Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Guernica

By Carlo Lucarelli

(51)

| Paperback | 9788806200251

Like Guernica ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

40 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Sensazione finale: E basta?

    Non saprei da dove cominciare con questo libro... Credo si potrebbe descrivere come un libro strano, molto strano.. con un finale intrigante quanto aperto. Rimango con la sensazione d'incompletezza e credo la faccia da stupido (per fortuna nessuno mi ...(continue)

    Non saprei da dove cominciare con questo libro... Credo si potrebbe descrivere come un libro strano, molto strano.. con un finale intrigante quanto aperto. Rimango con la sensazione d'incompletezza e credo la faccia da stupido (per fortuna nessuno mi ha visto)

    Is this helpful?

    Spagnolo said on Nov 27, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La tristezza di una guerra in cui fucilano poeti

    Quando poesia e tragedia si sposano, hai un buon romanzo.
    Quando aggiungi l'ironia, però, hai il capolavoro.

    Is this helpful?

    Callie S. said on Feb 27, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Guernica è la storia di Filippo Stella sicario, puttaniere, contrabbandiere, ladro e spia, uno capace, durante la guerra di Spagna, di vendere comunisti ai falangisti in un capitolo e falangisti agli anarchici la pagina successiva. È una specie di tu ...(continue)

    Guernica è la storia di Filippo Stella sicario, puttaniere, contrabbandiere, ladro e spia, uno capace, durante la guerra di Spagna, di vendere comunisti ai falangisti in un capitolo e falangisti agli anarchici la pagina successiva. È una specie di tutti contro tutti, in cui Stella si trova benissimo, forte del suo cinismo e della sua capacità di mistificatore (Sì, signor capitano, - dissi, strozzato dai fagioli di traverso. Lui pensò che fosse commozione e si allungò per stringermi la spalla). Stella è uno sveglio Lo guardai e da come mi guardò guardarlo capii che aveva capito che avevo già capito anch’io. Fui più veloce. Estrassi la Maser e gli sparai in un occhio.
    Viene arruolato per accompagnare un capitano alla ricerca delle spoglie di un amico d’infanzia e, passando da Teruel a Sigüenza a Madrid fino a Guernica, attraversa una Spagna piena di orrore, di voci riportate, di maledizioni, di zingare e streghe.
    L’orrore cresce man mano ci si avvicina a Guernica, ma è un orrore che gradualmente diventa onirico e visionario, un orrore in cui è difficile distinguere la realtà dalla finzione, come sempre quando non si crede alla realtà che ci mostrano gli occhi. Si respira un’aria di morte soffocante; si odora il sangue come in un mattatoio.
    Questo breve romanzo si chiude con quadro donchisciottesco, forse a significare che l’orrore rende pazzi o è dei pazzi, un omaggio a Borges e un andare del capitano e del suo scudiero che ricorda, in qualche modo, il placido allontanarsi di Guglielmo da Baskerville e Adso con cui si chiude Il nome della rosa.

    Is this helpful?

    arancioeblu said on Jan 5, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    sciarada cazzona

    tono lieve, incontri epici, personaggi alla taibo II per una storia che racconta un fatto drammatico, anche se dopo Papa parlare della Spagna con penne così spuntate...

    Is this helpful?

    Acetico Glaciale said on Dec 26, 2011 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book