Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Giuro che non mi sposo

Di

3.2
(181)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 378 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Catalano , Portoghese

Isbn-10: 8817054712 | Isbn-13: 9788817054713 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace Giuro che non mi sposo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Un libro da "post-best seller"!

    Ho letto questo libro dopo diversi anni dalla lettura di "Mangia prega ama" e solo dopo aver letto molte recensioni (perlopiù negative) al riguardo.
    L'ho letto per svariati motivi: perchè ho amato pro ...continua

    Ho letto questo libro dopo diversi anni dalla lettura di "Mangia prega ama" e solo dopo aver letto molte recensioni (perlopiù negative) al riguardo.
    L'ho letto per svariati motivi: perchè ho amato profondamente "Mangia prega ama" e il percorso di crescita personale della scrittrice dopo quella avventura. Soprattutto,l'ho letto per curiosità dopo aver seguito una conferenza dove Elizabeth Gilbert parlava della difficoltà di rimanere creativi dopo aver ottenuto grandi successi.
    L'ho letto in lingua originale e, a parte il fatto che il titolo in inglese è decisamente più vicino alla realtà del suo contenuto, questa scelta ha influito - nel bene e nel male!- sul mio grado di coinvolgimento nella lettura.
    Non posso di certo dire che questo libro rimarrà impresso nella mia memoria tra i più bei libri letti, ma mi hanno fatto molto sorridere le recensioni negative di coloro che si sono detti delusi perché non era come "Mangia prega ama". A parte il fatto che ogni libro è una cosa a sè (il momento in cui lo leggiamo influisce moltissimo, tanto per cominciare), ma soprattutto il best seller a cui lo si paragonava è frutto di un'esperienza di vita unica ed irripetibile che ha dato vita ad un altrettanto unico ed irripetibile libro.

    Ciò premesso, "Committed" è un libro molto semplice e senza troppe pretese che ho letto con leggerezza. Senza dubbio, è fonte di molti spunti di riflessione sul matrimonio: mi hanno molto incuriosita alcune informazioni inserite dall'autrice, soprattutto con riferimento all'iniziale avversione da parte delle religioni nei confronti di un istituto da sempre considerato patrimonio di certa dottrina cristiana.
    Ho imparato nuove cose, certo al livello molto superficiale..ma questo libro può essere un buon inizio per chi vuole saperne di più sul matrimonio e non sa da dove cominciare, perché spinge ad un approfondimento su molti versanti.
    Ho apprezzato anche il finale che, sebbene prevedibilissimo, mi ha fornito ulteriori spunti di riflessione.

    Regalerei questo libro (cosa che peraltro ho già fatto) solo a lettrici che stanno per convolare a nozze e che, magari, hanno voglia di guardare questo evento da un'altra prospettiva, ma senza patemi d'animo e soprattutto senza prendersi troppo sul serio.

    ha scritto il 

  • 3

    Niente a che vedere con "Mangia, prega, ama". Può essere considerato, solo in maniera molto blanda, la continuazione della storia.
    Si tratta sostanzialmente di un saggio sul tema del matrimonio: come ...continua

    Niente a che vedere con "Mangia, prega, ama". Può essere considerato, solo in maniera molto blanda, la continuazione della storia.
    Si tratta sostanzialmente di un saggio sul tema del matrimonio: come si è modificato nel tempo, le differenze riscontrabili in alcuni paesi del mondo, quali implicazioni ha soprattutto per le donne, ecc.
    Lettura interessante.

    ha scritto il 

  • 2

    niente a che vedere con "mangia,prega, ama"

    ho iniziato questo libro credendo fosse una lettura leggera e spensierata, come lo era stato "mangia,prega , ama" della stessa autrice.
    Da un certo punto di vista è la continuazione di quest'ultimo po ...continua

    ho iniziato questo libro credendo fosse una lettura leggera e spensierata, come lo era stato "mangia,prega , ama" della stessa autrice.
    Da un certo punto di vista è la continuazione di quest'ultimo poichè i due protagonisti sono sempre quelli del primo libro.
    E' un libro monotematico, incentrato solo sul matrimonio, ma non visto da un punto di vista divertente, ma analizzato dal punto di vista di varie religioni, culture , filosofie.
    Come ho scritto in altre recensioni io non lascio mai un libro a metà, quindi mi sono costretta a finirlo ma l'ho trovato un po' troppo pesante e non era certo il libro che credevo.

    ha scritto il 

  • 3

    Sequel non memorabile...

