Gli Amanti di vico San Severino

I delitti del barbiere

Voto medio di 29
| 6 contributi totali di cui 6 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Cuma, 37 a.C. La flotta romana comandata da Ezio viene distrutta dai Parti e affonda negli abissi del lago d'Averno portando con sé l'immenso tesoro di Cesare. Napoli, 1943. A prezzo della vita di moltissimi ebrei e di numerosi soldati tedeschi, un ...Continua
Ha scritto il 01/01/16
Accettabile
Un libro che si lascia leggere. Un filino provinciale da guida turistica ruspante. Finale troppo allungato
Ha scritto il 02/02/15
Una buona 'opera prima', scorrevole e intrigante ma.... un correttore di bozze, un editor, un chiunque che potesse impedire di pubblicare, a pag 203 GHestapo ( sì, giuro, Gestapo scritto con l'H!!) ?????
Ha scritto il 14/01/15
Una buona prova. Un po' arruffato e anima e core, ma lettura piacevole e divertente.
Ha scritto il 16/08/14
"E dopo la Sicilia di Camilleri e della Torregrossa, la Toscana di Malvaldi, la Napoli di De Giovanni.Questa è ancora Napoli, ma UN’ALTRA, ricca di altre sfaccettature. Scritta con un misto di italo-napoletano , gustosissimo, che avrei continuato ...Continua
Ha scritto il 29/07/14
Parlare è il nostro modo di comunicare più antico. Scrivere è il desiderio di lasciarlo nella memoria.
Il libro di Nicola Manzò è un invito a perdersi tra i vicoli di Napoli, ad esser guidati nella città partenopea da una serie di personaggi a metà tra realtà e finzione: http://bit.ly/1nWxfkc

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi