Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Gomorra

Viatge a l'imperi econòmic i al somni de domini de la camorra

Per

Editor: Empúries

4.1
(13848)

Language:Català | Number of Pàgines: 454 | Format: Mass Market Paperback | En altres llengües: (altres llengües) Italian , English , German , Spanish , French , Swedish , Finnish , Dutch , Portuguese , Norwegian , Slovenian , Hungarian , Polish , Czech

Isbn-10: 8497872401 | Isbn-13: 9788497872409 | Data publicació:  | Edition 1

Translator: Pau Vidal

També disponible com: Others , Paperback

Category: Crime , Fiction & Literature , Political

Do you like Gomorra ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
La camorra napolitana, el Sistema, és una organització empresarial amb ramificacions a tot el planeta, incloent-hi Catalunya i algunes ciutats espanyoles. S’ocupa de negocis molt diversos: de la indústria tèxtil al reciclatge de residus, passant per la droga o l’especulació urbanística. I passant també, naturalment, per uns crims que cada cop semblen més de cinema. De fet, es fa difícil distingir quanta riquesa prové directament de la sang i quanta de l’enginyeria financera. En aquest relat trepidant i revelador, que fa literatura de la bona sobre una sòlida base documental, Roberto Saviano reconstrueix la lògica del poder i l’expansió dels clans originaris de Nàpols. L’autor ha estat amenaçat de mort i viu amagat sota protecció policíaca.
Sorting by
  • 0

    Ero uno di quegli idioti che ritengono Saviano un sopravvalutato...

    ... poi ho cambiato idea, ho abbandonato lo sciocco snobismo di chi crede quest'uomo, costretto a vivere come un recluso e sotto scorta, un fenomeno mediatico costruito ad arte per vendere e ho deciso ...continua

    ... poi ho cambiato idea, ho abbandonato lo sciocco snobismo di chi crede quest'uomo, costretto a vivere come un recluso e sotto scorta, un fenomeno mediatico costruito ad arte per vendere e ho deciso di leggere l'opera che lo ha reso famoso in tutto il mondo.
    Gomorra è un reportage di grande impegno civile su Camorra s.p.a., celebre multinazionale nata negli sgabuzzini della Campania e cresciuta fino a conquistare i mercati internazionali, che si snoda tra il mondo dell'economia legale e quello dei traffici illegali, muovendo le leve dei settori più insospettabili, il fiore all'occhiello del Made in Italy; tra la manovalanza di scugnizzi appartenenti al proletariato straccione, pronti a tutto per affermarsi socialmente nell'unico modo che conoscono, e professionisti laureati in università prestigiose, le famose eccellenze italiane.
    Al di là delle faide tra clan, dell'estorsione del pizzo e dello spaccio di droga che fanno già parte dell'immaginario collettivo, la cosa più interessante è la natura aziendale attribuita alla Camorra ed evocata più volte esplicitamente da Saviano. La Camorra è un'appendice naturale, una protesi necessaria dell'economia legale nel mondo globalizzato e ultraconcorrenziale; la Camorra investe in attività lecite e fa funzionare le cose, rendendo competitive imprese che altrimenti non reggerebbero la concorrenza per il costo del lavoro o le spese di smaltimento dei rifiuti. Le logiche del libero mercato sono portate alle loro più estreme conseguenze e non c'è patto sociale che tenga, non c'è bene comune; "il giusto è l'utile del più forte" ovvero dei capiclan, delle loro famiglie e degli uomini d'affari a essi legati. Gli stessi boss, talvolta non incolti, nell'ostentazione della loro ricchezza ricordano i finanzieri di "Wall Street"; è clamoroso il caso della villa di Walter Schiavone, costruita sul modello di quella di Scarface.
    La narrazione si sviluppa in periodi brevi ed essenziali dove ogni frase aggiunge un dettaglio alla descrizione della criminalità organizzata campana e del mondo che la circonda, tra conniventi, omertosi ed eroi martiri come Don Peppino Diana; la forma si adatta perfettamente a questa realtà cruda e spietata, descritta senza eufemismi o censure che rendano più "digeribile" il tutto, e pur nella sua asciuttezza si riesce a cogliere la partecipazione emotiva dell'autore, nato e cresciuto a Napoli, che non cade mai nel patetismo e passa attraverso l'orrore con un coraggio stoico che sfocia in rabbia nelle righe conclusive del libro, quando Saviano, saltando su un frigorifero che galleggia nell'immondizia della Terra dei Fuochi (a cui a mio parere è dedicato il capitolo più straziante del libro), si ricorda della fine di Papillon e immagina di urlare con tutta la sua forza: «Maledetti bastardi, sono ancora vivo!».

    dit a 

  • 5

    Anche se risulta la prima lettura in realtà avevo già letto Gomorra in un'altra edizione.
    Lo spunto per rileggerlo è arrivato dalla serie TV che sto seguendo ora…
    Un libro che non si può non leggere, ...continua

    Anche se risulta la prima lettura in realtà avevo già letto Gomorra in un'altra edizione.
    Lo spunto per rileggerlo è arrivato dalla serie TV che sto seguendo ora…
    Un libro che non si può non leggere, un autore che non si può non sostenere!

    dit a 

  • 5

    Non è un romanzo e nemmeno un semplice reportage giornalistico. "Gomorra" è un grande mosaico di fatti, esperienze di vita, inchieste e crimini, apparentemente non collegati da un filo logico, se non ...continua

    Non è un romanzo e nemmeno un semplice reportage giornalistico. "Gomorra" è un grande mosaico di fatti, esperienze di vita, inchieste e crimini, apparentemente non collegati da un filo logico, se non la volontà di raccontare. La volontà di rivelare una realtà che nessuno prima aveva raccontato con tanta lucidità e fermezza. Questo libro è da leggere tutto di un fiato, senza fermarsi, ma al contempo ricordando che ogni singola parola è accaduta davvero! I meccanismi dell'imprenditoria camorristica ludicamente svelati da una persona che li ha investigati direttamente sul loro territorio, rendono questo scritto un libro che fa indignare e che smuove le coscienze come pochi altri che abbia letto. Assolutamente imprescindibile per qualsiasi persona che sia nata o abbia vissuto in Italia. Al termine della lettura non si può fare altro che dire: grazie Roberto Saviano!

    dit a 

  • 3

    Letto troppo tardi..

    Ho sentito troppi commenti e recensioni di questo libro "scandalo" e quindi alla fine quando l'ho finalmente preso in mano ne sono rimasta delusa. Per carita' racconta una realtà' quindi non si può' c ...continua

    Ho sentito troppi commenti e recensioni di questo libro "scandalo" e quindi alla fine quando l'ho finalmente preso in mano ne sono rimasta delusa. Per carita' racconta una realtà' quindi non si può' commentare ma mi aspettavo qualcosa di diverso, di più' "scandaloso"

    dit a 

  • 0

    É un libro che ti entra dentro. E ogni qualvolta vedi, senti, intuisci qulcosa non puoi non fare a meno di pensarci. Ti apre un mondo. E la bellezza del libro consiste anche in chi l'ha scritto, u ...continua

    É un libro che ti entra dentro. E ogni qualvolta vedi, senti, intuisci qulcosa non puoi non fare a meno di pensarci. Ti apre un mondo. E la bellezza del libro consiste anche in chi l'ha scritto, un ragazzo, che aveva tanto da guadagnare e invece ha perso quasi tutto. A gente come lui c'è solo da dirgli grazie. Per il servizio civile che rende al paese, per rischiare la vita ogni santissimo e maledettissimo giorno. Per aprirci gli occhi a suon di parole, affinché tutti ci mobilitiamo per finirla con questo presente senza futuro.

    dit a 

  • 5

    Libro con la L maiuscola

    "Si crede stupidamente che un atto criminale per qualche ragione debba essere maggiormente pensato e voluto rispetto a un atto innocuo. In realtà non c'è differenza. I gesti conoscono un'elasticità ch ...continua

    "Si crede stupidamente che un atto criminale per qualche ragione debba essere maggiormente pensato e voluto rispetto a un atto innocuo. In realtà non c'è differenza. I gesti conoscono un'elasticità che i giudizi etici ignorano".

    dit a 

  • 0

    ... Tempo: vita

    E' già 2 volte che affronto Gomorra" ma ... Non e' periodo. Forse sono presa dalla voglia di avere un lavoro mio (ed ecco che lavoro come una schiava"), università da finire ... Libri da aprire. Ho le ...continua

    E' già 2 volte che affronto Gomorra" ma ... Non e' periodo. Forse sono presa dalla voglia di avere un lavoro mio (ed ecco che lavoro come una schiava"), università da finire ... Libri da aprire. Ho letto la prima parte: bello, vero e crudo ... Tante volte in Italia si preferisce il silenzio che la verità. Da ri- leggere assolutamente nella mia vita.

    dit a 

  • 4

    Mi è sembrato di rivedere tutti i telegiornali degli ultimi 15anni. Nomi e storie già sentiti. Forse solo le dinamiche sono state finalmente chiarite, ma per il resto è una storia già vista, già senti ...continua

    Mi è sembrato di rivedere tutti i telegiornali degli ultimi 15anni. Nomi e storie già sentiti. Forse solo le dinamiche sono state finalmente chiarite, ma per il resto è una storia già vista, già sentita e che purtroppo non è ancora finita. 4 stelle stile un po' noioso.

    dit a 

  • 5

    Eccezionale

    Capolavoro. Ti apre gli occhi su milioni di cose che accadono a pochi metri da te, ma che spesso SBAGLIANDO ignoriamo o cerchiamo di farlo.

    dit a 

Sorting by