Guerra e pace

Di

Editore: Baldini Castoldi Dalai

4.5
(4335)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 1638 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Chi tradizionale , Francese , Russo , Olandese

Isbn-10: 8860735157 | Isbn-13: 9788860735157 | Data di pubblicazione: 

Curatore: Loretta Loi

Disponibile anche come: Cofanetto , Altri , Copertina rigida , Tascabile economico , Rilegato in pelle , Copertina morbida e spillati , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Politica

Ti piace Guerra e pace?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    L''ispirazione da cui trae spunto inizialmente l'autore era quella di descrivere la Russia nella prima metà del 1850, ma venne fuori una storia che descriveva le vicende di due famiglie, i Bolkonskij ...continua

    L''ispirazione da cui trae spunto inizialmente l'autore era quella di descrivere la Russia nella prima metà del 1850, ma venne fuori una storia che descriveva le vicende di due famiglie, i Bolkonskij e i Rostov, durante la campagna napoleonica in Russia (1812). Molto si è scritto e si scriverà ancora, ma Tolstoj, nella sua opera, muove con abilità unica la sua lente di ingrandimento allargando e rimpicciolendo la sua prospettiva per includere di volta in volta il singolo personaggio o l'umanità intera, senza però permettere che lo sguardo del lettore risulti sfocato. Più si va avanti, più Tolstoj confuta le scelte ai suoi personaggi: è il fato, o se si vuole il destino, una sorta di immanenza che vuole dimostrare delle verità fondamentali della sua religione rivelata muovendo dai bisogni della coscienza umana, e che provoca le tragedie e le felicità. In questo classico l'A. esprime, in definitiva, la convinzione dell'esistenza di una «legge naturale» che determina la vita degli uomini, ma che essi – incapaci di comprenderla – rappresentino la storia come una successione di libere scelte di cui attribuiscono le responsabilità a «grandi uomini» dotati di eroiche virtù o terribili vizi. Questa è tra le tante interpretazioni che si è dato al suo pensiero. Guerra e Pace è ciò che l’autore volle e poté esprimere, con serenità d'animo e trasparenza. Il racconto, quindi, ci accompagna con impressioni gradevoli all'animo, privo di rilievi conferiti a un elemento delle frasi stesse mediante anticipazione o posticipazione rispetto alla posizione normale, senza trasporti o accaloramenti e senza essere eccessivamente illustrativo. Nulla quaestio le tematiche e la scrittura: semplicemente favolosamente rivoluzionario il suo pensiero!

    ha scritto il 

  • 4

    Non fatevi spaventare dalla mole perchè questo libro è un capolavoro della letteratura. Un libro da leggere almeno una volta nella vita ed è anche scorrevole. I personaggi rimangono nel cuore: Natasja ...continua

    Non fatevi spaventare dalla mole perchè questo libro è un capolavoro della letteratura. Un libro da leggere almeno una volta nella vita ed è anche scorrevole. I personaggi rimangono nel cuore: Natasja, Pierre, il principe Andrej, la principessa Marja. Il finale lascia un pò l'amaro in bocca ma dovete leggerlo di persona.

    ha scritto il 

  • 5

    Monumentale opera di Tolstoj, Guerra e Pace è uno dei migliori romanzi storici che io abbia mai letto. La partecipazione ed il conivolgimento nelle vicende dei Rostov e dei Bolkonskij mi sono apparse ...continua

    Monumentale opera di Tolstoj, Guerra e Pace è uno dei migliori romanzi storici che io abbia mai letto. La partecipazione ed il conivolgimento nelle vicende dei Rostov e dei Bolkonskij mi sono apparse talmente reali da farmi dimenticare la realtà stessa. In più di un passo ho vissuto esperienze già vissute con gioia e con dolore. A volte ho letto della morte e ne ho pianto, a volte della gioia e ne ho riso. Impossibile rimanere passivamente assenti. Lettura assolutamente imperdibile.

