Gli equivoci dell'anima

Di

Editore: Feltrinelli

4.0
(78)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 363 | Formato: Altri

Isbn-10: 8807816423 | Isbn-13: 9788807816420 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Genere: Filosofia

Ti piace Gli equivoci dell'anima?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
La parola "anima", nell'attraversare i più svariati sistemi di pensiero,genera una serie di equivoci in cui si nascondono vertiginose variazioni disignificato. Percorrendole è possibile scorgere gli spostamenti di volumi disenso e le migrazioni linguistiche da cui dipendono le epoche storiche e gliscenari da esse dischiusi. L'analisi di Galimberti muove da Platone, che giocal'anima su un doppio registro, coniugandola da un lato con la costruzionedella ragione e il governo di sé, dall'altro con l'abisso della follia e ladissoluzione dell'individuo. Da allora in poi questi due registri non hannocessato di condizionare la costruzione dei saperi.
Ordina per
  • 5

    Giudizi e affetti di valore come Nietzshe invita

    Certamente c'è una scienza che si occupa dell'anima - certo c'è stata, questa è la prova, perché pare sia necessario aprire la porta all'essere dell'uomo. C'è una storia dell'anima nella tradizione om ...continua

    Certamente c'è una scienza che si occupa dell'anima - certo c'è stata, questa è la prova, perché pare sia necessario aprire la porta all'essere dell'uomo. C'è una storia dell'anima nella tradizione omerica, l'anima come ombra. Anima come immagine di vita nell'iniziazione orfica; la seduzione dell'anima; l'anima e il suo doppio, l'ambivalenza come il giorno che è notte e giorno insieme. L'identità dell'anima? Come la scienza affronta l'argomento da Cartesio in avanti e, per dirla con Eraclito è proprio dell'anima un logos che accresce se stesso. Così siamo passati dalla terra al cielo, dal mito di Gea e Urano da cui nacque tutto al sentiero proibito dove errano i mortali, gli amanti della verità, i sognatori del mondo. Custodisci tutto questo e fanne tesoro, ti servirà.

    ha scritto il 

  • 0

    immagino che sia un buon libro ma è scritto in una lingua che io non conosco. Lo passo alle mie figlie sicura che per loro sarà comprensibile e mi intristisco della mia ignoranza!!!

    ha scritto il