Gli indifferenti

La biblioteca di Repubblica - Novecento, 19

Voto medio di 5581
| 457 contributi totali di cui 412 recensioni , 42 citazioni , 0 immagini , 3 note , 0 video
Quando uscì, nel 1929, "Gli indifferenti" parve sancire senza mezzi termini la rinascita del romanzo realista in Italia. Straordinario esordio di uno scrittore fra i più prolifici del Novecento, il libro rivestiva in realtà un'importanza ben ...Continua
Ha scritto il 11/08/17
Quadretto familiare
1929. Discesa agli inferi di una famiglia in mano ad un mascalzone profittatore. Interessante lo scavo psicologico dei personaggi, ma troppo tediosi i soliloqui dei personaggi in preda a dubbi ed angoscie.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 23/06/17
Moravia grande maestro
Uno dei miei autori preferiti, ho letto "Gli Indifferenti" durante gli anni del liceo, e sono rimasta colpita dal suo modo così intenso e quasi analitico di viaggiare nella psiche dei suoi personaggi. Un dolce e al contempo amaro continuo ...Continua
Ha scritto il 01/06/17
Wow
Indifferenza, decadenza del mondo borghese e pre-fascista. Capolavoro.
  • 1 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 23/03/17
Magnetico, ma allontanante
Io la fatica che ho fatto a finirlo non riesco a descriverla. Ma la sensazione di aver letto un romanzo davvero, davvero importante, mi è rimasta comunque dentro.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 01/03/17
Ingredienti: cinque personaggi senza interessi, passioni o obiettivi, pochi giorni di un mondo senza tempo ma pur sempre attualissimo, un intreccio di relazioni erotiche frutto più di noia che di sentimenti, tanti pensieri, parole, litigi e ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Mar 04, 2016, 18:24
Siamo tutti uguali […] fra le mille maniere di fare un’azione, scegliamo sempre istintivamente la peggiore.
  • 1 mi piace
Ha scritto il Feb 29, 2016, 11:14
"Sai cosa si fa quando non se ne può più? Si cambia."
Ha scritto il Mar 04, 2015, 22:01
Michele era di cattivo umore: gli avvenimenti della sera avanti gli avevano lasciato un malcontento ipocondriaco; capiva che bisognava una buona volta vincere la propria indifferenza e agire; senza alcun dubbio l'azione gli veniva suggerita da una ...Continua
Pag. 194
Ha scritto il Feb 22, 2015, 19:14
L'angoscia l'opprimeva: avrebbe voluto fermare uno di quei passanti, prenderlo per il bavero, domandargli dove andasse, perché corresse a quel modo; avrebbe voluto avere uno scopo qualsiasi, anche ingannevole, e non scalpicciare così, di strada in ...Continua
Pag. 87
Ha scritto il Aug 26, 2014, 15:50
"Penso" rispose in tono profondo chiudendo gli occhi "quale debole sforzo basterebbe per essere sinceri, e come invece si faccia di tutto per andare nella direzione opposta."
Pag. 50

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Aug 30, 2016, 08:41
Donazione D'Alessandro, Fondo di Tursi
Ha scritto il Jul 15, 2016, 10:30
853.914 MOR 539 Letteratura Italiana
Ha scritto il Jan 04, 2016, 07:57
Collocazione: NR 755

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi