Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Suchen Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Gut gegen Nordwind

By

Verleger: Zsolnay

3.7
(3989)

Language:Deutsch | Number of Seiten: 224 | Format: Others | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) Chi traditional , Italian , Spanish , Catalan , French , Portuguese

Isbn-10: 3552060413 | Isbn-13: 9783552060418 | Publish date:  | Edition 1

Auch verfügbar als: Paperback

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like Gut gegen Nordwind ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 3

    Mi sembrava un libro stupidino, attendere impazientemente posta da qualcuno che non si è mai visto e del quale non si conosce neppure la voce....no, lo volevo accantonare. Poi però la curiosità ti prende e l'intrusione del marito movimenta la storia con un finale a sorpresa.

    gesagt am 

  • 4

    Me he leído este libro de un tirón. Es muy entretenido, y dinámico gracias a que toda la historia se cuenta a través de los emails que se intercambian los personajes principales. Quizás no es muy creíble cómo se desarrolla esta relación, pero si te dejas llevar puedes disfrutar mucho.
    Lo ún ...weiter

    Me he leído este libro de un tirón. Es muy entretenido, y dinámico gracias a que toda la historia se cuenta a través de los emails que se intercambian los personajes principales. Quizás no es muy creíble cómo se desarrolla esta relación, pero si te dejas llevar puedes disfrutar mucho.
    Lo único negativo que le he visto a este libro, es el personaje de Emmi, me parece un poco ridícula, creída y como el perro del hortelano.

    gesagt am 

  • *** Dieser Kommentar enthält Spoiler! ***

    3

    Brutto ma bello. Does it make sense? Forse no. Il fatto è che non posso dire che mi sia piaciuto però mi ha piacevolmente intrattenuta.
    La storia è semplice: a causa dell'errore di invio di un'email, Emmi e Leo iniziano a scriversi, inizialmente in toni scherzosi poi vi ...weiter

    Brutto ma bello. Does it make sense? Forse no. Il fatto è che non posso dire che mi sia piaciuto però mi ha piacevolmente intrattenuta.
    La storia è semplice: a causa dell'errore di invio di un'email, Emmi e Leo iniziano a scriversi, inizialmente in toni scherzosi poi via via sempre più coinvolti. Decidono di vedersi, ci sono fraintendimenti, bisogna considerare che Emmi è sposata, anzi, felicemente sposata. Morale della storia alla fine non solo non si incontrano ma Leo molla il colpo e non le risponde più.
    Come dicevo, non è uno dei libri che in genere mi piace leggere. Tanto più che è una serie di email così brevi che a volte sembrano sms. Ad aggravare il tutto c'è il fatto che spesso i due diventano giusto un filino verbosi e filosofeggianti in maniera per me insopportabile e che Emmi sia una vera e propria figa di legno. Io capisco che ha un marito ma lei la gatta morta la fa a mille... Leo ci provicchia ma lei getta il sasso e nasconde la mano un po' troppo spesso per i miei gusti. Oltretutto mette in piedi casini allucinanti per suoi castelli mentali, accusando, infuriandosi sulle basi del nulla che se io fossi stata Leo avrei smesso di scriverle al minuto due e il libro sarebbe durato venti pagine massimo. Da notare che, chiaramente, entrambi sono bellissimi. E ci mancherebbe!
    Ma tutte queste critiche e poi dico che è un libro anche bello? Ebbene sì, in modo perverso non so bene perché ma ad un certo punto ha iniziato anche a piacermi un pochino. Abbastanza per farmi dire: vediamo di leggere il seguito. E così farò.
    Chiaramente mi aspetto un happy ending spudorato perché l'unica scelta giusta giustissima di questo "romanzo" l'autore se la giocherà col prossimo, ne sono quasi sicura.

    gesagt am 

  • 2

    "Emmi, mi scriva. Scrivere è come baciare, solo senza labbra."

