Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Good to Eat

By

Publisher: Simon & Schuster

4.0
(426)

Language:English | Number of Pages: 289 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Chi traditional , Italian , Spanish

Isbn-10: 0671503669 | Isbn-13: 9780671503666 | Publish date: 

Also available as: Paperback

Category: Cooking, Food & Wine , Non-fiction , Social Science

Do you like Good to Eat ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Why are human food habits so diverse? Why do Americans recoil at the thought of dog meat? Jews and Moslems, pork? Hindus, beef? Why do Asians abhor milk? In Good to Eat, bestselling author Marvin Harris leads readers on an informative detective adventure to solve the world's major food puzzles. He explains the diversity of the world's gastronomic customs, demonstrating that what appear at first glance to be irrational food tastes turn out really to have been shaped by practical, or economic, or political necessity. In addition, his smart and spirited treatment sheds wisdom on such topics as why there has been an explosion in fast food, why history indicates that it's "bad" to eat people but "good" to kill them, and why children universally reject spinach. Good to Eat is more than an intellectual adventure in food for thought. It is a highly readable, scientifically accurate, and fascinating work that demystifies the causes of myriad human cultural differences.
Sorting by
  • 4

    "Ed allora si percepisce il peso della relatività, di come pensiero unico e parole di disprezzo siano soltanto un modo per mantenere le nostre sicurezze ben blindate. Si comprende come le variabili che influiscono sulle scelte alimentari delle varie culture siano molteplici e difficilmente discut ...continue

    "Ed allora si percepisce il peso della relatività, di come pensiero unico e parole di disprezzo siano soltanto un modo per mantenere le nostre sicurezze ben blindate. Si comprende come le variabili che influiscono sulle scelte alimentari delle varie culture siano molteplici e difficilmente discutibili."

    Lettura molto interessante e mai noiosa: il capitolo "Lattofili e lattofobi" è davvero brillante! Una nota di demerito va alla traduzione, che in certi passaggi fa proprio pietà.

    said on 

  • 0

    OOPS

    縱看古今說飲食文化真的很有趣,但其實我印象最深刻的是他評論美國速食店漢堡便宜又「營養」(P.137)。

    said on 

  • 5

    身為一個幾乎沒有什麼食物禁忌的人,我常常在想食物是文化,現在更不如說食物選擇是經濟歷史因素。這樣想之後,根本就很難有什麼東西覺得不能吃。


    為什麼有的人覺得吃牛肉比起吃豬肉高尚,
    為什麼大多數人不吃馬肉。
    為什麼你不敢吃兔子,不敢吃驢肉,或者甚至是羊肉?
    我們自己是受了哪一個國家的文化宗教影響。
    還不都是蛋白質。
    譬如狗肉和蚱蜢也是。


    推得更遠一點,為什麼不喜歡吃肥肉?
    或為什麼吃素?
    人其實是天生高度雜食的動物。


    我們從小學習的食物營養素,或是國家宣導的食物政策,其實真的是符合人體健康的嗎?或者是因為某些經濟利益而衍生出來的說法?


    ...continue

    身為一個幾乎沒有什麼食物禁忌的人,我常常在想食物是文化,現在更不如說食物選擇是經濟歷史因素。這樣想之後,根本就很難有什麼東西覺得不能吃。

    為什麼有的人覺得吃牛肉比起吃豬肉高尚, 為什麼大多數人不吃馬肉。 為什麼你不敢吃兔子,不敢吃驢肉,或者甚至是羊肉? 我們自己是受了哪一個國家的文化宗教影響。 還不都是蛋白質。 譬如狗肉和蚱蜢也是。

    推得更遠一點,為什麼不喜歡吃肥肉? 或為什麼吃素? 人其實是天生高度雜食的動物。

    我們從小學習的食物營養素,或是國家宣導的食物政策,其實真的是符合人體健康的嗎?或者是因為某些經濟利益而衍生出來的說法?

    《食物與文化之謎good to eat》這本書,讀起來很輕鬆,蠻容易看的,幾個小時就可以讀完。如果像我一樣不覺得反感。

    有許多食物的禁忌來自宗教,而宗教的存在很可能是因為地理環境與一些經濟需求而發展出來的集體生存政策。

    作者是人類學家,我自然很容易聯想到李維史陀寫某些原住民吃腐敗的木頭裡面的蟲以便獲取蛋白質。 不過其實這書更是用經濟的角度來看,那些肉可以吃,哪些肉不可以吃,以符合最大的經濟效益。

    人為何不吃寵物,不吃人肉的那二章讀來獲益良多。 「我們所處的社會,不斷改善在戰場上量產人類屍體的技術,為什麼我們還會覺得人可以殺,而不可以吃呢?」 是吃人肉獲取動物源蛋白質比較野蠻,還是戰爭比較野蠻?

    在吃任何食物之前, is it good to think, good to eat or good to sell?

    said on 

  • 3

    il libro in sé è molto interessante: rende chiari i motivi di molti tabù alimentari, compresi quelli religiosi, in termini di calcolo dei costi e dei benefici di ciascuna scelta. sfata luoghi comuni come l'avversione istintiva per il cannibalismo o le qualità benefiche del latte in età adulta (se ...continue

    il libro in sé è molto interessante: rende chiari i motivi di molti tabù alimentari, compresi quelli religiosi, in termini di calcolo dei costi e dei benefici di ciascuna scelta. sfata luoghi comuni come l'avversione istintiva per il cannibalismo o le qualità benefiche del latte in età adulta (se escludiamo il latte di foca e di tricheco, naturalmente). spiega fatti curiosi come la necessità, nella preparazione degli hamburger, di usare un animale per la parte magra e un altro animale - ma pur sempre un vitello - per la parte grassa. purtroppo il valore del libro è gravemente minato dalla pessima traduzione: non solo nel passaggio dalla lingua originale all'italiano (per cui alcuni termini non vengono tradotti senza che ci sia un perché, i pollici non diventano centimetri e i calchi abbondano), ma anche nell'uso frequentemente improprio dell'italiano, che si palesa nella carenza spettacolare di coppie di "sia... sia" o di "né... né" in cui i due termini siano bilanciati correttamente, nell'imposizione della forma riflessiva a verbi che riflessivi non sono, nella presenza di frasi abominevoli come "vennero a conoscenza di nutrirsi" o "oggetti non da trangugiare bensì da estrarne certe parti" - solo per portare alcuni esempi.

    said on 

  • 0

    Buono da mangiare, di Marvin Harris

    http://www.meloleggo.it/recensione-buono-da-mangiare-di-marvin-harris_677/


    È un argomento di cui si parla, si riparla, si straparla a ogni livello: mediatico, scientifico, nutrizionale, religioso e socio-politico. Perché è vero comunque che il mangiare non consiste solo nel semplice gesto ...continue

    http://www.meloleggo.it/recensione-buono-da-mangiare-di-marvin-harris_677/

    È un argomento di cui si parla, si riparla, si straparla a ogni livello: mediatico, scientifico, nutrizionale, religioso e socio-politico. Perché è vero comunque che il mangiare non consiste solo nel semplice gesto di farsi un panino fuori di casa in pausa pranzo, accostarsi a una tavola imbandita e papparsi un bel piatto di maccheroni fumanti, un pollo arrosto o una fetta di dolce. Dietro ogni abitudine alimentare dei popoli della terra c’è sempre una spiegazione. Trovarla fa però parte di riflessioni mai superficiali. Lo studio che Harris conduce e le conclusioni che... [continua a leggere su www.MeLoLeggo.it]

    said on 

  • 4

    用自然環境(供需)的角度解釋為什麼印度人不吃牛、伊斯蘭不吃豬、西方人不吃狗肉...等飲食禁忌。 是一本知識性和趣味性兼具的書。

    said on 

  • 5

    "Invecchiando, i buddhisti diventano molto scrupolosi nell'osservanza del divieto di uccisione degli animali, ma sanno sempre trovare qualcuno che assolva a questa sporca bisogna in loro vece." (Marvin Harris)

    said on 

  • 3

    Dire che ho capito tutto sarebbe eccessivo. dire che non ho capito niente pure. Diciamo che ho capito che l'antropologia è una scienza del tutto particolare che giunge a conclusioni abbastanza particolari se non originali. Quello che ho trovato interessante è la teoria del foraggiamento ottimale ...continue

    Dire che ho capito tutto sarebbe eccessivo. dire che non ho capito niente pure. Diciamo che ho capito che l'antropologia è una scienza del tutto particolare che giunge a conclusioni abbastanza particolari se non originali. Quello che ho trovato interessante è la teoria del foraggiamento ottimale e del rapporto costo benefici nella raccolta/produzione di cibo. Partendo da questi due concetti, che sono più di teoria economica, che altro l'autore tocca una serie di aspetti che vanno a toccare elementi profondi dell comportanto umano, vedi il tabù sul consumo della carne umana, o la diversa percezione o meglio valutazione che si ha dei diversi cibi nelle diverse culture. Ecco perchè la tesi economicista/materialista non mi ha convinto fino in fondo: il rapporto con il cibo è anche un rapporto di tipo umorale, piace non piace, buono non buono, e il ridurlo a considerazioni di tipo economicistico in contesto antropologico rischia di sminuirne il valore.

    said on 

  • 4

    用很多的科學角度去解釋飲食的一些禁忌跟轉變,其實作者一直到最後面才用了一個接近大一統的理論來詮釋所有的現象,也就是最佳覓食理論,但卻自己又在講述寵物的部分自我承認這個理論並不完全,其實可以用經濟的角度來看,也就是邊際效益、以及縱效理論來解釋,其實就可以用作貫穿整本書的概念了。雖然如此,但這本書裡所論及的歷史、經濟、宗教論點,都十分的完整且精彩。

    said on 

Sorting by