Con un talento narrativo che possiedono solo i grandi reporter come Kapuscinski o Terzani, capaci di raccontare la realtà con il fascino della finzione, lo scrittore polacco Mariusz Szczygiel esplora la storia cecoslovacca novecentesca e le sue ...Continua
Ha scritto il 12/05/15
Letto in ceco, polacco e italiano. Lo leggerò anche in cinese, quando tra 50 anni ne padroneggerò la grammatica. Questo è il paese dove ho vissuto, tristemente triste, meravigliosamente meraviglioso.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 07/03/15
“L’uomo non ha certo impiegato tanto tempo per imparare a parlare, per ritrovarsi poi senza il diritto di farlo.” – Jan Procházka (p. 148)
  • 2 mi piace
Ha scritto il 30/12/13
Bellissimo affresco della storia della repubblica ceca del secolo scorso. È una raccolta di reportage , ma si legge quasi come un romanzo , e le storie , solo apparentemente slegate tra loro, si ricongiungono e mostrano un quadro d'insieme completo ...Continua
  • 3 mi piace
Ha scritto il 16/12/12
MrszSzczgl
Il numero e l'accostamento delle consonanti del nome e cognome dell'autore, il polacco Mariusz Szczygiel, puo' inizialmente suggerire di seguire il suggerimento di uno degli industriali Bata che, come riportato nel libro stesso, sconsigliava di ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 27/12/11
Secondo libro letto perchè dovevo valutare anche questo finalista al Premio letterario Giuseppe Acerbi dedicato quest'anno agli scrittori della Polonia. Sarebbe stato difficile fare peggio dell'altro libro finalista Morte a Breslavia che è ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi