Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Gli impiegati

Di

Editore: Garzanti (I grandi libri Garzanti 726)

3.7
(35)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 249 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8811367263 | Isbn-13: 9788811367260 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Traduttore: Argia Micchettoni ; Curatore: Bruno Nacci ; Prefazione: Bruno Nacci

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Gli impiegati?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Gli intrighi, le meschinerie, le invidie, le dinamiche messe in atto nella lotta per l'avanzamento di carriera all'interno del mondo della burocrazia nella Parigi postnapoleonica. Un ...continua

    Gli intrighi, le meschinerie, le invidie, le dinamiche messe in atto nella lotta per l'avanzamento di carriera all'interno del mondo della burocrazia nella Parigi postnapoleonica. Un microcosmo di impiegati, funzionari e portaborse appartenenti ad una Divisione ministeriale dipinto da Balzac come esempio di un "potere gigantesco messo in moto da nani" azionante una macchina che "frena ogni progresso" e stritola lo Stato.

    Uomini mediocri che sanno "solo maneggiar scartoffie", un'impagabile galleria di ritratti di tipi umani appartenenti a tutta la scala gerarchica che va dai fattorini ai capi ufficio e capi divisione.

    Un affresco lucido e spietato di sconcertante attualità.

    Un Balzac in gran forma.

    ha scritto il 

  • 5

    Altro mattone della grande casa

    Più ci si addentra nella lettura della Comédie humaine più si rimane incantati dalla grandiosità del progetto balzacchiano, che è sicuramente il più ambizioso tentativo di descrivere ...continua

    Più ci si addentra nella lettura della Comédie humaine più si rimane incantati dalla grandiosità del progetto balzacchiano, che è sicuramente il più ambizioso tentativo di descrivere letterariamente una società ed un'epoca. In questo episodio i protagonisti, come dice il titolo, sono gli impiegati, dirigenti, funzionari e lavoratori della pubblica amministrazione francese dell'epoca. E' straordinario come Balzac riesca a imbastire una storia che è in grado di rivelarci tutte le bassezze, gli opportunismi, le stupidità, i piccoli e grandi tradimenti del microcosmo impiegatizio. Quasi una metà del libro è impiegata dal nostro per introdurre l'ambiente e i tipi umani che saranno protagonisti della storia: questo rende Gli impiegati un libro insolito, per lunghi tratti quasi un saggio descrittivo di caratteri e modi di pensare. La storia, poi, si dispiega in tutta la sua grande piccineria, e come al solito Balzac non fa sconti a nessuno: ancora una volta sarà l'interesse, l'ambizione per il potere ed il desiderio di denaro a decidere il destino dei protagonisti. Se lo sguardo di Balzac si posa questa volta sulla piccola borghesia, le motivazioni e i meccanismi che muovono i comportamenti e le relazioni personali e sociali non sono dissimili da quelli che in altri romanzi egli pone a carico dell'aristocrazia, della grande borghesia o delle classi subalterne, dell'insieme di quella società che egli ritiene ormai irrimediabilmente corrotta dall'avidità e dalla volgarità.

    ha scritto il 

  • 3

    Bisogna armarsi di infinita pazienza per seguire i fatti che accadono in mezzo ad un'enorme massa di descrizioni, bozzetti, digressioni, teorie... il fascino ed il limite di Balzac.

    ha scritto il 

  • 3

    Partita a scacchi

    Si libera il posto di capo divisione in un ministero, i candidati alla promozione sono due; le rispettive mogli si lanciano in una partita a distanza, senza esclusione di colpi, per ottenere il posto ...continua

    Si libera il posto di capo divisione in un ministero, i candidati alla promozione sono due; le rispettive mogli si lanciano in una partita a distanza, senza esclusione di colpi, per ottenere il posto al marito.
    Balzac torna sul suo tema preferito, la lotta per il potere, che questa volta si svolge parallelamente in due salotti e sul terreno impervio degli uffici dell'amministrazione pubblica.

    Sul mio blog:
    http://asakiyumemishi.splinder.com/post/16838689/

    ha scritto il