Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Goražde

La guerre en Bosnie orientale, 1993-1995

By

Editeur: Rackham

4.4
(317)

Language:Français | Number of pages: 227 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) English , Italian , Spanish , Portuguese , German

Isbn-10: 2878270789 | Isbn-13: 9782878270785 | Publish date: 

Translator: Sidonie Van den Dries , Stéphanie Capitolin

Aussi disponible comme: Others

Category: Comics & Graphic Novels , History , Political

Aimez-vous Goražde ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Le calvaire des habitants de Goražde, enclave musulmane en plein territoire serbe, raconté à travers le temoignage direct de ses habitants que Joe Sacco a recueilli tout au long de quatre voyages - en 1995 et 1996 - dans cette région martyrisée par la guerre de Bosnie. Après Palestine, une autre magistrale leçon de journalisme et de bande dessinée.
Sorting by
  • 4

    Veramente notevole. All'epoca dei fatti ero uno studentaccio universitario e non mi ero interessato più di tanto della guerra in bosnia (sempre chino sui libri).
    Questo reportage a fumetti è una testimonianza storica che aiuta a capire molto.
    Per chi vuole conoscere o approfondire, o ricordare di ...continuer

    Veramente notevole. All'epoca dei fatti ero uno studentaccio universitario e non mi ero interessato più di tanto della guerra in bosnia (sempre chino sui libri). Questo reportage a fumetti è una testimonianza storica che aiuta a capire molto. Per chi vuole conoscere o approfondire, o ricordare di quali atrocità è capace la specie umana.

    dit le 

  • 5

    Qualcuno potrebbe affermare che il fumetto di un massacro è meno crudo delle foto di quel massacro. Non se per qualcuno possa essere vero, ma per me no. Primo perché i disegni di Joe Sacco sembrano vivi, secondo perché le sue immagini impongono di immaginare i colori e i movimenti di anime di mus ...continuer

    Qualcuno potrebbe affermare che il fumetto di un massacro è meno crudo delle foto di quel massacro. Non se per qualcuno possa essere vero, ma per me no. Primo perché i disegni di Joe Sacco sembrano vivi, secondo perché le sue immagini impongono di immaginare i colori e i movimenti di anime di musulmani distrutti dall'odio e da una guerra fratricida. Forse c'entra col fatto tristissimo che ciò che passa alla televisione, appunto, scorre via in un attimo. Nei disegni di Joe Sacco sono costretto a fermare gli occhi, c'è la fatica mia di capire che cosa rappresentino quei segni messi insieme. Libro letto a pochi giorni dalla notizia che un tribunale dell'Aja ha riconosciuto colpevoli di ignavia i caschi blu dell'Onu (erano olandesi), che non protessero i civili mentre le truppe serbo-bosniache nel 1995 distruggevano le vite dei bosniaci musulmani di Srebrenica. Un genocidio europeo.

    dit le 

  • 5

    Eccellente lavoro giornalistico (e anche grafico)

    Non è un diario ma un eccezzionale lavoro di reportage con una ben studiata esposizione della guerra in Bosnia. La categorizzazione a fumetto è estremamente riduttiva. Molto bello anche esteticamente, certi disegni a tutta pagina sembrano quadri di Bruegel.

    dit le 

  • 4

    Sconvolgente

    Il fumetto di Sacco è sconvolgente: narra nei minimi dettagli avvenimenti accaduti nel cuore dell'Europa meno di vent'anni fa e di cui poco ancora si conosce. La ricchezza dei particolari, i dialoghi fitti, il numero di pagine ne fanno quasi un saggio storico, appassionante e disturbante al tempo ...continuer

    Il fumetto di Sacco è sconvolgente: narra nei minimi dettagli avvenimenti accaduti nel cuore dell'Europa meno di vent'anni fa e di cui poco ancora si conosce. La ricchezza dei particolari, i dialoghi fitti, il numero di pagine ne fanno quasi un saggio storico, appassionante e disturbante al tempo stesso. Belli i protagonisti, cui ci si affeziona facilmente. Fa riflettere.

    dit le 

  • 4

    Un reporter fumettista, questo è Joe Sacco. Uno che ti racconta come vive le gente durante una delle guerre più orribili degli ultimi vent'anni. E come lo racconta Sacco ti ci immedesimi, lo puoi vedere. E non dimenticarlo più.

    dit le 

  • 5

    Altra Perla di Sacco.

    Stavolta la drammaticità dei dettagli lo rende un fumetto non adatto a stomaci deboli, molto più dell'altro della collana probabilmente.

    Da leggere per capire un altro piccolo pezzetto di storia contemporanea.

    dit le 

  • 5

    Grandioso

    Ancora una volta, in questa ricostruzione del dramma storico e umano della popolazione mussulmana bosniaca massacrata dai Serbi durante la metà degli anni '90 sotto gli occhi praticamente indifferenti di tutto il mondo, Joe Sacco è immenso (non riesco ad usare altro aggettivo per lui).
    Riesce ad ...continuer

    Ancora una volta, in questa ricostruzione del dramma storico e umano della popolazione mussulmana bosniaca massacrata dai Serbi durante la metà degli anni '90 sotto gli occhi praticamente indifferenti di tutto il mondo, Joe Sacco è immenso (non riesco ad usare altro aggettivo per lui). Riesce ad effettuare al contempo un vero lavoro da storico insieme ad un'approfondita (e sensibile) analisi sociologica ed umana, e a comporre il tutto in una vera e propria opera d'arte: i suoi fumetti hanno un tratto potentissimo e script che sono inevitabilemnete coinvolgenti. Trascrivere e tramandare la storia in questo modo per non dimenticare è cosa che pochissimi sono in grado di fare. Grandioso.

    dit le 

  • 5

    Grandioso

    Ancora una volta, in questa ricostruzione del dramma storico e umano della popolazione mussulmana bosniaca massacrata dai Serbi durante la metà degli anni '90 sotto gli occhi praticamente indifferenti di tutto il mondo, Joe Sacco è immenso (non riesco ad usare altro aggettivo per lui).
    Rie ...continuer

    Ancora una volta, in questa ricostruzione del dramma storico e umano della popolazione mussulmana bosniaca massacrata dai Serbi durante la metà degli anni '90 sotto gli occhi praticamente indifferenti di tutto il mondo, Joe Sacco è immenso (non riesco ad usare altro aggettivo per lui). Riesce ad effettuare al contempo un vero lavoro da storico insieme ad un'approfondita (e sensibile) analisi sociologica ed umana, e a comporre il tutto in una vera e propria opera d'arte: i suoi fumetti hanno un tratto potentissimo e script che sono inevitabilemnete coinvolgenti. Trascrivere e tramandare la storia in questo modo per non dimenticare è cosa che pochissimi sono in grado di fare. Grandioso.

    dit le