    Dopo anni che stazionava nella mia lista dei desideri finalmente sono riuscita a mettere le mani su questo brevissimo libro, composto esclusivamente dalle email che i due protagonisti si scambiano. Di solito i romanzi epistolari, così come i diari, mi incuriosiscono e mi affascinano, anche se li ...weiter

    Dopo anni che stazionava nella mia lista dei desideri finalmente sono riuscita a mettere le mani su questo brevissimo libro, composto esclusivamente dalle email che i due protagonisti si scambiano. Di solito i romanzi epistolari, così come i diari, mi incuriosiscono e mi affascinano, anche se li trovo meno coinvolgenti di quelli narrati in modo classico, però in passato ho trovato alcuni libri davvero belli raccontati sotto forma di lettere, sms o bigliettini, quindi ero molto curiosa di iniziare questo volume che, tra l'altro, è il primo di Glattauer che leggo.
    Purtroppo mi tocca andare ancora una volta contro corrente perché, nonostante qualche piccolo pregio, la lettura si è rivelata piuttosto vuota.
    Non avevo grandi aspettative, infatti non ne sono rimasta troppo delusa, ma me la sento neanche di dargli la sufficienza. Un pregio che devo riconoscergli è quello di essere molto scorrevole, complice il numero ridotto di pagine, che mi hanno permesso di terminarlo in due serate.
    A conti fatti mi tocca ammettere di aver trovato tutto questo rimbalzare da una mail all'altra un po' inconcludente, sebbene la storia di fondo fosse abbastanza carina. Emmi è senza dubbio uno dei personaggi più odiosi, contraddittori e patologici che abbia mai incontrato nella mia vita di lettrice.. l'ho detestata dalla prima all'ultima email.. tremenda! Un po' meno odioso è Leo, la sua controparte maschile, che comunque non mi ha entusiasmata più di tanto. Per intenderci, l'unico personaggio che mi è più o meno piaciuto è stato quel poveretto del marito di Emmi, che in 192 pagine salta fuori una o due volte. Discorsi e riflessioni poetici, ma che piazzati così a mo' di botta e risposta sanno di poco e danno al libro un qualcosa di scialbo che purtroppo ha rovinato quel poco di piacevole che la storia poteva regalare, una storia indubbiamente attuale e interessante che nell'era di Internet non sembra poi così infondata, ma l'evoluzione di questo amore virtuale non ha basi solide su cui reggersi e, a lungo andare, risulta solo noioso.. un flirt ripetitivo tra una donna che vuole solo stare al centro dell'attenzione di qualcuno, anche del primo che capita, e di un uomo deluso dall'amore che trasforma una sconosciuta nel suo ideale di donna perfetta.
    Lettura un po' fastidiosa, surreale e deprimente, che sicuramente non vi consiglio se cercate qualcosa di leggero e carino che vi metta di buon'umore. il potenziale c'era, ma il risultato è piuttosto sterile e la voglia di leggere il seguito è davvero bassa.. cercherò di procurarmi La settima onda giusto per vedere come finisce tra questi due nevrotici, ma non ho grandi aspettative.

    gesagt am 

  • 0

    Da 0 a 5 stelle a seconda della situazioni

    C'erano una volta i 'romanzi epistolari' e invece adesso ci sono i romanzi e-mail. A mio avviso un impoverimento.
    Questo è un romanzo particolare: a seconda della situazione di lettura gli si può dare da 0 a 5 stelle.
    È i romanzo ideale nella sala d'aspetto di un medico, dove quando t ...weiter

    C'erano una volta i 'romanzi epistolari' e invece adesso ci sono i romanzi e-mail. A mio avviso un impoverimento.
    Questo è un romanzo particolare: a seconda della situazione di lettura gli si può dare da 0 a 5 stelle.
    È i romanzo ideale nella sala d'aspetto di un medico, dove quando tocca a te ti vengono a chiamare. Con questo libro anche aspettare un paio d'ore non ti costerà niente.
    In sala d'aspetto di una stazione invece può essere pericoloso: puoi non accorgerti che il tuo treno sta per partire.
    Sul comodino prima di dormire dipende dal sonno che hai.
    In ogni altra situazione puoi passare in poche pagine dal non voler staccare gli occhi a volerlo usare per ravvivare il fuoco del caminetto (o gettarlo dalla finestra).

