Guns, Germs and Steel

The Fates of Human Societies

By

Publisher: WW Norton & Co

4.4
(3573)

Language: English | Number of Pages: 480 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Chi simplified , Spanish , Italian , Korean , Finnish , Danish , Polish

Isbn-10: 0393317552 | Isbn-13: 9780393317558 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio CD , Audio Cassette , School & Library Binding , Others , eBook

Category: History , Science & Nature , Social Science

Do you like Guns, Germs and Steel ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
In this "artful, informative, and delightful" (William H. McNeill, New York Review of Books) book, Jared Diamond convincingly argues that geographical and environmental factors shaped the modern world. Societies that had had a head start in food production advanced beyond the hunter-gatherer stage, and then developed religion --as well as nasty germs and potent weapons of war --and adventured on sea and land to conquer and decimate preliterate cultures. A major advance in our understanding of human societies, Guns, Germs, and Steel chronicles the way that the modern world came to be and stunningly dismantles racially based theories of human history. Winner of the Pulitzer Prize, the Phi Beta Kappa Award in Science, the Rhone-Poulenc Prize, and the Commonwealth club of California's Gold Medal.
Sorting by
  • 4

    13000 anni

    io l'ho letto con fatica, ma è colpa mia? boh...
    lo rileggeresti? grazie per la domanda: No
    aspetto una ventina d'anni per riprenderlo in mano
    lo consiglieresti? si, a chi ha interesse per la geopoli ...continue

    io l'ho letto con fatica, ma è colpa mia? boh...
    lo rileggeresti? grazie per la domanda: No
    aspetto una ventina d'anni per riprenderlo in mano
    lo consiglieresti? si, a chi ha interesse per la geopolitica,antropologia e altre amenità.

    said on 

  • 5

    Davvero notevole

    Mi è piaciuto molto. E' un approfondimento di particolari storici che insieme non vengono mai presi in considerazione. Un lavoro notevole, da apprezzare.

    said on 

  • 4

    一開始要能啃得下去,越到後面會越有趣,逐漸了解原來世界的演變是如此,對於世界的眼會會有不同的想法!

    said on 

  • 3

    Interessante ma lungo

    Gli argomenti trattati nel libro sono molto interessanti e si percepisce il lungo studio che l'autore ha dedicato a cercare il perché delle differenze di sviluppo tecnologico, ricchezza e importanza n ...continue

    Gli argomenti trattati nel libro sono molto interessanti e si percepisce il lungo studio che l'autore ha dedicato a cercare il perché delle differenze di sviluppo tecnologico, ricchezza e importanza negli equilibri globali di alcune aree del mondo rispetto ad altre. Il libro è tuttavia troppo lungo, spesso ripetitivo, con molti dettagli che difficilmente chi non è uno studioso ricorderà e che invece spesso distraggono. Nella versione e-book manca il corredo illustrativo di cartine che invece è presente, seppure in misura ridotta, nella versione paperback in italiano.

    said on 

  • 5

    Vi siete mai chiesti perché non sono stati gli inca a invadere l'Europa? O perché non sono stati gli africani a schiavizzare gli europei?
    Perché l'Europa è tra le zone più avanzate al mondo?
    Pensate d ...continue

    Vi siete mai chiesti perché non sono stati gli inca a invadere l'Europa? O perché non sono stati gli africani a schiavizzare gli europei?
    Perché l'Europa è tra le zone più avanzate al mondo?
    Pensate davvero che la superiorità occidentale derivi da una superiorità razziale? Beh, non è così. Abbiamo avuto soltanto fortuna nel nascere nel posto giusto, con le piante giuste, gli animali giusti, col clima giusto.
    Perché sostanzialmente è tutto questione di clima e geografia, tutto il resto è soltanto derivato da questa serie di fattori.

    Il libro è scritto decisamente bene, sono poche le parti che un po' annoiano.
    La prima parte, in particolar modo, è la più interessante e, se sei a digiuno di questa materia, ti fa esclamare un "ohhh" è un "ahhhh" ogni dieci pagine.
    La seconda parte invece diventa un po' più pesante perché sostanzialmente fa un resoconto di molti popoli e le dinamiche sono sempre più o meno le stesse.
    Inoltre ho la sensazione che questo libro sia stato scritto partorendo da articoli divulgativi già scritto in precedenza perché hai spesso quella sensazione di "ok, me lo hai ribadito trenta pagine fa, l'ho capito" che si ritrova spesso in questi tipi di saggi.
    Nel complesso è un libro che mi sentirei di consigliare a tutti.

    said on 

Sorting by