Gli incantevoli scarti

Cento romanzi di cento parole

Voto medio di 13
| 11 contributi totali di cui 6 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Fabio Rava
Ha scritto il 17/03/18
Cosa ricordiamo dei libri che abbiamo letto? Questo testo l'ho abbandonato dopo una sessantina di pagine perché mi sono reso conto che, di quel che era passato, non ricordavo una storia, un personaggio, una descrizione. Esercizio di stile di cui non...Continua
IdleIdol
Ha scritto il 31/07/16
Intuizioni, fugacità, personaggi dai nomi estrosi o desueti o epici. Raccontini variegati al surrealismo da decifrare o da accettare semplicemente per le suggestioni che danno: non è piaciuto a mia madre alla quale l'avevo regalato, lo ha letto disgu...Continua
Corrado Premuda
Ha scritto il 22/04/16

Bellissimo! Mini romanzi deliziosi, scritti con perizia.

Annalogora
Ha scritto il 16/07/15

alla lunga, dopo altri suoi libri, il tutto diventa davvero un po' troppo ripetitivo...

Ricpagli
Ha scritto il 22/01/15

Grande capacita' di scrittura, ma alla fine, dopo aver letto questi brevissimi racconti, ci si ritrova come dopo certi pranzi macrobiotici: con piu' fame di prima


Kobayashi
Ha scritto il Nov 09, 2014, 22:27
Violetta Sarà vissuto quel tanto che è necessario per morire? Si vestirà di bianco, lui che amava il nero? Da quando Jean-Michel non c'è più, Violetta Ribéry è diventata saggia. Tende imboscate pazienti al rapido avvenire. Guadagna tempo per perderl...Continua
Pag. 85
Kobayashi
Ha scritto il Nov 09, 2014, 22:27
Tuffi Nei tuffi Beata era la più brava, ma l'ultimo, il più facile, la tradì. Chissà se i morti sentono l'inutile perfezione del brusio che li accompagna alla tomba. Ognuno pregava il suo dio, perché di lei si ricordasse. Strano, perché Beata, in qu...Continua
Pag. 84
Kobayashi
Ha scritto il Nov 09, 2014, 22:25
Caterina Danzas Da ragazza si innamorò del vento. Quando cadeva, quale dei quattro non importa, si metteva in ascolto, come se il vento, per visitare la sua casa, dovesse farlo con il passo silenzioso di un amante. Quando si alzava, impetuoso come u...Continua
Pag. 47
Kobayashi
Ha scritto il Nov 09, 2014, 22:24
Ci vuole gusto “Mi scriverai?”. “Ti scriverò”, promise Stella. Fu di parola. La prima lettera sapeva di terra. Veniva dal giardino in cui piantava le patate dolci. La seconda sapeva di mare: l'Egeo in cui si tuffa tra una frase e l'altra. La terza s...Continua
Pag. 27
Kobayashi
Ha scritto il Nov 09, 2014, 22:24
Pioverà Da quando hanno litigato, per uno di quegli stupidi malintesi che poi non si ricordano più ma sul momento provocano guasti molto intelligenti, Astolfo è diventato un altro. Un vagabondo tragico sul Ponte dei Distacchi. Rientra nella casa vuo...Continua
Pag. 23

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi