Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Gli indifferenti

By Alberto Moravia

(109)

| Paperback

Like Gli indifferenti ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il primo capolavoro di Moravia, il grande romanzo sull'epoca fascista, sulla borghesia alla deriva, sul "male segreto" diuna società. Da questo romanzo fondamentale e tra i più letti del mondo, è nato tutto un modo di sentire: un "immaginario" esteti Continue

Il primo capolavoro di Moravia, il grande romanzo sull'epoca fascista, sulla borghesia alla deriva, sul "male segreto" diuna società. Da questo romanzo fondamentale e tra i più letti del mondo, è nato tutto un modo di sentire: un "immaginario" estetico e morale

393 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Gli indifferenti è il primo romanzo di Alberto Moravia, scritto a soli 22 anni e pubblicato nel 1929.

    I protagonisti del romanzo, gli indifferenti, sono i due fratelli Carla e Michele Ardengo, ultimi rampolli di una famiglia decaduta, a cui sono rim ...(continue)

    Gli indifferenti è il primo romanzo di Alberto Moravia, scritto a soli 22 anni e pubblicato nel 1929.

    I protagonisti del romanzo, gli indifferenti, sono i due fratelli Carla e Michele Ardengo, ultimi rampolli di una famiglia decaduta, a cui sono rimasti pochi soldi e resta solo la grande villa con parco. Incapaci di provare veri sentimenti, si lasciano andare e affrontano le situazioni o per forzare un cambiamento oppure per aderire ad un modello morale prestabilito, quello della borghesia.

    L'indifferenza e la noia sono il mood del romanzo, che risulta spesso noioso e molto introspettivo. Decantato come uno dei migliori lavori di Moravia (il primo, per giunta), devo dire che non mi ha particolarmente colpito. Sono interessanti alcune descrizioni, alcune immagini, alcune situazioni. Ma gli sviluppi finiscono sempre in vicoli ciechi, e in situazioni banali.

    Un romanzo che poteva essere l'epitaffio della borghesia romana sotto la minaccia del fascismo, che a me è sembrato soltanto un romanzo d'appendice, un Harmony scritto meglio. La prosa è precisa e puntuale, e buona parte del successo del romanzo deriva proprio dall'alone di scandalo che circonda la vicenda. Perché in Italia la borghesia intellettuale che presto avrebbe rinforzato le basi dell'ideologia fascista si bagnava per queste quattro righe di squallido e inespressivo sesso; mentre a Parigi Miller scriveva gli amplessi e la profondità di Tropico del Cancro.

    Inserito in "1001 libri da leggere prima di morire", io vi consiglierei di saltarlo.

    Is this helpful?

    Zorba said on Aug 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una scrittura insopportabile e acerba. Ma sempre di Moravia si parla...

    Is this helpful?

    Andrex_Zur said on Jul 31, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' il mio primo esperimento di audiobook ...è una versione di "il terzo anello Ad alta voce" una trasmissione di rai radio 3 dove il romanzo viene letto da Toni Servillo. E una strana sensazione abituata a leggere senza intermediazioni di alcuno la v ...(continue)

    E' il mio primo esperimento di audiobook ...è una versione di "il terzo anello Ad alta voce" una trasmissione di rai radio 3 dove il romanzo viene letto da Toni Servillo. E una strana sensazione abituata a leggere senza intermediazioni di alcuno la voce che mi portava tra le parole ad un certo punto si è fusa col racconto.
    il libro non è tra i miei preferiti, troppo immobile la narrazione di Moravia, troppi pensieri che si attorcigliano su se stessi e troppo lontani da me per coinvolgermi. una donna debole e soggiogata all'amante sua unica via per garantirsi una vita borghese, il mondo delle apparenze come unica realtà in cui muoversi, anche la lussuria è priva di impeto ma asservita allo status sociale. l'unica cosa che mi è familiare e che mi ha colpito è il profondo disgusto di Michele, il giovane rampollo della famiglia, davanti a tutto ciò ed a se stesso irrimediabilmente corrotto da quella falsità a cui reagisce però con indifferenza (la sua debolezza) e mai con la ribellione

    Is this helpful?

