Gli anni al contrario

Voto medio di 415
| 80 contributi totali di cui 71 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Erano anni in cui due ragazzi innamorati giocavano a fare i grandi, senza mai diventare adulti. Erano gli anni Settanta. Anni al contrario.La storia di un uomo e una donna che si amano, ma sono incapaci di sopravvivere all'utopia di un mondo da salva ...Continua
Bibì
Ha scritto il 08/12/18
Ambientato tra il 1977 e il 1989 questo libro tratta un po' tutto: amore, politica, famiglia, genitorialità, droga, aids. Ma più di tutto parla di sogni, realtà e persone. Di come si cambia, volente o nolente, che lo si accetti o che si continui, pe...Continua
Ghismunda
Ha scritto il 17/11/18
Fatalismo anni Settanta
Dovrò dare un'altra occasione a Nadia Terranova, perché non ho capito se il carattere asciutto della storia, la reticenza quasi e la fretta con cui attraversa anni storicamente cruciali e momenti assolutamente decisivi per la vita dei protagonisti, s...Continua
Kafman
Ha scritto il 10/10/18

Asciutto come una cronaca, non un'emozione, non un approfondimento. Mi ha deluso.

Medea
Ha scritto il 31/12/17
SPOILER ALERT
Libri che fanno venire voglia di rivedere un film
Non esiste una versione cinematografica del breve romanzo “Gli anni al contrario”, e il film che vorrei rivedere - a differenza di questo libro - ha avuto su di me un forte impatto emotivo. Si tratta de “La meglio gioventù” di Marco Tullio Giordana....Continua
Ljuba
Ha scritto il 05/06/17

Bellissimo romanzo breve ambientato negli anni '70 in Sicilia, sullo sfondo delle lotte operaie si intreccia la storia drammatica di una giovane coppia


Alesya
Ha scritto il Apr 13, 2016, 12:22
Non abbiamo mai usato lo stesso dizionario. Parole uguali, significati diversi. Dicevamo famiglia: io pensavo a costruire e tu a circoscrivere; dicevamo politica: io ero entusiasta e tu diffidente. Io combattevo, tu ti rifugiavi. Se non ci fosse stat...Continua
Alesya
Ha scritto il Apr 13, 2016, 12:21
Dunque, ecco i miei occhi: quelli della picciridda che quando nacque spaventò suo nonno più di un mafioso e meno di un professore di matematica. Non sono seducenti come quelli di mio padre né lunari come quelli di mia madre; sono la mia valigia, la m...Continua
Alesya
Ha scritto il Apr 13, 2016, 12:18
Solo le lettere di Mara lo riscaldavano con la luce trasparente dell’infanzia, nelle parole di sua figlia la terra tornava mare. Fra non molto diventerà adolescente e allora l’accompagnerò nel mondo, si ripromise, scacciando il dubbio che il mondo l’...Continua
Alesya
Ha scritto il Apr 12, 2016, 13:12
Lei rispondeva sempre con la fretta di chiudere la conversazione: voleva sentirlo il meno possibile. Aurora camminava fra due vuoti e quello della morte era meno spaventoso dell’altro, a cui non sapeva dare un nome.
Alesya
Ha scritto il Apr 12, 2016, 13:11
– Potrai sempre insegnare alle medie, e poi al liceo, – suggerì Rosa, e Aurora non riuscì a spiegare a quella sorella sempre ottimista che una carriera di promozioni l’avrebbe fatta sentire ancora più sconfitta. Pensò che sarebbe stato meglio rinchiu...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi