Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Gli invisibili

By Nanni Balestrini

(84)

| Others | 9788845215223

Like Gli invisibili ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

14 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    In bocca al lupo

    Migliaia di persone in piazza. Ed è subito tensione. A Brescia la polizia ha caricato il corteo degli studenti in stazione. Stessa situazione a Padova, il corteo è stato caricato e due studenti sono stati fermati. A Milano il corteo voleva avvicinars ...(continue)

    Migliaia di persone in piazza. Ed è subito tensione. A Brescia la polizia ha caricato il corteo degli studenti in stazione. Stessa situazione a Padova, il corteo è stato caricato e due studenti sono stati fermati. A Milano il corteo voleva avvicinarsi alla sede del Parlamento europeo ed è stato bloccato dagli agenti: cinque poliziotti feriti. Ancora scontri in Porta Genova. Assedio la Prefettura a Trieste, dove le forze dell'ordine hanno poi cercato di respingere i manifestanti. Tensione a Torino, dove le forze dell'ordine hanno sparato lacrimogeni.

    Almeno 80 le città in Italia dove è stata indetta una mobilitazione. Il 14 novembre è diventata una data internazionale. Questa è la prima «Giornata Europea di azione e solidarietà». Contro la crisi e le politiche di austerity. Le proteste sono state convocate da una quarantina di gruppi in 23 Paesi. Da Napoli a Venezia, bloccate le stazioni. Prese di mira le banche.

    <<corriere della sera>>
    ________________

    non puoi correre più forte delle pallottole, ricòrdatelo
    Kassowitz, "L'odio"

    Is this helpful?

    [radek] said on Nov 14, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho visto menzionato questo libro, insieme a "Vogliamo tutto", dello stesso autore, su "La letteratura italiana del Novecento" di C. Segre.

    A fronte dell'iniziale perplessità a causa della totale mancanza di punteggiatura (l'unica separazione presen ...(continue)

    Ho visto menzionato questo libro, insieme a "Vogliamo tutto", dello stesso autore, su "La letteratura italiana del Novecento" di C. Segre.

    A fronte dell'iniziale perplessità a causa della totale mancanza di punteggiatura (l'unica separazione presente nel testo, tra una parola e l'altra, oltre agli spazi, è la divisione in paragrafi), occorre ammettere che "Gli invisibili" è un testo eccezionale per chi desideri capire cosa può avere spinto, nei trascorsi decenni, nel nostro Paese, ragazzi di ogni età e, lo racconta la cronaca, di ogni ceto sociale, a fondare o ad entrare nei movimenti, con l'obettivo di spazzar via quelle che allora erano viste come sperequazioni, ingiustizie sociali.

    Amaro (e tutto da leggere) il finale dell'Autore.

    Is this helpful?

    Andrea said on Dec 15, 2010 | Add your feedback

  • 13 people find this helpful

    Avevo sfogliato pigramente questo straordinario romanzo di Nanni Balestrini. Buttando un occhio (brutta espressione, ma rende l'idea) qua e là, avevo notato la totale assenza di punteggiatura. La turpitudine accademica che ancora persisteva (che anco ...(continue)

    Avevo sfogliato pigramente questo straordinario romanzo di Nanni Balestrini. Buttando un occhio (brutta espressione, ma rende l'idea) qua e là, avevo notato la totale assenza di punteggiatura. La turpitudine accademica che ancora persisteva (che ancora persiste?) in me, mi aveva portanto a recuperare alla memoria un nome e un concetto. Joyce e il flusso di coscienza. Come ben si comprende, non mi ero costretto ad alcuno sforzo di originalità.

    La conclusione era stata immediata: non avevo alcuna voglia di buttarmi in un flusso senza argini e di impegnarmi in una faticosa lettura di un testo - così mi pareva - "sperimentale".

    Ma poi. Ma poi accade che, per un motivo o per un altro, io mi immerga nella lettura di tutto quello che riguarda gli anni Settanta. E allora, per obbligo riprendo, titubante, questo libro. Ripeto: straordinario.

    E cominciamo con la fatica, mi dico. La lettura procede spedita, le pause sono quelle giuste, le intonazioni pure. Tutto fila via liscio per pagine e pagine e pagine. Solo alla prima pausa caffè, mi rendo conto che la punteggiatura non c'è ma c'è. Ed è perfetta. Lo stile è impeccabile; il ritmo quello di una narrazione avvolgente e fascinosa.

    Prima scoperta: il ritmo di questo romanzo è nella sua anima. Impalpabile all'apparenza (l'assenza), ma imprescindibile nella realtà del racconto (il ritmo e, non esagero, la musicalità che io, il lettore, non ho fatto altro che trovare tra quelle righe).

    Seconda scoperta: eccolo finalmente, il romanzo degli anni Settanta. E poco importa se l'occasione narrativa è - hanno detto - l'educazione sentimentale di uno dei tanti ragazzi del tempo. Tutto intorno c'è la Storia e c'è la passione; c'è un pezzo della vita di quegli anni che è un pezzo della vita dell'Italia.

    Detto questo, non voglio dire altro (se pure sono riuscito a dire qualcosa). Solo una piccola appendice (ah, l'accademia!):
    chi ha cinquant'anni o poco più vi ritroverà il sapore, la luce, i suoni della propria epoca;
    chi, beato lui, è più giovane, percorrerà un ampio territorio - e non periferico - del paese in cui vive.

    Ora vi chiedo scusa per la lunghezza e, plaudendo alla bravura grazie alla quale Balestrini ha raccontato proprio tutto quello che c'era da raccontare, mi concedo un intermezzo. Rosso, corposo, e adeguatamente tannico. Alla salute!

    Is this helpful?

    Attilio Coco said on Sep 7, 2010 | 5 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Consiglio la versione cinematografica, che, nonostante il "salto della quaglia" di Squitieri, rimane un bel film.

    Is this helpful?

    Alexik said on Jan 20, 2010 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dal racconto di un giovane fanciullo, catapultato nella rivolta del carcere di Trani, del dicembre 1980

    Is this helpful?

    Baruda said on Jan 3, 2010 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    in questo romanzo Balestrini con grande maestria ci racconta la sua esperienza di contestatore nelle file di potere operaio. un libro unico per la sua scrittura in lasse e priva di punteggiatura, per il ritmo febbrile e la drammaticità degli eventi r ...(continue)

    in questo romanzo Balestrini con grande maestria ci racconta la sua esperienza di contestatore nelle file di potere operaio. un libro unico per la sua scrittura in lasse e priva di punteggiatura, per il ritmo febbrile e la drammaticità degli eventi raccontati.

    Is this helpful?

    Matteo said on Oct 8, 2009 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (84)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Others 280 Pages
  • ISBN-10: 8845215229
  • ISBN-13: 9788845215223
  • Publisher: Tascabili Bompiani
  • Publish date: 1990-01-01
  • Also available as: Hardcover
Improve_data of this book