    ha scritto il 

  • 5

    La Storia

    Con Guerra e pace credo di aver raggiunto il punto più alto di ciò che amo trovare in un libro, però non me la sento di recensire un pilastro della letteratura mondiale, voglio limitarmi a scrivere la ...continua

    Con Guerra e pace credo di aver raggiunto il punto più alto di ciò che amo trovare in un libro, però non me la sento di recensire un pilastro della letteratura mondiale, voglio limitarmi a scrivere la mia personale esperienza di lettura.
    Per molto tempo l'ho lasciato a prendere polvere sullo scaffale della libreria. Troppe aspettative forse, un leggero timore di rimanerne delusa, e una grande paura di doverlo rimettere a posto una volta girata l'ultima pagina dell'epilogo. Con Guerra e pace, ho amato un libro, un genere, un autore, una storia... la Storia. Per una laureata in Storia moderno-contemporanea è singolare, ma non si smette mai di crescere e di capire. Tolstoj ha confezionato uno sprazzo di libertà in una vita di necessità. E poi diciamocelo è proprio bravo Lev, ha una padronanza del linguaggio e delle immagini tali da farti stampare sulla faccia un sorriso ebete a ogni passo. Se leggendo aspirate a immedesimarvi nei personaggi e nelle loro vicende, forse non è questo il libro giusto del momento. In Guerra e pace si respira umanità, lo scorrere lento e continuo del lavorio degli uomini, di tutti gli uomini, dal contadino al capo di stato, ognuno fa il suo e solo in minima parte ne è veramente attore protagonista. E per carità, non intendo acclamare alcuna verità rivelata, tutto quanto si trova in queste 1500 pagine di alta letteratura era già stato oggetto di indagine e riflessione, a migliaia ne saranno stati scritti di libri sulla Storia, ma come lo fa lui signori, NESSUNO.

    ha scritto il 

  • 5

    Romanzo non facile da leggere, sia per la corposità che per alcuni aspetti del contenuto. Personaggi affascinanti con cui è impossibile non entrare in sintonia, o provare profonda antipatia. Come non ...continua

    Romanzo non facile da leggere, sia per la corposità che per alcuni aspetti del contenuto. Personaggi affascinanti con cui è impossibile non entrare in sintonia, o provare profonda antipatia. Come non amare Natasha? E come non odiare Napoleone?Un'ambientazione stupenda.
    Una lettura indimenticabile, che cattura.

    ha scritto il 

  • 5

    "Se si ammette che la vita umana possa essere guidata dalla ragione, si distrugge la possibilità stessa della vita"
    Ecco, bisogna leggere un tomo da 1500 pagine scritto in piccolo su fogli da messale ...continua

    "Se si ammette che la vita umana possa essere guidata dalla ragione, si distrugge la possibilità stessa della vita"
    Ecco, bisogna leggere un tomo da 1500 pagine scritto in piccolo su fogli da messale per dare un senso a questa frase? Si!
    Si, e ne vale la pena.

    ha scritto il 

  • 5

    "Un romanzo che parla della vita. A 360°. C'è tutto."

    Recensione completa su http://bookshelf54.blogspot.it/2016/02/lev-tolstoj-guerra-e-pace.html (spoiler alert)

    ha scritto il 

  • 5

    È banale dirlo, ma non è una lettura facile. Guerra e pace è però un'opera davvero bellissima e che vale la pena essere letta. I personaggi sono vivi come mi è capitato di trovare raramente, con le lo ...continua

    È banale dirlo, ma non è una lettura facile. Guerra e pace è però un'opera davvero bellissima e che vale la pena essere letta. I personaggi sono vivi come mi è capitato di trovare raramente, con le loro gioie e delusioni, vittorie e sconfitte, sogni e paure. Ci si immerge nella storia con facilità ed é poi difficile uscirne.
    L'unica parte che non mi ha convinto, sono le pagine in cui Tolstoj esprime i suoi pensieri filosofici sulla Storia - queste parti le ho trovate un po' pesanti.
    Mi sono avvicinato con una certa paura al mio primo Classico della letteratura... Ma alla fine ne é valsa la pena. Consigliato!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per