Gramercy Park

Di

Editore: Neri Pozza

3.6
(91)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 427 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese

Isbn-10: 8873058388 | Isbn-13: 9788873058380 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: F. Diano

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Gramercy Park?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
1894, Manhattan: il grande tenore Mario Alfieri è appena arrivato a New Yorkper la sua prima esibizione al Metropolitan. Per sfuggire al soffocanteabbraccio della buona società americana del tempo, Alfieri decide di affittareuna casa a Gramercy Park, un elegante appartamento di proprietà di un certoHenry Ogden Slade, deceduto da poco. Tra le mura della casa si aggiraun'affascinante dicianovenne: Clara Adler, già protetta del signor Slade e orasola e abbandonata. Chi è la seducente ragazza? Perché Slade l'ha presa incasa con sé per poi lasciarla senza un soldo dopo la sua morte? Perché Clarasi aggira pallida come un fantasma per la casa deserta? Quali tragedie havisto e quali orrori ha dovuto sopportare?
Ordina per
  • 3

    Tre stelline e mezzo

    Il risvolto di copertina lo definisce un romanzo vittoriano, direi a ragione.C'é il cantante d opera italiano bello, bravo, ricco ed appassionato che si innamora in un attimo, la fanciullina esangue, ...continua

    Il risvolto di copertina lo definisce un romanzo vittoriano, direi a ragione.C'é il cantante d opera italiano bello, bravo, ricco ed appassionato che si innamora in un attimo, la fanciullina esangue, sempre sul punto di svenire, totalmente dipendente dal suo "benefattore", le grandi dame della buona societá, il cattivone, l'utile idiota.quest'ultima,pur essendo vittima tanto quanto Clara, viene utilizzata come arma del malvagio è ridicolizzata senza pietá.
    Scorrevole

    ha scritto il 

  • 4

    Una tematica scottante, purtroppo sempre attuale (quella della violenza sui bambini e gli adolescenti) è alla base di questo bel romanzo ambientato in epoca vittoriana, in America. Si lascia leggere m ...continua

    Una tematica scottante, purtroppo sempre attuale (quella della violenza sui bambini e gli adolescenti) è alla base di questo bel romanzo ambientato in epoca vittoriana, in America. Si lascia leggere molto volentieri per la sua prosa fluida; è avvincente perchè ricco di colpi di scena; i personaggi rimandano a quelli dei romanzoni dell''800 dove si incontrano sempre i "buoni" e i "cattivi" che li avversano; la buona società newyorkese fa capolino qua e là con la sua spietata smania di fare vittime, armata di pettegolezzi. Un romanzo d'altri tempi, insomma, ma che ci tiene avvinti con la forza del più bello dei sentimenti: l'amore puro e sincero.

    ha scritto il 

  • 3

    Curato, dettagliato e pieno d'atmosfera, l'unica pecca di Gramercy Park è la sua prolissità. Ci sono dei punti in cui è lento, ma lento in modo esagerato..una lumaca al suo confronto la si può paragon ...continua

    Curato, dettagliato e pieno d'atmosfera, l'unica pecca di Gramercy Park è la sua prolissità. Ci sono dei punti in cui è lento, ma lento in modo esagerato..una lumaca al suo confronto la si può paragonare a Senna.
    Si riprende proprio alla fine, con il racconto di Clara, di ciò che ha subito; andando a pescare nel torbido il romanzo decolla di colpo per arrivare all'epilogo e dare al lettore una botta di vita. Peccato che non l'ha fatto dall'inizio, il rischio è di accantonarlo senza rimorsi. Invece merita, ma la per la sua lentezza si becca una stellina in meno.

    ha scritto il 

  • 5

    chi è clara adler?

    superate le prime pagine mi sono incollata al libro, volevo capire cosa fosse accaduto per ridurre così quella ragazzina.
    finale scontato, ma retroscena no.
    lo consiglio.

    ha scritto il 

  • 4

    Una bella storia d'amore ambientata nella high society della New York di fine 800. Ci sonoi buoni, i cattivi, un amore travagliato e naturalmente il lieto fine. Forse il tutto è un pò scontato e preve ...continua

    Una bella storia d'amore ambientata nella high society della New York di fine 800. Ci sonoi buoni, i cattivi, un amore travagliato e naturalmente il lieto fine. Forse il tutto è un pò scontato e prevedibile, ma sono comunque rimasta incollata alle pagine fino alla fine.

    ha scritto il