    "Mangia, prega, ama" mi aveva esaltato tantissimo perciò mi sono poi fiondata a comprare il seguito... scritto bene, coerente, ma non mi ha rapito come il primo volume, molta meno atmosfera. Piacevole ...continua

    "Mangia, prega, ama" mi aveva esaltato tantissimo perciò mi sono poi fiondata a comprare il seguito... scritto bene, coerente, ma non mi ha rapito come il primo volume, molta meno atmosfera. Piacevole comunque da leggere.

    ha scritto il 

  • 1

    Meglio lasciar stare!

    Anche io mi sono fatta prendere dalla curiosità di sapere come era andata tra Liz e Phelipe, e dalla speranza che questo libro fosse per lo meno vagamente accattivante come il precedente, ma ho trovat ...continua

    Anche io mi sono fatta prendere dalla curiosità di sapere come era andata tra Liz e Phelipe, e dalla speranza che questo libro fosse per lo meno vagamente accattivante come il precedente, ma ho trovato un tentativo di saggio per ignoranti sul matrimonio!

    ha scritto il 

  • 0

    ...e invece...

    Il titolo e' fuorviante, ci si aspetta il classico romanzo rosa, la lettura ideale da " spiaggia" in realtà non è' proprio così. Elisabeth Gilbert ci racconta cosa e' successo fra lei e Felipe e per f ...continua

    Il titolo e' fuorviante, ci si aspetta il classico romanzo rosa, la lettura ideale da " spiaggia" in realtà non è' proprio così. Elisabeth Gilbert ci racconta cosa e' successo fra lei e Felipe e per farlo ci racconta l'evoluzione del matrimonio, dalle sue origini ad oggi. Devo dire che è stata una lettura interessante, sono contenta di averlo letto.

    ha scritto il 

  • 4

    Giuro che non mi sposo

    Non è il solito sequel di un romanzo di successo , certo si scopre effettivamente come prosegue la storia con Felipe, ma per arrivarci Elisabeth Gilbert ci regala quasi un trattato sull'istituzione de ...continua

    Non è il solito sequel di un romanzo di successo , certo si scopre effettivamente come prosegue la storia con Felipe, ma per arrivarci Elisabeth Gilbert ci regala quasi un trattato sull'istituzione del matrimonio...e per chi è interessato dall'argomento offre una serie di spunti di riflessione.

    ha scritto il 

  • 2

    Pensavo meglio..

    Ho comprato questo libro perché ero stata affascinata dal primo libro, Mangia prega ama, ma non mi è piaciuto molto. Liz si trova esiliata per pratiche burocratiche che riguardano il suo amato Felipe ...continua

    Ho comprato questo libro perché ero stata affascinata dal primo libro, Mangia prega ama, ma non mi è piaciuto molto. Liz si trova esiliata per pratiche burocratiche che riguardano il suo amato Felipe dagli Stati Uniti, per cui saranno costretti a viaggiare fino a quando gli USA non si pronunceranno sulla loro sorte. L'ho trovato prolisso sulle descrizioni dei vari matrimoni che ci sono nel mondo, anche se è utile per capire e conoscere le usanze degli altri popoli rispetto ad esso. Non so se lo consiglierei.

    ha scritto il 

  • 3

    Giuro che non mi sposo...

    Il titolo è un doppio pacco:
    1 - perché Liz si sposa (e la cosa è strombazzata fin dall'inizio, quindi non c'è spoileraggio da parte mia...)
    2 - perché tutto il libro è un tentativo (un po' patetico?) ...continua

    Il titolo è un doppio pacco:
    1 - perché Liz si sposa (e la cosa è strombazzata fin dall'inizio, quindi non c'è spoileraggio da parte mia...)
    2 - perché tutto il libro è un tentativo (un po' patetico?), mascherato da saggio storico-sociale, che sposarsi alla fin fine non è poi così male.
    La lettura scorre ed è piacevole, ma un po' vuota di contenuto.
    A questo punto, meglio leggersi il saggio di qualche studioso serio.

    ha scritto il 

Ordina per