Come accade che il tempo che abbiamo vissuto diviene la nostra vita? È questo il nodo affrontato da Gli anni, romanzo autobiografico e al contempo cronaca collettiva del nostro mondo dal dopoguerra a oggi, nodo sciolto in un canto indissolubile attra ...Continua
sablynsky
Ha scritto il 27/10/18
Interpreta come pensieri veri e propri quelli che le vengono quando è da sola, […] le questioni che riguardano se stessa, l’essere e l’avere, l’esistenza. È l’approfondimento di sensazioni fugaci, impossibili da comunicare agli altri, tutto ciò che,...Continua
Lamicianera🐱
Ha scritto il 02/10/18
"ABBIAMO SOLO LA NOSTRA STORIA ED ESSA NON CI APPARTIENE" ORTEGA Y GASSET PER FORTUNA I RICORDI SI!!!!!!
Quando la mia amica Anna viene a trovarmi invariabilmente dopo pranzo, mentre mio marito rofetta in poltrona dietro il giornale, noi accoccolate sul divano diamo la stura a: "Ti ricordi quel giorno?, o quella persona,? che fine avrà fatto Tizio?, Cai...Continua
Flaviette
Ha scritto il 16/06/18
Gli anni di tutti
Una scrittura scorrevole, piacevole, come se a raccontarla fosse stata la voce di una vecchia ma lucidissima e perspicace parente, magari in un caldo pomeriggio estivo all'ombra di un pergolato di un casolare di campagna, in Provenza. Mi è piaciuto i...Continua
lettore acrobata
Ha scritto il 04/04/18
L'albero della memoria
Un pomeriggio vennero a casa due sociologi per un’intervista ai miei genitori. Ricordo bene che rimasero quasi fino a ora di cena e, senza mai alzarsi, riempirono pagine su pagine (ricordo anche che uno dei due aveva buffi baffi biondi – non ancora h...Continua
amarantinas
Ha scritto il 06/03/18
Mah .....
Ho apprezzato l' approccio inconsueto dell' autrice di raccontare la propria storia e quella del suo paese attraverso immagini corali, alcune quasi delle istantanee fotografiche, inframezzate da periodiche incursioni nella vita della protagonista. D...Continua

Marina Abatista
Ha scritto il Jun 30, 2017, 08:18
Salvare il balletto delle automobiline nell'autoscontro di Bazoches-sur-Hoëne la camera d'albergo in rue Beauvoisine, a Rouen, non lontano dalla libreria Lepouzé in cui Cayatte aveva girato una scena di "Morire d'amore" il distributore di vino sfuso...Continua
Pag. 265
sikei
Ha scritto il Jan 30, 2017, 22:58
Le sembra che dietro di lei ci sia un libro che si scrive da solo, semplicemente vivendo, ma non c'è niente.
sikei
Ha scritto il Jan 30, 2017, 22:57
I film che vuole vedere, che ha visto di recente, tracciano in lei delle linee narrative in cui cerca la propria vita, a cui chiede di disegnarle un futuro.
gabrie
Ha scritto il Oct 09, 2016, 13:36
Si viveva nella sovrabbondanza, di ogni cosa, delle informazioni, degli "esperti". Opinioni si formavano su fatti appena accaduti, su come comportarsi, sul corpo, l'orgasmo, l'eutanasia. [...] "Dipendenza", "resilienza", "elaborazione del lutto", c'e...Continua
Pag. 243
gabrie
Ha scritto il Oct 09, 2016, 13:31
La memoria era diventata inesauribile, ma la profondità del tempo - quella che ci veniva trasmessa dall'odore e dall'ingiallimento della carta, dal fruscio delle pagine, dalla sottolineatura di un paragrafo a opera di una mano sconosciuta - era scomp...Continua
Pag. 245

Nood-Lesse
Ha scritto il Nov 22, 2016, 13:01
lannisteria
Ha scritto il Jun 08, 2015, 11:07
Recensione di Giorgio Vasta per «il Venerdì di Repubblica»
Recensione di Giorgio Vasta per «il Venerdì di Repubblica»
Fonte: profilo fb della casa editrice

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi