quei politici che vogliano far abolire gli striscioni negli stadi, dimenticandosi che ogni persona libera ha il diritto di manifestare le proprie opinioni.
    Grazie Militello che fai vedere che nel mondo del tifo il buono c'è.
    E sempre grideremo... UN LIBERO STRISCIONE IL UNA LIBERA NAZIONE

    ha scritto il 

  • 3

    Ogni tanto bisogna sdrammatizzare nella vita, soprattutto in quegli aspetti “leggeri”, in quelli che dovrebbero essere considerati un puro divertimento come il gioco del calcio(invece si tende purtrop ...continua

    Ogni tanto bisogna sdrammatizzare nella vita, soprattutto in quegli aspetti “leggeri”, in quelli che dovrebbero essere considerati un puro divertimento come il gioco del calcio(invece si tende purtroppo a prenderlo troppo sul serio questo sport…) e questo libro aiuta a farlo, un libro scritto dall’inviato di “Striscia la Notizia” Cristiano Militello e che raccoglie in poche pagine tutti gli striscioni sarcastici, irriverenti, simpatici, ma anche caustici delle tifoserie di tutta Italia che rappresentano la vera essenza del gioco del calcio.
    Striscioni che mettono in risalto la goliardia del tifoso italiano, striscioni che prendono di mira il presidente di turno o il capitano di turno, quasi tutti all’insegna del puro divertimento(a volte devo dire che si raggiungono anche punte di vera cattiveria, lo devo dire…).
    Ovviamente non è un libro da annoverare negli annali della letteratura mondiale , ma che dopo la lettura difficile e sofferta di Saramago mi ha un po’ aiutato a ritrovare il sorriso.
    Ecco alcuni degli striscioni che ho trovato più divertenti:

    “Preziosi telefona a mia suocera”(Ascoli-Sampdoria 2005/06)
    Striscione doriano. Il 3 Ottobre 2005 l’allenatore Franco Scoglio muore in diretta televisiva a Genoa poco dopo un battibecco telefonico con il presidente genoano Preziosi.

    “Mancini riporta i capelli a Mal” (Siena-Inter 2006/07)
    Parallelo tricologico senese tra il tecnico dell’Inter e il cantante di Furia.

    “Biscardi processa il tuo parrucchiere” (Cesena-Juventus 2004)

    “Del Piero sposami che poi al tuo uccello ci penso io” (Juventus-Parma 2004/05)

    “Galliani c’hai la forfora” (Livorno-Milan 2004/05)

    “Lapo: c’è striscia per te” (Milan-Empoli 2005/06)

    “Galliani è zio Fester, il figlio il cugino It”(Inter-Milan 2004/05)

    “Facile essere gay col culo degli altri”(Cremonese –Pizzighettone)
    (Goliardico striscione cremonese riferito all’attaccante Matteo Gay del Pizzighettone.

    “Galliani levate er casco”(Lazio-Roma 1998/99)
    I romanisti rivolti al laziale Salas.

    “Romero prestaci il phon”(Genoa-Torino 2004/05)
    Striscione granata per l’ex scarruffatissimo presidente del Torino.

    “Noi i Toni li facciamo cor culo”(Livorno-Palermo 2004/05)
    (Un fenomeno livornese rivolge il suo saluto all’attaccante rosanero Toni.

    “Lapo stai calmo è solo neve”(Fiorentina-Juventus 2005/06)

    “L’ultima volta che avete vinto lo scudetto ero vergine: firmato Rocco Siffredi”(Milan-Inter 2006/07)

    “A Perugia solo baci, ad Arezzo si tromba anche”(Perugia-Arezzo 2004/05)

    “Vi faremo il culo a tortellini”(Inter-Bologna 2004/05)

    “Totti cor tu dito mi ci scaccolo”(Livorno-Roma 2006/07)

    ha scritto il