Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Gli anagrammi di Varsavia

By Richard Zimler

(90)

| Paperback | 9788856614909

Like Gli anagrammi di Varsavia ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Varsavia, 1940. Adam aveva nove anni ed era alto un metro e ventisei; misurare la sua statura era uno dei passatempi con cui lui e il prozio ingannavano la monotonia della vita nel ghetto. È nel filo spinato che separa quell’isola dimenticata nel cuo Continue

Varsavia, 1940. Adam aveva nove anni ed era alto un metro e ventisei; misurare la sua statura era uno dei passatempi con cui lui e il prozio ingannavano la monotonia della vita nel ghetto. È nel filo spinato che separa quell’isola dimenticata nel cuore della città dal mondo esterno che, all’alba di un giorno d’inverno, viene ritrovato il suo corpo senza vita: nudo, la gamba destra amputata sotto il ginocchio. Poi è la volta di Anna, quindici anni: anche lei è stata gettata nel filo spinato, ma a mancarle è la mano destra.
La lotta quotidiana per la sopravvivenza non lascia il tempo di soffermarsi sulle analogie che legano i due delitti: quando l’orrore è all’ordine del giorno, analizzarne i dettagli è una pratica che può condurre alla follia. Eppure, proprio nei particolari può celarsi la verità. E la sua ricerca diventa l’unica ragione d’essere per Erik Cohen, prozio di Adam nonché ex psichiatra nella precedente vita da uomo libero, ora tormentato dal senso di colpa. Quando Adam è scomparso, infatti, era sotto la sua tutela; è stato lui a dargli il permesso di uscire a giocare, facendogli promettere di non allontanarsi dalla strada, neanche se i marziani fossero atterrati sulla sinagoga e gli avessero chiesto di negoziare un trattato di pace.
Guidato da enigmatici indizi rinvenuti addosso ai cadaveri e da anagrammi che lo introducono in un mondo sotterraneo di contrabbandieri e collaborazionisti, l’uomo inizia un’indagine personale. Non avrà pace finché non avrà compiuto la sua vendetta. Non avrà giustizia finché non sarà certo che la memoria dell’accaduto sarà tramandata nel tempo.

14 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un libro accorato, che prende anima e corpo fin dall'inizio e che, partendo dal misterioso ritrovamento di corpi mutilati di bambini, trae spunto per la denuncia sociale delle atrocità del nazismo. Si legge con lucida commozione, con quel dolore che ...(continue)

    Un libro accorato, che prende anima e corpo fin dall'inizio e che, partendo dal misterioso ritrovamento di corpi mutilati di bambini, trae spunto per la denuncia sociale delle atrocità del nazismo. Si legge con lucida commozione, con quel dolore che solo lo sdegno per le ingiustizie - quello che "l'uomo può fare dell'uomo" (P.Levi)- può provocare e con un groppo in gola che ti prende e non ti abbandona mai fino alla fine. Bello, infinitamente triste, commovente senza per questo scadere nel banale.

    Is this helpful?

    Roxy said on Jun 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Eccellente ambientazione nel ghetto di Varsavia.
    Trama, lucidità e cuore. Bellissimo.

    Is this helpful?

    Harry Lime said on Nov 7, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Idea un po' bizzarra quella di ambientare un giallo e un un'inchiesta nel ghetto di Varsavia del 41, ma alla fine altamente premiante, anche per il rigoroso contesto storico

    Is this helpful?

    Marco Migliardi said on Aug 25, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Di una tristezza estenuante. Credo che certe storie si possono raccontare in modo diverso. anche il tipo di scrittura molto lento tende a far scendere il lettore in uno stato di crisi esistenziale per tutte le pagine del libro.

    Is this helpful?

    Mbuzi (arreso all'ebook) said on Jul 1, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ha un retrogusto storicamente amaro questo romanzo che si propone come un thriller. Sarà l’ambientazione nella Varsavia dell’occupazione nazista, sarà la cornice stessa della guerra con tutto il suo portato di orrore e dolore, sarà l’ennesima e mai b ...(continue)

    Ha un retrogusto storicamente amaro questo romanzo che si propone come un thriller. Sarà l’ambientazione nella Varsavia dell’occupazione nazista, sarà la cornice stessa della guerra con tutto il suo portato di orrore e dolore, sarà l’ennesima e mai bastante constatazione della vis maligna dell’antisemitismo.
    Il Sitra Ahra è l’espressione aramaica che designa l’Altra Parte, la sfera demoniaca, il regno del male. Ed è da lì che proviene l’assassino di bambini alla cui ricerca si dedica uno psichiatra ebreo internato nel ghetto. Una ricerca che assume contorni più ampi di quelli semplicemente polizieschi, poiché è legata alle ragioni, se mai ce ne fossero, di un odio profondo, esistenziale, sadico e assassino, volto a distruggere, se possibile, anche la memoria. Ecco perché questo romanzo non è solo un romanzo ma, piuttosto, una piccola testimonianza di ambienti, sentimenti, e persone, quelle che furono e quelle che avrebbero potuto essere se la violenza dell’odio non avesse sottratto loro la possibilità della vita. Così, in un mondo dove la morte violenta non fa notizia, l’assassinio di tre bambini diventa invece una vicenda che merita attenzione, che smaschera le perversioni e i silenzi complici e che soprattutto riporta in primo piano il valore della singola vita. Laddove un popolo fu annientato e la sua identità affidata ad un numero tatuato sul braccio, ci sono uomini che lottano fino alla fine per rendere giustizia al nome ed alla vita di un singolo bambino, animati dalla dolorosa consapevolezza che il male è sempre in agguato dentro di noi, e che solo un’attenta e santa custodia delle nostre anime potrà difenderci da esso.
    Se riuscirai a uscire di qui, Heniek, ricordati questo: attento agli uomini che non vedono un mistero quando si guardano allo specchio.

    Is this helpful?

    Ari said on Apr 25, 2013 | 2 feedbacks

Book Details

  • Rating:
    (90)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 406 Pages
  • ISBN-10: 8856614901
  • ISBN-13: 9788856614909
  • Publisher: Piemme (Linea rossa)
  • Publish date: 2012-01-01
  • Also available as: Others
Improve_data of this book

Groups with this in collection