Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Gli occhi gialli dei coccodrilli

Di

Editore: Baldini Castoldi Dalai

3.7
(1974)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 523 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Chi tradizionale , Spagnolo , Portoghese

Isbn-10: 8860738652 | Isbn-13: 9788860738653 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Paperback

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace Gli occhi gialli dei coccodrilli?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Joséphine lanciò un urlo e lasciò cadere il pelapatate. La lama era slittata,
entrando in profondità nella pelle del polso. Sangue, sangue dappertutto. ...
Ordina per
  • 0

    È davvero un libro "da ombrellone" come ha detto mia figlia quando me lo ha imprestato, ma forse perchè è bello spesso e accompagna tante serate,alla fine quasi ci si affeziona ai vari personaggi. Storia di una famiglia di Parigi,due sorelle molto diverse tra loro Josephine e Iris legate fino all ...continua

    È davvero un libro "da ombrellone" come ha detto mia figlia quando me lo ha imprestato, ma forse perchè è bello spesso e accompagna tante serate,alla fine quasi ci si affeziona ai vari personaggi. Storia di una famiglia di Parigi,due sorelle molto diverse tra loro Josephine e Iris legate fino all'ultimo da un segreto,la mamma un po' arpia,il patrigno neo-papá all'eccesso,i rispettivi coniugi messi un po' in secondo piano e i figli Hortense adolescente esplosiva,Zoe e Alexander bimbi in crescita con le mamme poco presenti, le amiche,i nuovi amori....insomma un bel minestrone,che comunque prende per vedere come va a finire..."Ricordi quando ti dicevo che la vita è come un partner? Che bisogna considerarla un'amica,danzare con lei,dare,dare,dare senza fare alcun calcolo,perché posso lei ti risponde...che bisogna prendere la propria vita in mano,lavorare su di sè,accettare i propri errori,correggerli,lanciarsi..e allora la vita danzerà con te......"

    ha scritto il 

  • 3

    Credevo che l'avrei mollato dopo nemmeno cento pagine. La scrittura della Pancol è talmente adolescenziale, scontata, che mi ha ricordato un po' la mia di quando avevo 15 anni. Stesso modo di costruire le frasi, tentando un effetto che alla fine risulta solo "già sentito". Per non parlare dell'ab ...continua

    Credevo che l'avrei mollato dopo nemmeno cento pagine. La scrittura della Pancol è talmente adolescenziale, scontata, che mi ha ricordato un po' la mia di quando avevo 15 anni. Stesso modo di costruire le frasi, tentando un effetto che alla fine risulta solo "già sentito". Per non parlare dell'abuso di puntini di sospensione e punti esclamativi. I dialoghi sono assolutamente irreali e didascalici, le riflessioni banali.
    La storia ci mette un po' a ingranare, ma tutto sommato verso la metà ho cominciato ad appassionarmi e a voler sapere come andava avanti, nonostante l'intreccio non sia poi chissà che cosa. Questi personaggi sono veramente troppo stereotipati: la madre imbranata, la figlia snob e quella pacioccona, la zia ricca e vuota, il marito inetto, e poi il bonaccione, l'arpia, l'amica che fa la misteriosa... Il tutto condito da dettagli assolutamente inverosimili.
    Gli do comunque tre stelline perché mio malgrado dopo un po' mi ci sono immersa e sono andata avanti a leggere per ore, pur con una smorfia non del tutto soddisfatta (complice anche la traduzione, a mio avviso non eccellente, e non parlo del piemontesissimo "soltanto più" che nelle altre regioni risulta incomprensibile, né di "geniale!" per dire "fantastico/grandioso!", perché questi sono solo dettagli).
    Insomma, un libro lungo e inizialmente noioso, con una storia non eccelsa e una scrittura scarsina. Tutto sommato, se vi piacciono le storie di amori, tradimenti, soldi, sotterfugi e menzogne, potrebbe fare al caso vostro. È un classico libro "da donna", ma nel senso più squalificante del termine. Non credo che leggerò i seguiti.

    ha scritto il 

  • 2

    Su lectura ha sido muy aburrida y sosa. Los personajes me parecieron irreales y estaban descritos con muy poca profundidad, diseñados para caer bien o mal, según la historia en la que participaran. A los hombres los trata de inútiles, emocionalmente hablando, y a las mujeres las divide en dos cat ...continua

    Su lectura ha sido muy aburrida y sosa. Los personajes me parecieron irreales y estaban descritos con muy poca profundidad, diseñados para caer bien o mal, según la historia en la que participaran. A los hombres los trata de inútiles, emocionalmente hablando, y a las mujeres las divide en dos categorías principales: aquellas que de tan buenas que son parecen tontas, y las zorras despiadadas, que no quieren nada más que el dinero y la posición. Todo esto, inmerso en una historia simplista, que recuerda a una película de las de sobremesa, con un final totalmente previsible y claramente emotivo (o por lo menos lo intenta).

    Pensaba leerme la trilogía completa, pero he de reconocer que este libro me ha espantado, haciendo que no quiera saber más de esta historia.

    ha scritto il 

  • 2

    mah, sì, bo...
    non capisco chi ne narra meraviglie. noiosetto. personaggi fastidiosi e non incisivi. troppo lungo.
    non lo ho trovato eccezionale come molti lo hanno decantato.

    ha scritto il 

  • 4

    interessante

    come ho letto in altri commenti, è un libro molto francese, con personaggi talora esagerati e comunque molto ben delineati, che si amano o si odiano, e divisi in buoni e cattivi fin da subito.
    ottima lettura da ombrellone, con alcuni spunti di riflessione sparsi.

    ha scritto il 

  • 4

    Quizás haya sido bastante generosa con la puntuación , pero dado que no se pueden dar medios puntos he decidido redondear a la alza porque realmente el libro me ha gustado en todo momento y no me ha resultado tedioso .
    Es un libro escrito con un lenguaje sencillo, lo que no quiere decir que ...continua

    Quizás haya sido bastante generosa con la puntuación , pero dado que no se pueden dar medios puntos he decidido redondear a la alza porque realmente el libro me ha gustado en todo momento y no me ha resultado tedioso .
    Es un libro escrito con un lenguaje sencillo, lo que no quiere decir que sea malo.
    Es muy entretenido, con una gran cantidad de personajes con personalidades muy distintas y que experimentan una evolución a lo largo de la novela. Además, logra mostrar de una manera divertida situaciones más bien dramáticas.
    Me ha dejado con ganas de seguir leyendo los libros posteriores de la saga.

    ha scritto il 

  • 4

    Esta novela habla de hombres Y de mujeres. Las mujeres que somos, las que querríamos ser, las que nunca seremos y aquellas que quizás seamos algún día.Esta novela es la historia de una mentira. Pero también es una historia de amor, de amistad, de traición, de dinero, de sueños.

    ha scritto il 

Ordina per