    Anna said on Jul 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    " Questo è il mio vero delitto...ho peccato d'indifferenza..."

    GLI INDIFFERENTI - Alberto Moravia - Bompiani
    " Questo è il mio vero delitto...ho peccato d'indifferenza...
    'E' impossibile andare avanti così.' Avrebbe voluto piangere; la foresta della vita lo circondava da tutte le parti, intricata, cieca; nessun ...(continue)

    GLI INDIFFERENTI - Alberto Moravia - Bompiani
    " Questo è il mio vero delitto...ho peccato d'indifferenza...
    'E' impossibile andare avanti così.' Avrebbe voluto piangere; la foresta della vita lo circondava da tutte le parti, intricata, cieca; nessun lume splendeva nella lontananza: 'impossibile'"
    Un romanzo notevole di uno dei portenti della letteratura italiana del '900.
    Una famiglia medio-borghese all'interno della quale viene meno l'armonia.
    Carla, giovane figlia, che aspira a "farla finita", e che tuttavia non può concepire altra soluzione che non sia quella di "rovinare tutto", cercando di usare violenza, in se stessa, a quella vita che "non cambia...non vuol cambiare.
    Il romanzo dà voce alla stupidità di Mariagrazia, al grottesco sentimentalismo di Lisa, mamma di Carla, alla continua insofferenza di Carla e alla indifferenza di Michele, fratello di Carla.
    Il romanzo ruota intorno al cinico Leo, compagno di Lisa e amante di Carla.
    Leo, un uomo che vive di nuda avidità e di cinica libidine, uomo dedito al sesso e al denaro.
    Il romanzo è pervaso di molti monologhi interiori dei personaggi mettendo in evidenza l'abilità dello scrittore di tratteggiare magnificamente la psicologia dei protagonisti del romanzo.
    Dal romanzo traspare la perdita di contatto con la vita:< "Non è questa la mia vita" pensò ancora con convinzione; "ma allora?">
    E' la domanda che Moravia lascia realisticamente insoluta, è la morale dell'intera favola degli Indifferenti.
    Romanzo che ti lascia quel senso di sconfitta nei confronti della vita ma anche la soddisfazione di aver letto un romanzo monumentale che non risente affatto degli anni che ha.
    E pensare che Moravia l'ha scritto quando non aveva neanche diciott'anni.
    Voto massimo 5/5

    Is this helpful?

    Miccoli Riccardo said on Jul 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La trama non è niente di che, il classico lui, lei, l'altra, gelosie e tradimenti. Quello che mi è veramente piaciuto è la caratterizzazione dei personaggi. Più che indifferenti, li definirei frustrati!

    Is this helpful?

    Mari said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Spettatori della nostra stessa vita

    I singoli protagonisti di questa perla della letteratura italiana sembrano incarnare i valori di un classe sociale in declino. Si fanno lentamente trasportare dalla marea, senza riuscire a trovare un appiglio per mettersi in salvo. Cercano di scappar ...(continue)

    I singoli protagonisti di questa perla della letteratura italiana sembrano incarnare i valori di un classe sociale in declino. Si fanno lentamente trasportare dalla marea, senza riuscire a trovare un appiglio per mettersi in salvo. Cercano di scappare dal proprio destino pur consapevoli della sua ineluttabilità. Non vivono in prima persona le loro vite, ma impersonano dei personaggi, come degli attori in teatro. Ogni singolo gesto, ogni singola emozione, è calcolata fin nei minimi particolari per adattarsi quanto più possibile alla propria parte. Inermi dinanzi alla vita, questi non la vivono in pieno, ma la subiscono lentamente.
    5 stelle (anche di più).

    Is this helpful?

    davide said on Jun 17, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection