Gli assalti alle panetterie

Di

Editore: Einaudi (Supercoralli)

3.1
(182)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 59 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Francese , Olandese , Spagnolo

Isbn-10: 880622977X | Isbn-13: 9788806229771 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Antonietta Pastore ; Illustratore o Matitista: Igort

Disponibile anche come: eBook

Genere: Fumetti & Graphic Novels , Narrativa & Letteratura

Ti piace Gli assalti alle panetterie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un gruppo di giovani male in arnese è cosi affamato da decidere di ricorrere agli estremi rimedi: rapinare una panetteria. Non per il denaro, ma per il pane. Quando arrivano però nel negozio scelto "per il colpo" hanno la prima di molte sorprese. Il panettiere non si opporrà in nessun modo all'esproprio, anzi sarà ben felice di dare loro il pane, a patto che facciano una cosa, una cosa molto semplice per lui: ascoltare un brano di Wagner... Prosegue la "serie di fuori serie" dei racconti di Murakami illustrati da artisti italiani e internazionali. Questa volta a dare forma e colore alle atmosfere del maestro giapponese è Igort, al secolo Igor Tuveri.
Ordina per
  • 2

    confesso che...

    non ho capito molto il senso di questo libro. Fame di cultura? nel primo racconto e nel secondo?? fame di occidente? del cibo spazzatura?? ho provato a indagare sull'autore, ma ciò non mi ha aiutato a ...continua

    non ho capito molto il senso di questo libro. Fame di cultura? nel primo racconto e nel secondo?? fame di occidente? del cibo spazzatura?? ho provato a indagare sull'autore, ma ciò non mi ha aiutato a decifrare questa sua opera.
    Chiederò lumi a chi me lo ha regalato.
    Le illustrazioni sono invece accattivanti, ma non sufficienti a mio avviso per dare la terza stella per arrivare a "buono"

    ha scritto il 

  • 1

    Mi devo arrendere, non mi piace il suo modo di scrivere, ho riprovato con questo libro sperando nelle illustrazioni. Non mi piacciono neanche quelle. Il tempo che butta via a descrivere il niente... t ...continua

    Mi devo arrendere, non mi piace il suo modo di scrivere, ho riprovato con questo libro sperando nelle illustrazioni. Non mi piacciono neanche quelle. Il tempo che butta via a descrivere il niente... troppo per me, rinuncio. La descrizione a pagina 8, taglierei via tutto, è totalmente inutile e snervante. E così molte altre.

    ha scritto il 

  • 2

    Riproposto l'esperimento de "La strana biblioteca": un racconto breve con belle immagini.
    Troppo poco per giustifiare la pubblicazione: somiglia molto al metadone per fan di Murakami, in attesa del pr ...continua

    Riproposto l'esperimento de "La strana biblioteca": un racconto breve con belle immagini.
    Troppo poco per giustifiare la pubblicazione: somiglia molto al metadone per fan di Murakami, in attesa del prossimo romanzo da 1.000 pagine.
    Per fortuna esistono le biblioteche vere!

    ha scritto il 

  • 4

    Trenta Big Mac … onirici

    - Sono 250 grammi, compreso il cellophane. Cha faccio, lascio?
    - Sì, sì, lasci, grazie.
    - Glielo incarto?
    - No, no, un Murakami non si incarta, mai.

    Bene. 59 pagine, di cui 25 disegnate (splendidament ...continua

    - Sono 250 grammi, compreso il cellophane. Cha faccio, lascio?
    - Sì, sì, lasci, grazie.
    - Glielo incarto?
    - No, no, un Murakami non si incarta, mai.

    Bene. 59 pagine, di cui 25 disegnate (splendidamente!) e 34 di testo (in verità qualcuna bianca …). Prezzo 15 euro. Ora, 250 grammi sono l’equivalente di cinque michette (*) (di panetterie stiamo parlando, no?), quindi tre euro a michetta. ... Estiqaatsi … però i disegni sono davvero belli. Me li sono immaginati appesi alle pareti in formato gigante di un barettino, arredi … black&white, luci soffuse, musica soft jazz … cool …
    - Ma ti è piaciuto?
    - Beh … onirico …
    - Che vuol dire, onirico?
    - Onirico, cioè l’intreccio, i disegni, bellissimi, ma forse l’ho già detto.
    - Di solito ‘onirico’ sta per ‘nonl’hocapitomafapiùfigodireonirico’.
    - Beh, no … insomma … i Big Mac, la barca, le trasparenze, il vulcano, Wagner, il plaid, insomma il Vuoto …
    - OK. Quello è il tuo cervello.
    - … però i disegni … magari lo rileggo … però sta tutto nel Vuoto …

    Insomma, volete guardarli 'sti disegni?? Poi, se non vi saranno piaciuti, vi regalo una michetta ...

    (*) trattasi di panino mitico milanese (di quando a milano c’era la nebbia …), diretta derivazione del Kaisersemmel di Maria Teresa.

    ha scritto il 

  • 3

    mai buttare via niente...

    se sei o vuoi essere scrittore che non si sa mai, il sole batte anche sotto il kiulo della rana, così un paio di raccontini anni '80 ritornano oggi accompagnati dalle pregevolissime tavole di Igort... ...continua

    se sei o vuoi essere scrittore che non si sa mai, il sole batte anche sotto il kiulo della rana, così un paio di raccontini anni '80 ritornano oggi accompagnati dalle pregevolissime tavole di Igort... il prezzo però: 15 euroooooo/60 paginette (einaudi abbuffona)!!!!
    la storia a differenza di quella ambientata nella biblioteca l'ho trovata molto più conclusa e in stile short novel, quindi ci sta il finale sospeso e onirico anche perché alla fine i due protagonisti di addormentano in auto!

    ha scritto il 

Ordina per