Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Guerra e pace

By Lev Nikolaevič Tolstoj

(340)

| Hardcover | 9788881830312

Like Guerra e pace ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Guerra e pace", certamente il capolavoro di Tolstoj, è, come ha scritto Ettore Lo Gatto, "la più grande opera della letteratura narrativa russa e una delle più grandi della letteratura europea del secolo XIX". Il romanzo racconta la storia di due fa Continue

"Guerra e pace", certamente il capolavoro di Tolstoj, è, come ha scritto Ettore Lo Gatto, "la più grande opera della letteratura narrativa russa e una delle più grandi della letteratura europea del secolo XIX". Il romanzo racconta la storia di due famiglie aristocratiche, i Bolkonski e i Rostòv, in una Russia sconvolta dalla guerra e dall'invasione napoleonica. L'epopea del popolo russo, il rapporto fra personalità individuale e collettività, i grandi temi filosofici dell'Ottocento e l'interrogazione sul senso della Storia si fondono letterariamente in questa grandiosa narrazione tolstojana.

579 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Bello il confronto tra la vita dei soldati e quella degli ufficiali,la differenza tra chi fa la guerra e chi n'è se la fa raccontare.Uno spaccato di vita russa.
    L'unico problema sono tutte quelle parole francesi,per uno come me una fatica cercare di ...(continue)

    Bello il confronto tra la vita dei soldati e quella degli ufficiali,la differenza tra chi fa la guerra e chi n'è se la fa raccontare.Uno spaccato di vita russa.
    L'unico problema sono tutte quelle parole francesi,per uno come me una fatica cercare di leggerle...

    Is this helpful?

    Dario said on Sep 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    LIBRO PRIMO

    I) Il lettore e la lettrice che si apprestano a leggere questo intramontabile e "sempreverde" romanzo si sentono fin da subito coinvolti nelle vicissitudini e nell'ambiente che Tolstoj magistralmente introduce loro. Sembra infatti di con ...(continue)

    LIBRO PRIMO

    I) Il lettore e la lettrice che si apprestano a leggere questo intramontabile e "sempreverde" romanzo si sentono fin da subito coinvolti nelle vicissitudini e nell'ambiente che Tolstoj magistralmente introduce loro. Sembra infatti di conoscere i personaggi da una vita, come se si fosse cresciuti a pane e feste in un contesto umano e quotidiano perché l'autore non idealizza nessuno, bensì descrive ciascuno nella sua fragile, a volte inquieta o tranquilla realtà. A me è infatti sembrato di farne parte, di ballare con Pierre, di parlare con Anna M. o con Anna P. del più e del meno, di sentire la routine della vita di campagna come Marja, di progettare un futuro come Natasja sogna con Boris.
    Gli aneddoti circa la guerra mi annoiano un po', ma senza di essi Tolstoj non avrebbe raccontato il vero, data l'epoca che scelse di narrare e non sarebbe stato di certo credibile.

    II) Con la seconda parte, il lettore e la lettrice sono catapultati al fronte, nella battaglia di Austerlitz. Si respirano sentimenti contrastanti nei personaggi coinvolti, si passa infatti dal coraggio alla paura, dal desiderio di combattere per la patria alla realizzazione di quel che la guerra effettivamente è, nella sua cruda e dura realtà. Bellissimo il pezzo: << Si levò tra i soldati, rimbombante, una risata così sana, così allegra (e attraverso la linea degli avamposti si comunicò involontariamente anche ai francesi) da dar l'impressione che, orami, non c'era più da far altro che scaricare i fucili, far esplodere le cariche, e tornarsene di buon passo ciascuno a casa sua. Ma i fucili rimanevano carichi, le feritoie delle batterie, dalle case e dai terrapieni, guardavano sempre con la stessa minaccia in avanti, e sempre allo stesso modo rimanevano puntati gli uni contro gli altri, staccati dagli avantreni, i cannoni.>>
    Ho apprezzato anche qui il modo in cui Tolstoj riesca a fare immedesimare chi legge nei personaggi, tratteggiati realisticamente nel loro orgoglio e debolezze, finendo col percepire i loro stati d'animo: ho infatti avuta l'impressione di far parte della vicenda, di esserne partecipe diretta e sperare nella mia salvezza nonché nella vittoria del "mio" esercito. Devo ammettere però che spesso mi sono persa e sono dovuta ritornare indietro per riprendere il filo, in quanto sono ahimè presenti molte descrizioni tecniche che mi hanno annoiata un po'.