    gesagt am 

  • 4

    Bello, veloce, fresco, frizzante, fantasioso, scritto bene, ottimamente finito. Un uomo e una donna, a causa di un indirizzo e-mail errato, entrano in contatto nel mondo della rete. Iniziano a frequentarsi virtualmente e costruiscono una relazione basata sulla parola scritta, in continuo tira e m ...weiter

    Bello, veloce, fresco, frizzante, fantasioso, scritto bene, ottimamente finito. Un uomo e una donna, a causa di un indirizzo e-mail errato, entrano in contatto nel mondo della rete. Iniziano a frequentarsi virtualmente e costruiscono una relazione basata sulla parola scritta, in continuo tira e molla tra tentazione della conoscenza diretto e paura della delusione che ne può conseguire. Si divora in un lampo ed è un piacevole brunch. “Scrivere è come baciare, solo senza labbra. Scrivere è baciare con la mente”.

    gesagt am 

  • 4

    “Le ho mai raccontato del vento del nord”: un bellissimo titolo per una storia semplice ma emozionante, travolgente, stuzzicante e realista, una storia così potrebbe capitare a chiunque di noi, e magari a tanti è già capitata.
    Due solitudini che si incrociano, che con le loro parole si rie ...weiter

    “Le ho mai raccontato del vento del nord”: un bellissimo titolo per una storia semplice ma emozionante, travolgente, stuzzicante e realista, una storia così potrebbe capitare a chiunque di noi, e magari a tanti è già capitata.
    Due solitudini che si incrociano, che con le loro parole si riempiono un po’ la vita.
    Diventa facile raccontare scrivendo la nostra vita ad uno sconosciuto, si può davvero essere se stessi senza temere di essere giudicati e si comincia ad aprire la propria anima.
    Una mail oggi, due domani, tre il giorno dopo, poi cominci a passarci le ore a scriverti, quasi come si parlasse, ed è così che ognuno entra un po’ nella vita dell’altro.
    Parole che hanno una loro vita subdolamente affascinante ma anche oltremodo pericolosa poiché in grado di condurci là dove il cuore non avrebbe mai avuto il coraggio di andare da solo, lo senti che comincia a battere ogni volta che vedi che c’è una mail, e il pensiero, il sogno e la fantasia prendono il sopravvento e fanno volare più alto delle nuvole.
    A questo punto il sogno non basta più e inevitabilmente arriva il desiderio di incontrarsi di persona, di guardarsi negli occhi, di parlarsi, di sentire il calore di un abbraccio, e lo si teme anche quest’incontro, si ha paura di non essere all’altezza delle aspettative, di deludere o di rimanere delusi e che quello che di bello è nato possa in qualche modo frantumarsi, ma a questo punto non ci si può fermare, non ci si deve fermarsi, bisogna andare avanti, bisogna incontrarsi vada come vada!!!
    Ci si può innamorare di sole parole? Quando c’è l’incontro di due anime sensibili e vere penso proprio di si!

    scrito il 27 Mar 2010

    gesagt am 

  • 4

    Le ho mai raccontato del vento del nord

    Un libro semplice, senza tante pretese e veloce da leggere. Lo stile è stato per me inusuale, perchè non ci sono dei veri e propri capitoli, ma comunque la lettura è scorrevole e piacevole. La trama è ben costruita, lo consiglio.

    gesagt am 

  • 3

    Un libricino ben scritto, l'autore è molto abile a intrattenere il lettore durante lo svolgersi della storia con una costante suspance. Piacevole, leggero e originale in quanto si tratta di una (forse love) story che si svolge via email.

    gesagt am 

Sorting by