Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Gourmet

Di ,

Editore: Panini

4.0
(222)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 182 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Spagnolo

Isbn-10: 8883432223 | Isbn-13: 9788883432224 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: C. Baglini

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Comics & Graphic Novels , Cooking, Food & Wine

Ti piace Gourmet?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando si entra in un ristorante nel quale non si è mai messo piede, perqualche motivo diventa necessaria una certa dose di coraggio. Anche se,naturalmente, avventurarsi casualmente in un trattoria di provincia con lepareti tinte di scuro non è la stessa cosa che fare baldanzosamente il proprioingresso in un ristorante francese in cui non si è ammessi se non si indossanogiacca e cravatta. Anche se ormai, nel Giappone di oggi, non si sentono piùracconti di persone che entrano in un ristorante, si vedono servire del cibodi pessima qualità e se la danno subito a gambe, lo scrittore Masayuki Qusumiha pensato di raccontarvene alcuni. A dare vita ai suoi piatti e ai suoiristoranti, Jiro Taniguchi, autore di "Ai tempi di Bochan" e "Icaro".
Ordina per
  • 5

    Guardo a destra: una tigre. Guardo a sinistra: una tigre. Davanti a me un otoro: com'è buono!

    Quasi aforismi o haiku. Brevi, intensi, gustosi. Istantanee (polaroid) in cui il resto del mondo sparisce e rimani solo con il tuo cibo.

    ha scritto il 

  • 0

    Gourmet, di Masayuki Qusumi e Jiro Taniguchi

    http://www.meloleggo.it/recensione-gourmet-di-masayuki-qusumi-e-jiro-taniguchi_785/


    Nutrirsi è un atto necessario per il nostro organismo, ma mangiare e assaporare ogni pietanza in un momento di piena calma con noi stessi è qualcosa di molto più spirituale. Questo è ciò che possiamo appren ...continua

    http://www.meloleggo.it/recensione-gourmet-di-masayuki-qusumi-e-jiro-taniguchi_785/

    Nutrirsi è un atto necessario per il nostro organismo, ma mangiare e assaporare ogni pietanza in un momento di piena calma con noi stessi è qualcosa di molto più spirituale. Questo è ciò che possiamo apprendere da Gourmet, volume unico a fumetti disegnato da uno degli autori più significativi del panorama giapponese: Jiro Taniguchi con i testi di Masayuki Qusumi.

    Il protagonista di questa storia è un uomo adulto che si occupa di commercio ed esportazione, costretto dunque per lavoro a viaggiare molto in ogni parte del Giappone e mangiare spesso in locali pubblici. Nonostante la vita frenetica, ha una vera e propria predilezione per il cibo quale momento di estrema concentrazione e calma interiore volta ad assaporare ogni singolo piatto lasciando libera la mente di navigare in un flusso ininterrotto di pensieri e rievocazioni dal passato.

    Il libro è scandito da 17 capitoli che, pur non seguendo un’evoluzione narrativa, hanno come comune denominatore il cibo: non conosciamo quasi nulla del protagonista, neppure il suo nome, ma lo seguiamo nelle sue riflessioni attraverso le più svariate ambientazioni e ore del giorno, mentre è intento a selezionare u... [continua a leggere su www.MeLoLeggo.it]

    ha scritto il 

  • 4

    Quando ho comprato Gourmet non pensavo che mi sarebbe piaciuto così tanto, soprattutto dopo aver visto che era suddiviso in brevi episodi, cosa che mi fa storcere un po’ il naso in un fumetto.
    Invece l’ho trovato molto interessante e la concezione del cibo e del tempo che gli si dedica mol ...continua

    Quando ho comprato Gourmet non pensavo che mi sarebbe piaciuto così tanto, soprattutto dopo aver visto che era suddiviso in brevi episodi, cosa che mi fa storcere un po’ il naso in un fumetto. Invece l’ho trovato molto interessante e la concezione del cibo e del tempo che gli si dedica molto simili alla nostra. La cura che ricerca nei piatti che gli vengono serviti, la ricerca di sapori nuovi e vecchi, per ricordare i tempi andati. Il protagonista potrebbe essere un italiano e compiere gli stessi gesti (escluso, ovvio, il mangiare pietanze dai nomi per noi astrusi). Il cibo come esperienza sensoriale, prima ancora che sostentamento.

    ha scritto il 

  • 5

    non sono un appassionato di manga e di fumetto giapponese in genere, ma taniguchi e uno dei pochissimi autori nipponici che leggo davvero con piacere, e adoro come eviti di usare molti luoghi comuni di quel tipo di fumetto, tanto nello stile grafico quanto nelle storie.
    questo "gourmet" ad esempi ...continua

    non sono un appassionato di manga e di fumetto giapponese in genere, ma taniguchi e uno dei pochissimi autori nipponici che leggo davvero con piacere, e adoro come eviti di usare molti luoghi comuni di quel tipo di fumetto, tanto nello stile grafico quanto nelle storie. questo "gourmet" ad esempio, non è altro che una serie di pasti compiuti in varie giornate dal praticamente anonimo protagonista: eppure da uno spunto così banale abbiamo una descrizione stupenda del protagonista dei suoi sentimenti, e al tempo stesso si vede all'opera una ricostruzione stupenda del cibo e di quello che vi sta attorno (i vari tipi di locali, le atmosfere ad essi legate, ma anche i quartieri e le città in cui si trovano) con una filosofia di fondo che spesso non dispiacerebbe a chi si riconosce in certe mentalità "slow food".

    ha scritto il 

  • 4

    Un "buongustaio solitario" che fa venire l'acquolina in bocca!

    Questo è il primo fumetto di Taniguchi che ho letto, prima non lo conoscevo... ed è stata una folgorazione!!! In seguito non ho capito più niente: basta che ci sia scritto 'Jiro Taniguchi' e io compro e leggo! Il suo disegno è bellissimo, apparentemente semplice ma in realtà ricchissimo di dettag ...continua

    Questo è il primo fumetto di Taniguchi che ho letto, prima non lo conoscevo... ed è stata una folgorazione!!! In seguito non ho capito più niente: basta che ci sia scritto 'Jiro Taniguchi' e io compro e leggo! Il suo disegno è bellissimo, apparentemente semplice ma in realtà ricchissimo di dettagli, con uno stile molto diverso da quello dei classici manga... Ma le storie sono assolutamente Giapponesi: già il fatto di decidere di raccontare le esperienze culinarie di un "buongustaio solitario" (titolo originale dell'opera) in giro per il Giappone, la dice lunga... E i disegni e le descrizioni di Taniguchi mi fanno venire una fame!!!! Gnaaaammm

    ha scritto il 

  • 3

    Si no te interesa o no tienes acceso a la comida japonesa es un comic complicado, aunque Taniguchi se muestra brillante como siempre. Me lo llevaría a un viaje por Japón... ojalá suceda algún día.

    ha scritto il 

  • 4

    Insapore, se non si conosce la cucina giapponese

    Questo manga fa riaffiorare al palato le sensazioni di quei cibi e sapori della cucina giapponese difficilmente riscontrabili nei locali nipponici locali. A me è piaciuto molto anche per questo. Se si vuole avere un'idea del cibo e della cultura ad esso legata in quei posti, questo è il manga che ...continua

    Questo manga fa riaffiorare al palato le sensazioni di quei cibi e sapori della cucina giapponese difficilmente riscontrabili nei locali nipponici locali. A me è piaciuto molto anche per questo. Se si vuole avere un'idea del cibo e della cultura ad esso legata in quei posti, questo è il manga che fa per voi.

    ha scritto il