Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Harry Potter e i doni de la morte

(Italian edition of "Harry Potter and the Deathly Hallows")

Di

Editore: French and European Publications Inc

4.4
(28274)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Tedesco , Chi tradizionale , Olandese , Chi semplificata , Portoghese , Spagnolo , Ceco , Svedese , Russo , Giapponese , Catalano , Galego , Greco , Finlandese , Sloveno , Arabo , Basco , Norvegese , Polacco , Danese , Ungherese , Indiano (Hindi)

Isbn-10: 0320068609 | Isbn-13: 9780320068607 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Ti piace Harry Potter e i doni de la morte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Credo che sia inutile iniziare questa recensione come faccio di solito, introducendovi il libro e dicendo di che cosa parla, perché penso che tutti, almeno una volta nella vita, abbiate sentito parlare di Harry Potter. La saga ha fatto parlare molto di sé quando era ancora in corso, e tutt’ora se ...continua

    Credo che sia inutile iniziare questa recensione come faccio di solito, introducendovi il libro e dicendo di che cosa parla, perché penso che tutti, almeno una volta nella vita, abbiate sentito parlare di Harry Potter. La saga ha fatto parlare molto di sé quando era ancora in corso, e tutt’ora se ne parla, quindi anche i più giovani lo conosco.

    Recensione sulla nuova traduzione: http://lisa.forumcommunity.net/?t=57104812

    ha scritto il 

  • 4

    conclusione amara

    dunque, capitolo finale. fine dei giochi. fine dell'infanzia.
    un momento lo spendiamo per la dedica: "e anche a te, se sei stato con harry fino proprio alla fine". sì. fino alla fine. la zia ha pensato "anche" a me. *si commuove* e poi è a forma di saetta. bisogna proprio continuare? sì, è ...continua

    dunque, capitolo finale. fine dei giochi. fine dell'infanzia.
    un momento lo spendiamo per la dedica: "e anche a te, se sei stato con harry fino proprio alla fine". sì. fino alla fine. la zia ha pensato "anche" a me. *si commuove* e poi è a forma di saetta. bisogna proprio continuare? sì, è necessario.
    comincia la corsa contro il tempo, contro voldemort alla ricerca dei suoi horcroux. i tre contro tutti, soli e isolati. facciamo un altarino a hermione che ci salva dalla maggior parte dei problemi. mentre il mondo sembra vada a scatafascio, con voldemort che rimane saldamente e furbescamente nell'ombra, l'irritazione per silente aumenta a dismisura. vediamo godirc's hollow e le tombe *me commossa*, vediamo la casa di luna *tenerezza*, si fanno tuffi nel passato per cercare di capire il presente, combattuti tra doni e horcrux, e dare un senso a tutto. ho amato harry quando ha preso la sua decisione. horcrux: sono le scelte a dire chi siamo, no? il ritorno a scuola è amaro e tragico, si chiude un cerchio durato, ormai lo sappiamo, 17 anni e non 7 libri. la scoperta della grandezza di silente, nella sua debolezza, l' "incontro" con la famiglia, sirius e remus, la scelta di non agire, la rivelazione di piton: avremmo dovuto imparare che le apparenze ingannano, eppure, giù a piangere sul suo immenso amore... "always". alla fine scopriamo che tutta la storia si basa su una riflessione sulla vita e la morte, che ci hanno accompagnato da sempre nella crescita.

    stendiamo però un velo pietoso:
    -volta faccia creacher
    -momento allucinogeni nella stazione
    -sfacciata e ingiusta fortuna dell'occhialuto (no ma in fondo gli voglio bene)
    -i diciannove anni dopo poteva risparmiarseli (causa della perdita di una stellina).

    da rileggere i passaggi delle favole di beda, la storia di silente e piton che rivelano lo spessore dei personaggi, il momento davanti alle tombe dei potter, la magistrale riflessione portata avanti sul concetto di vita e morte (l'ultimo nemico che sarà sconfitto è la morte)

    un pensiero a tutti i caduti di questa saga, più o meno rinomati e un pensiero speciale a edvige e dobby.

    ha scritto il 

  • 5

    Un compagno di vita

    Inizio dicendo che il mio commento sara' a tutta la saga. Sono legatissimo al maghetto di J.K. Rowling perche' e' senza dubbio la ragione per cui mi sono iniziato ad appassionare al mondo dei libri. Ho letto il primo capitolo della saga all'eta' di 13 anni e sono cresciuto insieme a Harry nei div ...continua

    Inizio dicendo che il mio commento sara' a tutta la saga. Sono legatissimo al maghetto di J.K. Rowling perche' e' senza dubbio la ragione per cui mi sono iniziato ad appassionare al mondo dei libri. Ho letto il primo capitolo della saga all'eta' di 13 anni e sono cresciuto insieme a Harry nei diversi libri. L'autrice e' stata magnifica nell'adattare la scrittura all'evoluzione dei personaggi principali che crescevano creando una trama qualcosa di speciale che piace sia ai grandi che ai piccoli.

    ha scritto il 

  • 0

    Dopo 7 libri letti tutto d'un fiato, Harry, il suo mondo e i suoi amici diventano parte del tuo mondo, degli amici che ti sembra stiano lì, ad aspettarti, tra una lettura e quella successiva e che non vedi l'ora di ritrovare. Mi nancheranno...

    ha scritto il 

  • 4

    La saga

    [RECENSIONE DI TUTTA LA SAGA]


    Se c’è una parola che mi viene in mente pensando a questa famosa saga, quella è “evoluzione”. In un modo che mai mi era capitato di osservare in un ciclo narrativo, l’autrice è riuscita sapientemente ad evolvere lo stile dei libri in concomitanza con la cresc ...continua

    [RECENSIONE DI TUTTA LA SAGA]

    Se c’è una parola che mi viene in mente pensando a questa famosa saga, quella è “evoluzione”. In un modo che mai mi era capitato di osservare in un ciclo narrativo, l’autrice è riuscita sapientemente ad evolvere lo stile dei libri in concomitanza con la crescita (anagrafica e psicologica) dei personaggi, adattando i toni, tematiche e stile narrativo.

    Per quanto riguarda la storia, è quasi superfluo riassumerla non solo per evitare spoiler, ma soprattutto perché le vicende di “Harry Potter”, a conti fatti, sono entrate indelebilmente nella cultura pop al pari del “Signore degli anelli”, e davvero poche persone non conoscono, almeno indirettamente, qualcosa dell’ambientazione.

    Non ho particolarmente apprezzato il secondo libro, così come frangenti del quarto e dell’ultimo, ma complessivamente ho ritenuto questa lettura piacevole, scorrevole, capace quando necessario di commuoverti e farti “tornare” bambino e ragazzino, facendoti rivivere non solo il brivido dell’evasione della regola, ma anche gli innamoramenti, i tormenti e le domande esistenziali tipiche di ogni adolescente, noi compresi.

    ha scritto il 

  • 5

    El mejor libro de toda la saga de Harry Potter. Es emocionante, sorprendente, emotivo y en suma brillante. El punto y final perfecto para una gran saga. Como todos los anteriores estupendamente bien escrita y con un estilo y creatividad más allá de toda duda. Este libro es el típico que al termin ...continua

    El mejor libro de toda la saga de Harry Potter. Es emocionante, sorprendente, emotivo y en suma brillante. El punto y final perfecto para una gran saga. Como todos los anteriores estupendamente bien escrita y con un estilo y creatividad más allá de toda duda. Este libro es el típico que al terminarlo te deja una sensación de añoranza enorme.

    ha scritto il 

Ordina per