    Is this helpful?

    Ila* said on Sep 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Gruppo di Lettura

    Prima settimana

    Sono contenta di essermi fatta convincere da Eli a partecipare a questo gruppo di lettura.
    Avevo letto Guerra e Pace anni fa, alle medie, in una versione ridotta e mi ero sempre ripromessa di leggere la versione integrale, ma ...(continue)

    Prima settimana

    Sono contenta di essermi fatta convincere da Eli a partecipare a questo gruppo di lettura.
    Avevo letto Guerra e Pace anni fa, alle medie, in una versione ridotta e mi ero sempre ripromessa di leggere la versione integrale, ma non mi ero mai decisa.
    La prima parte serve da rodaggio: bisogna entrare in sintonia con la storia, con i vari personaggi, bisogna capire le varie parentele e dinamiche, bisogna abituarsi alla scrittura di Tolstoj.
    Una volta che si è preso il via, però, tutto scorre liscio.
    Mi piace molto il fatto che l'autore si dilunghi nelle descrizioni perché mi permette di figurarmi appieno la nobiltà di russa di quel tempo.

    Is this helpful?

    Frencina said on Sep 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Con Gruppo di Lettura

    LIBRO PRIMO PARTE PRIMA
    Il caro Tolstoj è veramente prolisso e le sue descrizioni sono lunghissime, ho cercato di rilassarmi e immedesimarmi in un lettore del 1865 quando non c'erano le televisioni e quando tante emozioni passavano dalle parole e non ...(continue)

    LIBRO PRIMO PARTE PRIMA
    Il caro Tolstoj è veramente prolisso e le sue descrizioni sono lunghissime, ho cercato di rilassarmi e immedesimarmi in un lettore del 1865 quando non c'erano le televisioni e quando tante emozioni passavano dalle parole e non dalle immagini.
    Poi ho avuto l'impressione che l'autore abbia una (spero innocente) ossessione per le donne e le ragazze. Le descrizioni femminili sono sempre più accurate di quelle maschili e non si risparmia l'uso della parola "bella".
    Ha anche un'altra ossessione quella per la peluria sul labbro superiore di Lise...Volevo contare quante volte lo ha detto!

    LIBRO PRIMO PARTE SECONDA

    Meno male che anche voi avete fatto fatica...Se non fossi stata in questo gruppo di lettura avrei saltato questa parte a piè pari...

    Senza mettere in dubbio la bravura di Tolstoj nelle descrizioni io sono una lettrice media, di cultura media e mi sono chiesta per tutte queste (per fortuna solo 100) pagine che interesse avevo in quello che leggevo...Nessuno, ve lo confesso. Se non quando arrivava il nome di Andrej e allora prestavo più attenzione per conoscerlo meglio. O Rostov.

    Quello che ne esce è davvero un pessimo ritratto dell'esercito russo, soprattutto dei capi: disorganizzati, arroganti...

    Io SPERO con tutto il cuore che la parte Guerra sia inferiore a quella Pace altrimenti sarà davvero dura continuare........

    Non mi piacciono le guerre, non mi interessano le battaglie, non mi appassiona la vita militare...Una noia mortale!

    LIBRO PRIMO PARTE TERZA

    Ho scoperto il segreto! Questo romanzo è stato pubblicato dal 1865 al 1869 su una rivista. A puntate!!! Ecco, bisognerebbe leggerlo proprio così, in quattro anni. O almeno al massimo un capitolo al giorno. Così si spiegherebbero le ripetizioni di Tolstoj che servono per fissare un personaggio e ricordarlo quando lo si ritrova dopo un po'. In questo modo la noiosissima guerra risulterebbe meno pesante. Sarebbe come guardare una fiction. Anche le minuziose descrizione sarebbero più apprezzate...
    Comunque... Pierre ed Hélène cioè: il potere della bellezza...il potere della ricchezza...
    Marja: non rinunciare alla tua felicità per dedicarti a quella degli altri!!!Non serve a niente, è una magra consolazione.
    Non sopporto più neanche Andrej e Rostov...Quando finisce la guerra?

    Is this helpful?

    Giannina Alchemilla said on Sep 7, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book