Guida galattica per gli autostoppisti

I libri di Urania, 7

Di

Editore: Mondadori

4.1
(14464)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 175 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Portoghese , Tedesco , Francese , Catalano , Giapponese , Greco

Isbn-10: 880436615X | Isbn-13: 9788804366157 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: eBook , Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Guida galattica per gli autostoppisti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Avviso al popolo della Terra: POPOLO DELLA TERRA, ATTENZIONE, PREGO. QUI PARLA LA COMMISSIONE PER LA PIANIFICAZIONE DELL'INTERSPAZIO GALATTICO. I PIANI DI SVILUPPO DELLE ZONE PERIFERICHE DELLA GALASSIA RICHIEDONO LA COSTRUZIONE DI UNA SUPERSTRADA IPERSPAZIALE ATTRAVERSO IL VOSTRO SISTEMA STELLARE. IL CHE RENDE SFORTUNATAMENTE NECESSARIA LA DEMOLIZIONE DI ALCUNI PIANETI TRA CUI IL VOSTRO. I LAVORI AVRANNO INIZIO IMMEDIATO E DURERANNO CIRCA DUE MINUTI TERRESTRI. GRAZIE.

Avviso ai lettori di questo romanzo: NON LASCIATEVI PRENDERE DAL PANICO.

Ordina per
  • 3

    E' come se Kubrick avesse girato Alice nella Galassia delle Meraviglie. Non sapevo se fosse stato una Supercazzola della costellazione di Antani e dopo averci pensato per 42 profondi secondi ho trovato la risposta.....

    **** - una perchè purtroppo non sono un lettore inglese di fine anni '70 e qualcosa non l'ho colta. Surreale summa filosofica sull'esistenza umana e universale, la parte della Balena mi ha ricordato " ...continua

    **** - una perchè purtroppo non sono un lettore inglese di fine anni '70 e qualcosa non l'ho colta. Surreale summa filosofica sull'esistenza umana e universale, la parte della Balena mi ha ricordato "l'insostenibile leggerezza dell'essere" e da oggi porterò più rispetto per i topolini ed ascolterò meglio il canto dei delfini....

    ha scritto il 

  • 5

    Divertentissimo

    Se non vi siete mai fatti un acido e siete curiosi di sapere cosa si prova, ecco leggete questo libro. Io l'ho fatto proprio per quello :-)
    L'assurdo domina la storia. La Terra che viene demolita perc ...continua

    Se non vi siete mai fatti un acido e siete curiosi di sapere cosa si prova, ecco leggete questo libro. Io l'ho fatto proprio per quello :-)
    L'assurdo domina la storia. La Terra che viene demolita perché proprio da lì deve passare una tangenziale interstellare, però ci sono un paio di superstiti grazie ad alcuni alieni travestiti da umani che bazzicavano da quelle parti... Il racconto è davvero divertente, leggero ma con un bel messaggio di fondo che viene snocciolato soprattutto all'inizio, quando ci vediamo osservati da fuori. Questi umani inquieti, così legati a quei fogliettini verdi di per sé privi di valore...
    Un altro dei motivi per cui ho scelto di leggerlo è che viene data la risposta alla Grande Domanda sulla Vita, l'Universo e Tutte le Cose! La risposta vi sconvolgerà, soprattutto quelli della mia età rimarranno assai stupiti :-)
    Adatto agli amanti della fantascienza, soprattutto quelli un po' pazzi come me.
    Buona lettura!

    ha scritto il 

  • 3

    42 è la risposta ... ma la domanda?

    Sicuramente un libro divertente e d ironico. Lo definirei senza capo ne coda e forse scritto proprio con questo scopo. Personalmente non è il mio genere, ma l'ho sentito nominare in lungo e in largo c ...continua

    Sicuramente un libro divertente e d ironico. Lo definirei senza capo ne coda e forse scritto proprio con questo scopo. Personalmente non è il mio genere, ma l'ho sentito nominare in lungo e in largo che alla fine ho deciso di leggerlo. Non mi ha convinto, anche se stimola la mia curiosità per il prossimo .... chissà!?

    ha scritto il 

  • 5

    Credo di non aver mai letto un libro del genere. L'ho trovato a dir poco brillante!
    Da un lato c'é questa narrazione eccezionalmente leggera e divertente che molte volte ti porta a sorridere e a dire ...continua

    Credo di non aver mai letto un libro del genere. L'ho trovato a dir poco brillante!
    Da un lato c'é questa narrazione eccezionalmente leggera e divertente che molte volte ti porta a sorridere e a dire "ma che cavolata", dall'altra invece si parte con l'idea di leggere un romanzo di fantascienza senza troppe pretese e ci si ritrova a riflettere sulla vita, il destino e la casualità.
    Tirando le somme io ritengo che Douglas Adams era uno scrittore che sapeva davvero usare le parole, sapeva come dare un tocco magico a ciò che che raccontava senza però cadere nel banale o nel tedioso; era un autore che sapeva parlare di grandi temi con una leggerezza straordinaria.
    Tuttavia non lo ritengo un libro che possa piacere a tutti: é particolarmente leggero e veloce e le parole si susseguono come una musica, ma se non piace il genere c'é poco da fare.

    ha scritto il 

  • 5

    Ho riso fino alle lacrime

    Un romanzo che fonda un genere tutto suo, che definirei "cazzeggio letterario".
    La trama è il pretesto per una serie di squisite e divertentissime goliardate, che non risparmiano niente e nessuno, dal ...continua

    Un romanzo che fonda un genere tutto suo, che definirei "cazzeggio letterario".
    La trama è il pretesto per una serie di squisite e divertentissime goliardate, che non risparmiano niente e nessuno, dalle abitudini quotidiane alle grandi questioni filosofiche. Avrete finalmente una precisa risposta a domande fondamentali tipo : qual è il senso della vita, dell'universo e tutto quanto? Chi ha creato la Terra e perché? Come si imparano tutte le lingue conosciute in un secondo? Perché le coste della Norvegia sono così frastagliate? Affrettatevi a leggerlo, prima che vi demoliscano la casa per costruire un'autostrada. O, peggio, prima che qualcuno vi legga una poesia del prostecnico vogon Jeltz!

    ha scritto il 

Ordina per