Guarda che è normale, siamo tutte supermamme

Di

Editore: Leggereditore

4.3
(24)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 220 | Formato: Altri

Isbn-10: 8865083034 | Isbn-13: 9788865083031 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Ti piace Guarda che è normale, siamo tutte supermamme?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
In questo libro dedicato alla maternità, Silvia Gianatti fornisce utili consigli pratici prendendo spunto dalla sua esperienza personale, da quella di altre mamme e dai pareri di pediatri, ostetriche, puericultrici. Proprio come farebbe una buona amica, sdrammatizza le difficoltà e offre un supporto alle tante neomamme che si sentono inadeguate ad affrontare il grande sconvolgimento che l'arrivo di un figlio porta nelle loro vite. In undici ampie sezioni tematiche, suddivise in capitoli intervallati da divertenti "chiacchiere da consultorio", Silvia Gianatti aiuta le neomamme a destreggiarsi tra poppate e nanna, ciucci e meconio, pianti, pannolini, tiralatte, carrozzine e tutte le altre gioie e fatiche quotidiane. Il racconto di un'esperienza, quella della nascita e dei primi sei mesi di vita di un bambino, che pagina dopo pagina si arricchisce di aneddoti, riflessioni e suggerimenti e che, come in una chiacchierata con un'amica, vi farà dire: "Guarda che è normale!"
Ordina per
  • 4

    carinissimo!!!

    libro leggero sulla maternità, letto d'un fiato mentre allattavo il mio bimbo. Ogni neo mamma può ritrovarsi in gran parte dei dubbi e delle situazioni... e fornisce anche dei consigli utili!

    ha scritto il 

  • 3

    Carino. Una specie di manuale anti-ansia per neomamme dove l'autrice, mamma da poco, racconta le sue esperienze e cerca di infondere fiducia alle donne alle prese con il loro primo figlio. Una lettura ...continua

    Carino. Una specie di manuale anti-ansia per neomamme dove l'autrice, mamma da poco, racconta le sue esperienze e cerca di infondere fiducia alle donne alle prese con il loro primo figlio. Una lettura leggera e piuttosto simpatica anche se ci sono state alcune piccole imprecisioni: per esempio su sids e anestesia durante l'allattamento. E' vero che la morte in culla spesso non è prevedibile, soprattutto se avviene per cause fisiche non identificate e quindi, giustamente, l'autrice esorta a dormire quando dorme bebè per recuperare le forze perché non si può vigilare sempre. Però, per il resto, esistono anche delle norme da rispettare ( qui ad esempio https://www.cri.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/21331) per prevenirla.
    L'anestesia per curare le carie, in allattamento, si può fare. Lo dice anche l'OMS.
    Giusto un paio di appunti finali: mi è dispiaciuta la parte in cui Silvia dice che con l'arrivo della Patata ha pensato che sarebbe stato meglio non avere i cani. E si infastidiva da morire quando abbaiavano. Però recupera un po' dicendo che fanno parte della famiglia e non li avrebbe mai mandati via. Nella ultime pagine poi c'è come una esortazione della maternità, la cosa più bella per una donna. Non è messa in questi termini ma il sapore è quello: capisco il suo entusiasmo per la bimba ma ricordiamoci che noi donne andiamo bene come siamo, madri o non madri, nessuna è migliore. Se una donna non ne desidera è giusta anche così : )

    ha scritto il 

  • 5

    Si, siamo tutte supermamme!

    Guarda che è normale. Siamo tutte supermamme di Silvia Gianatti: scopri i dubbi delle neomamme tra battute esilaranti e ironiche in un concentrato di pura realtà materna.

    Puoi leggere la mia recension ...continua

    Guarda che è normale. Siamo tutte supermamme di Silvia Gianatti: scopri i dubbi delle neomamme tra battute esilaranti e ironiche in un concentrato di pura realtà materna.

    Puoi leggere la mia recensione qui: http://www.leggeremania.it/2015/01/21/guarda-che-e-normale-silvia-gianatti/

    ha scritto il 

  • 5

    Consigliatissimo!

    Finalmente un libro non didattico sulla maternità. Forse perché l'ho scoperto tardi e tante paure sono già superate, ma queste pagine mi hanno fatto ridere, riflettere, mi hanno rassicurata ed dato sp ...continua

    Finalmente un libro non didattico sulla maternità. Forse perché l'ho scoperto tardi e tante paure sono già superate, ma queste pagine mi hanno fatto ridere, riflettere, mi hanno rassicurata ed dato spunti senza l'ambizione di voler offrire metodi o soluzioni.
    Una lettura super consigliata a future e neo-mamme e, perché no?, anche papà dotati di senso dell'ironia!

    ha scritto il 

  • 3

    Ho riso moltissimo, ma forse è perché sono ancora incinta e mi ha smontato una tesi dopo l'altra. In contrasto con alcuni dettagli, per il resto ammiro la schiettezza e il realismo. Bellissime le "chi ...continua

    Ho riso moltissimo, ma forse è perché sono ancora incinta e mi ha smontato una tesi dopo l'altra. In contrasto con alcuni dettagli, per il resto ammiro la schiettezza e il realismo. Bellissime le "chiacchere da consultorio", la parentesi sui parenti mi ha fatto sentire meno sola e quella sui due cani mi ha incoraggiata (ne ho due anch'io). Lo consiglio.

    ha scritto il 

  • 5

    Partorire è la prova più coraggiosa e nobile e formante per la donna. Ma anche nel dopo non si scherza.

    Nel dopo non si scherza, anzi è lì che viene il bello.
    Tra poppate e paranoie varie sul “piange, ...continua

    Partorire è la prova più coraggiosa e nobile e formante per la donna. Ma anche nel dopo non si scherza.

    Nel dopo non si scherza, anzi è lì che viene il bello.
    Tra poppate e paranoie varie sul “piange, perché piange, ma quanto piange, smetterà mai di piangere?” c’è da perderci la testa, e quando si è nell'occhio del ciclone della neomammitudine, la luce alla fine del tunnel sembra non esistere.

    Ti chiedi come tua mamma, tua nonna, la tua amica, abbiano superato tutto questo, come abbiano resistito alla stanchezza e alla carenza di sonno. Ti dici che, se sono tornate ad essere persone equilibrate con una vita normale, ad un certo punto la luce prima o poi arriverà ma adesso, con il pupo che singhiozza per chissà quale motivo, non riesci proprio a crederci.
    La domanda più ricorrente, la domanda più preoccupante. Dorme? A volte. Quanto dorme? Mai abbastanza. Niente è importante come la nanna. Il sonno del tuo bimbo decreta la tua sanità mentale. Non sto esagerando: se la Patata dorme vuol dire che dormo anch’io e la giornata trascorre in armonia e serenità. Ma se non dorme... tutto diventa pesantissimo.
    Silvia Gianatti intende rivelare a tutte le sue lettrici quella luce attraverso la sua esperienza di neomamma, che nel ciclone di ansie e poppate ci è passata e che pian piano ha visto finalmente la quiete dopo la tempesta.

    Un libro simile ad un manuale: diviso in undici macro sezioni composte dalle classiche domande più comuni, alle quali la Gianatti risponde in maniera chiara e coincisa (un paio di pagine al massimo). Da leggere sul letto mentre la tua, di patata, è nella palestrina, o magari su una panchina al parco mentre lei sonnecchia e tu la ninni con il piede.

    Una piacevole avventura dal tono ironico e confidenziale, con uno stile spigliato che scorre veloce e fa sorridere. Scritto da quella che potrebbe essere una tua amica o una sorella che ha partorito qualche mese prima di te e che ti racconta con sincerità quali sono stati i suoi dubbi e le sue paure, come le ha affrontate, cosa le hanno consigliato altre neomamme, le puericultrici, i pediatri. Leggendo vi troverete spesso a dire “guarda, anche la mia (o il mio) bimba fa così/la mia questo non lo faceva”. Cercherete nelle sue parole un po' di voi stesse e riuscirete a ridere delle battute e degli aneddoti che Silvia vi offre.

    Il messaggio che arriva chiaro e forte, anche alle menti delle neomamme più stanche ed in preda agli ormoni, è quello di stare serene. L’importante è fare quello che ti rende tranquilla, seguendo i tuoi ritmi e i tuoi tempi, mettendo al bando pressioni e aspettative esterne. Il bambino è tuo e nessuno meglio di te può capire come trovare l'equilibrio giusto tra le tue e le sue necessità. Se tu sei serena, lui riuscirà a percepirlo e si rasserenerà.

    Altro messaggio importante: goditi questo momento. Perché le notti insonni e i suoi pianti inconsolabili passeranno presto (anche se sembra impossibile crederci) e un po' ti mancherà.

    Guarda che è normale! Siamo tutte super mamme è un libro che consiglio a tutte le neomamme: per confrontarsi ma anche, e soprattutto, per rilassarsi. Un modo per ridere e sorridere delle proprie paranoie su latte/crescita/cacca/sonno/pianto/coliche/tutto quello che gira intorno ad un bebè perché, è proprio vero, con la patata (la mia) che ha quattro mesi e che ormai dorme tutta la notte, quella luce in fondo al tunnel, non solo sembra vicinissima, ma anche luminosa ed abbagliante.

    Trovate il resto del post su Diario di Pensieri Persi: http://www.diariodipensieripersi.com/2013/05/recensione-guarda-che-e-normale-siamo.html

    ha scritto il 

  • 5

    Libro interessante e utile per le neomamme o future mamme!! Ve lo consiglio anche perché meglio di tanti manuali sulla gravidanza e il dopo!! Un libro divertente come fosse un consiglio di un'amica fi ...continua

    Libro interessante e utile per le neomamme o future mamme!! Ve lo consiglio anche perché meglio di tanti manuali sulla gravidanza e il dopo!! Un libro divertente come fosse un consiglio di un'amica fidata che ci è passata per l'esperienza di mamma (non come tanti manuali scritti da Dottori e maschi!!!).
    Il consiglio più giusto: PENSATE AL VOSTRO BENESSERE CHE E' POI ANCHE QUELLO DEL/DELLA PICCOLO/A!! Primo importante consiglio!!!
    E' un libro che anche le mamme già rodate e con figli maggiori di 6 mesi possono leggere per farsi due risate e dire: "E' successo anche a me così"

    ha scritto il 

  • 4

    Poppate, nanna, ciucci, meconio, pianti, pannolini, carrozzine, ore di sonno perse, aspetto decadente, pianti e urla nel cuore della notte. Avete problemi nel gestire tutto ciò? Siete sull’orlo di una ...continua

    Poppate, nanna, ciucci, meconio, pianti, pannolini, carrozzine, ore di sonno perse, aspetto decadente, pianti e urla nel cuore della notte. Avete problemi nel gestire tutto ciò? Siete sull’orlo di una crisi di nervi? I pargoletti neo-arrivati in famiglia mettono a rischio la vostra stabilità e il vostro equilibrio mentale che a fatica credevate di avere raggiunto? Bene, non disperate, donne! Il libro di Silvia Gianatti, arrivato in libreria il 18 aprile scorso, dal titolo Guarda che è normale! Siamo tutte supermamme, ed edito da Leggereditore, è quello che fa per voi.
    Prosegui su:
    http://www.recensionilibri.org/2013/05/guarda-che-e-normale-siamo-tutte-supermamme-il-nuovo-libro-di-silvia-gianatti.html

    ha scritto il