Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Harry Potter and Deathly Hallows

Adult Edition

By

Publisher: Bloomsbury Paperbacks

4.4
(28287)

Language:English | Number of Pages: 608 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , German , Chi traditional , Dutch , Italian , Chi simplified , Portuguese , Spanish , Czech , Swedish , Russian , Japanese , Catalan , Galego , Greek , Finnish , Slovenian , Arabic , Basque , Norwegian , Polish , Danish , Hungarian , Indian (Hindi)

Isbn-10: 0747595828 | Isbn-13: 9780747595823 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio CD , Library Binding , Audio Cassette , Others , Mass Market Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Harry Potter and Deathly Hallows ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
'His hand closed automatically around the fake Horcrux, but in spite of everything, in spite of the dark and twisting path he saw stretching ahead for himself, in spite of the final meeting with Voldemort he knew must come, whether in a month, in a year, or in ten, he felt his heart lift at the thought that there was still one last golden day of peace left to enjoy with Ron and Hermione.' With these words Harry Potter and the Half-Blood Prince draws to a close. And here, in this seventh and final book, Harry discovers what fate truly has in store for him as he inexorably makes his way to that final meeting with Voldemort. In this thrilling climax to the phenomenally bestselling series, J.K. Rowling reveals all to her eagerly waiting readers.
Sorting by
  • 5

    Desidero dire alcune cose a proposito di un personaggio, così come una volta dissi cose a proposito di Cho Chang, uno che pare essere uno dei più amati, dei più idolatrati della saga. E questo personaggio è: Draco Malfoy.


    Drachino in 7 libri fa tutto per starmi sulle palle. Parte da bimbet ...continue

    Desidero dire alcune cose a proposito di un personaggio, così come una volta dissi cose a proposito di Cho Chang, uno che pare essere uno dei più amati, dei più idolatrati della saga. E questo personaggio è: Draco Malfoy.

    Drachino in 7 libri fa tutto per starmi sulle palle. Parte da bimbetto a fare il bullo perché c'ha il papi, poi cresce e resta bulletto, prende le batoste anche a Quidditch e resta bulletto, cresce ancora e resta bulletto.
    Poi torna Voldemort e lui diventa patetico. Sottomesso come una merda e costretto a obbedire a qualunque cosa.
    Poi passa un annetto e diventa un criminale con non so quanti morti sulla coscienza.

    Questo qui ha fatto dei danni inenarrabili.

    La giustizia italiana è una merda, ma pensate a quella dei maghi inglesi: con tutto quello che ha combinato, Draco Malfoy dovrebbe marcire ad Azkaban, invece ce lo troviamo tranquillissimo con moglie, figlio e pure soldi.

    Ma perché? C'era Pannella ha fare gli scioperi della fame per le carceri?

    In sintesi, mi è sempre stato sulle palle per quello che è, un bulletto montato ma che crolla come niente di fronte a quelli che il potere ce l'hanno davvero.

    LIEVE SPOILER

    E non dimentichiamoci la cosa più divertente: alla fine viene sfanculato anche da Crabbe!!! Ahahahahah

    FINE SPOILER

    said on 

  • 5

    Lo amo incondizionatamente, ma…

    …stavolta voglio provare a trovargli un difetto: vi sembra che il capitolo Diciannove anni dopo sia assolutamente indispensabile alla completezza della storia? Io direi di no, anzi l’idea di un Harry Potter di mezza età (veramente avrebbe circa 36 anni, ma pare prossimo alla pensione), bor ...continue

    …stavolta voglio provare a trovargli un difetto: vi sembra che il capitolo Diciannove anni dopo sia assolutamente indispensabile alla completezza della storia? Io direi di no, anzi l’idea di un Harry Potter di mezza età (veramente avrebbe circa 36 anni, ma pare prossimo alla pensione), borghesemente impegnato ad accompagnare i figli a scuola, un po’ ridimensiona l’aura eroica che lo ha accompagnato per tutta l’adolescenza. Un po’ come immaginare Peppa Pig con la pelle croccante ben rosolata e la mela in bocca :-) . Certi miti è meglio lasciarli eternamente intatti!

    said on 

  • 3

    Un finale in (lieve) calando

    Premetto subito che, come tanti altri, anch'io ritengo geniale la Rowling e imperdibile la saga di Harry Potter.
    Detto questo, l'ultimo libro mi è piaciuto meno degli altri: troppo lungo in generale e, soprattutto, troppo lento l'inizio.
    Anche la battaglia finale è meno riuscita di qu ...continue

    Premetto subito che, come tanti altri, anch'io ritengo geniale la Rowling e imperdibile la saga di Harry Potter.
    Detto questo, l'ultimo libro mi è piaciuto meno degli altri: troppo lungo in generale e, soprattutto, troppo lento l'inizio.
    Anche la battaglia finale è meno riuscita di quelle "parziali" lette nei libri precedenti.
    Ma come si fa a non leggerlo?.

    said on 

  • 4

    Credo che sia inutile iniziare questa recensione come faccio di solito, introducendovi il libro e dicendo di che cosa parla, perché penso che tutti, almeno una volta nella vita, abbiate sentito parlare di Harry Potter. La saga ha fatto parlare molto di sé quando era ancora in corso, e tutt’ora se ...continue

    Credo che sia inutile iniziare questa recensione come faccio di solito, introducendovi il libro e dicendo di che cosa parla, perché penso che tutti, almeno una volta nella vita, abbiate sentito parlare di Harry Potter. La saga ha fatto parlare molto di sé quando era ancora in corso, e tutt’ora se ne parla, quindi anche i più giovani lo conosco.

