Gli elefanti hanno buona memoria

Di

Editore: Mondadori (Oscar gialli, 163)

3.7
(888)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 174 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Chi semplificata , Tedesco , Francese , Ceco , Portoghese

Isbn-10: 8804302763 | Isbn-13: 9788804302766 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Diana Fonticoli

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Gli elefanti hanno buona memoria?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Il caso è risolto e archiviato: duplice suicidio. Ma quando la giovane Celia Ravenscroft decide di sposarsi, l'inquietante interrogativo sulla sorte dei suoi genitori trovati morti su una scogliera nei pressi della loro villa in Cornovaglia e ritenuti, appunto, suicidi, torna d'attualità e l'inchiesta si riapre. La tesi del suicidio è ancora valida, oppure è stata la madre a uccidere il padre o viceversa? Ariadne Oliver, la celebre scrittrice di gialli, si sente in dovere di intervenire in quanto amica della defunta mamma della sposa... ma occorrerà anche questa volta la genialità di Hercule Poirot per risolvere l'intricato puzzle. Uno degli ultimi romanzi di Agatha Christie (1972), dall'intreccio appassionante e "raffinato", come sempre.
Ordina per
  • 4

    Semplice ma bello

    Anche in questo caso, come per Il Ritratto di Elsa Greer (capolavoro!) e La strage degli innocenti, Poirot deve indagare su un crimine avvenuto anni prima: un duplice suicidio in Cornovaglia. Ariadne ...continua

    Anche in questo caso, come per Il Ritratto di Elsa Greer (capolavoro!) e La strage degli innocenti, Poirot deve indagare su un crimine avvenuto anni prima: un duplice suicidio in Cornovaglia. Ariadne Oliver lo aiuterà a trovare la soluzione che, per la prima volta, avevo intuito anch'io!

    ha scritto il 

  • 2

    Bruttino. Opera stanca un po' prevedibile in cui il cicaleccio di vecchie signore rischia di sepellire la poca indagine. Leggibile come sempre ma la Christie ha scritto decisamente di meglio. ( ...continua

    Bruttino. Opera stanca un po' prevedibile in cui il cicaleccio di vecchie signore rischia di sepellire la poca indagine. Leggibile come sempre ma la Christie ha scritto decisamente di meglio. (

    ha scritto il 

  • 3

    Penultimo romanzo della regina del giallo, ultima avventura per Poirot (prima di Sipario, scritto però diversi anni prima, ma pubblicato successivamente alla sua morte). Non brilla per ingegno, uno de ...continua

    Penultimo romanzo della regina del giallo, ultima avventura per Poirot (prima di Sipario, scritto però diversi anni prima, ma pubblicato successivamente alla sua morte). Non brilla per ingegno, uno dei pochi romanzi di Agatha Christie piuttosto prevedibile nella soluzione finale.

    ha scritto il 

  • 3

    Lettura piacevole, ma non appassionante

    Questo libro mi è piaciuto, sì, ma sicuramente non è tra i migliori scritti da questa autrice. Il libro è breve, piacevole e scorrevole, lo si legge in uno/due pomeriggi e di certo non annoia. Purtrop ...continua

    Questo libro mi è piaciuto, sì, ma sicuramente non è tra i migliori scritti da questa autrice. Il libro è breve, piacevole e scorrevole, lo si legge in uno/due pomeriggi e di certo non annoia. Purtroppo però i colpi di scena non sono molti, la soluzione non mi ha lasciata di stucco come di solito mi capita leggendo i libri della Christie, e anche le motivazioni dei personaggi nella spiegazione finale non mi hanno convinto a pieno.
    Nel complesso, però, non è stata sicuramente una brutta lettura. Ideale per passare un pomeriggio immersi nel mondo del giallo creato da Agatha Christie, ma non di più.

    ha scritto il 

  • 3

    "Non si può impedire che la gente sia quella che è."

    Diciamo che è stato un viaggio in discesa: partito col botto, porta ad una conclusione non soddisfacente quanto mi sarebbe piaciuto. Sono un po' delusa, ma anche rinvigorita da un'abbondante e sana bo ...continua

    Diciamo che è stato un viaggio in discesa: partito col botto, porta ad una conclusione non soddisfacente quanto mi sarebbe piaciuto. Sono un po' delusa, ma anche rinvigorita da un'abbondante e sana boccata di Christie.

    ha scritto il