    Recensione sulla nuova traduzione: http://lisa.forumcommunity.net/?t=57104812

    said on 

  • 4

    conclusione amara

    dunque, capitolo finale. fine dei giochi. fine dell'infanzia.
    un momento lo spendiamo per la dedica: "e anche a te, se sei stato con harry fino proprio alla fine". sì. fino alla fine. la zia ha pensato "anche" a me. *si commuove* e poi è a forma di saetta. bisogna proprio continuare? sì, è ...continue

    dunque, capitolo finale. fine dei giochi. fine dell'infanzia.
    un momento lo spendiamo per la dedica: "e anche a te, se sei stato con harry fino proprio alla fine". sì. fino alla fine. la zia ha pensato "anche" a me. *si commuove* e poi è a forma di saetta. bisogna proprio continuare? sì, è necessario.
    comincia la corsa contro il tempo, contro voldemort alla ricerca dei suoi horcroux. i tre contro tutti, soli e isolati. facciamo un altarino a hermione che ci salva dalla maggior parte dei problemi. mentre il mondo sembra vada a scatafascio, con voldemort che rimane saldamente e furbescamente nell'ombra, l'irritazione per silente aumenta a dismisura. vediamo godirc's hollow e le tombe *me commossa*, vediamo la casa di luna *tenerezza*, si fanno tuffi nel passato per cercare di capire il presente, combattuti tra doni e horcrux, e dare un senso a tutto. ho amato harry quando ha preso la sua decisione. horcrux: sono le scelte a dire chi siamo, no? il ritorno a scuola è amaro e tragico, si chiude un cerchio durato, ormai lo sappiamo, 17 anni e non 7 libri. la scoperta della grandezza di silente, nella sua debolezza, l' "incontro" con la famiglia, sirius e remus, la scelta di non agire, la rivelazione di piton: avremmo dovuto imparare che le apparenze ingannano, eppure, giù a piangere sul suo immenso amore... "always". alla fine scopriamo che tutta la storia si basa su una riflessione sulla vita e la morte, che ci hanno accompagnato da sempre nella crescita.

    stendiamo però un velo pietoso:
    -volta faccia creacher
    -momento allucinogeni nella stazione
    -sfacciata e ingiusta fortuna dell'occhialuto (no ma in fondo gli voglio bene)
    -i diciannove anni dopo poteva risparmiarseli (causa della perdita di una stellina).

    da rileggere i passaggi delle favole di beda, la storia di silente e piton che rivelano lo spessore dei personaggi, il momento davanti alle tombe dei potter, la magistrale riflessione portata avanti sul concetto di vita e morte (l'ultimo nemico che sarà sconfitto è la morte)

    un pensiero a tutti i caduti di questa saga, più o meno rinomati e un pensiero speciale a edvige e dobby.

    said on 

  • 5

    Un compagno di vita

    Inizio dicendo che il mio commento sara' a tutta la saga. Sono legatissimo al maghetto di J.K. Rowling perche' e' senza dubbio la ragione per cui mi sono iniziato ad appassionare al mondo dei libri. Ho letto il primo capitolo della saga all'eta' di 13 anni e sono cresciuto insieme a Harry nei div ...continue

    Inizio dicendo che il mio commento sara' a tutta la saga. Sono legatissimo al maghetto di J.K. Rowling perche' e' senza dubbio la ragione per cui mi sono iniziato ad appassionare al mondo dei libri. Ho letto il primo capitolo della saga all'eta' di 13 anni e sono cresciuto insieme a Harry nei diversi libri. L'autrice e' stata magnifica nell'adattare la scrittura all'evoluzione dei personaggi principali che crescevano creando una trama qualcosa di speciale che piace sia ai grandi che ai piccoli.

    said on 

  • 0

    Dopo 7 libri letti tutto d'un fiato, Harry, il suo mondo e i suoi amici diventano parte del tuo mondo, degli amici che ti sembra stiano lì, ad aspettarti, tra una lettura e quella successiva e che non vedi l'ora di ritrovare. Mi nancheranno...

    said on 

  • 4

    La saga

    [RECENSIONE DI TUTTA LA SAGA]


    Se c’è una parola che mi viene in mente pensando a questa famosa saga, quella è “evoluzione”. In un modo che mai mi era capitato di osservare in un ciclo narrativo, l’autrice è riuscita sapientemente ad evolvere lo stile dei libri in concomitanza con la cresc ...continue

    [RECENSIONE DI TUTTA LA SAGA]

    Se c’è una parola che mi viene in mente pensando a questa famosa saga, quella è “evoluzione”. In un modo che mai mi era capitato di osservare in un ciclo narrativo, l’autrice è riuscita sapientemente ad evolvere lo stile dei libri in concomitanza con la crescita (anagrafica e psicologica) dei personaggi, adattando i toni, tematiche e stile narrativo.

    Per quanto riguarda la storia, è quasi superfluo riassumerla non solo per evitare spoiler, ma soprattutto perché le vicende di “Harry Potter”, a conti fatti, sono entrate indelebilmente nella cultura pop al pari del “Signore degli anelli”, e davvero poche persone non conoscono, almeno indirettamente, qualcosa dell’ambientazione.

    Non ho particolarmente apprezzato il secondo libro, così come frangenti del quarto e dell’ultimo, ma complessivamente ho ritenuto questa lettura piacevole, scorrevole, capace quando necessario di commuoverti e farti “tornare” bambino e ragazzino, facendoti rivivere non solo il brivido dell’evasione della regola, ma anche gli innamoramenti, i tormenti e le domande esistenziali tipiche di ogni adolescente, noi compresi.

    said on 

Sorting by