Harry Potter e i doni della morte

Di

Editore: Salani

4.4
(29774)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 701 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Tedesco , Chi tradizionale , Olandese , Chi semplificata , Portoghese , Spagnolo , Ceco , Svedese , Russo , Giapponese , Catalano , Galego , Greco , Finlandese , Sloveno , Arabo , Basco , Norvegese , Polacco , Danese , Ungherese , Indiano (Hindi)

Isbn-10: 8884518784 | Isbn-13: 9788884518781 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Beatrice Masini

Disponibile anche come: eBook , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Adolescenti

Ti piace Harry Potter e i doni della morte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"Mi apro alla chiusura": è uno dei tanti enigmi lasciati da Silente con cui Harry Potter deve confrontarsi in questo ultimo, settimo libro. E la saga stessa, giunta alla sua conclusione, si apre a sorpresa su nuovi mondi, nel passato e nel futuro: getta la luce della meraviglia su dettagli, personaggi ed eventi che sembravano già noti, rivelandone segreti e significati profondi. Insieme a Harry, nella sua disperata ricerca della verità, un caleidoscopio di avventure apparentemente già vissute, piccoli fatti e grandi eventi, seguendo il filo della consapevolezza che si dipana e si acuisce in un crescendo di emozioni, colpi di scena, perdite e conquiste. La conclusione, piena di luce e vapore, sembra indurre a rileggere tutto dall'inizio, per arrivare a chiudere il cerchio. Mai gli interrogativi sono stati così tanti; mai come in questo ultimo volume si ha la piena soddisfazione di una risposta che vada oltre l'apparenza; mai come in questo episodio l'autrice dimostra la sua capacità di sorprendere i lettori, di alimentare un fuoco d'artificio che non cessa di ammaliare il lettore.
Ordina per
  • 4

    Dopo mesi di letture piene di magia e misteri, oggi finalmente sono giunta alla fine dell’ultimo libro, mi sono avvicinata a questa saga per pura curiosità non essendo tra i miei generi di lettura pr ...continua

    Dopo mesi di letture piene di magia e misteri, oggi finalmente sono giunta alla fine dell’ultimo libro, mi sono avvicinata a questa saga per pura curiosità non essendo tra i miei generi di lettura preferiti ma sono rimasta piacevolmente sorpresa, in tutti i sette libri ho avuto la sensazione che ogni cosa descritta in quelle pagine fosse realmente accaduta, anche gli incantesimi sembravano descritti come se fossero veri. Ho adorato da subito la Rowling, anche se i film (visti a spezzoni) non mi hanno trasmesso più di tanto, ma io che amo leggere, potevo non dare una possibilità al maghetto che tutti amano? Provare non costa nulla, ero convinta che mi sarei arresa, che mi sarei stancata della storia irreale e non sarei arrivata fino alla fine e invece mi sbagliavo.. sono felice di essere giunta a questo punto. Ho adorato Harry, Ron e anche Hermione nonostante all’inizio mi sembrasse un po' troppo altezzosa, ho odiato Piton, Voldemort, l`Umbridge e ho trovato Ginny dolcissima, Dobby mi è rimasto nel cuore come tanti dei personaggi che momentaneamente ho dovuto lasciare.. Hagrid invece lo definisco il mio personaggio preferito dell’intera saga perché nonostante la sua mole si è rivelato con un cuore immenso e una sensibilità disarmanti e tante volte ho sorriso leggendo di lui e de sui modi un po' infantili. Edvige è un po' uno dei simboli di Harry e l`ho adorata, quel suo fare l’offesa e il suo modo d’interagire con Harry mi sono piaciuti molto. Consiglio questa saga a tutti coloro che hanno voglia di emozioni forti, di leggere una storia che nonostante sembri infinita, vale la pena di essere letta, una storia che parla di amicizia, fedeltà, coraggio, segreti, vittorie e sconfitte, una storia che da all’amore quel valore speciale e inaspettato che in nessun libro ho mai trovato.

    ha scritto il 

  • 5

    La fine della saga della mia vita

    È incredibile quanto Harry Potter mi abbia fatta emozionare. Ho letto tutti i libri solo dopo l'infanzia, dopo aver aspettato con ansia i film, amore a prima vista da quando avevo sei anni. I libri so ...continua

    È incredibile quanto Harry Potter mi abbia fatta emozionare. Ho letto tutti i libri solo dopo l'infanzia, dopo aver aspettato con ansia i film, amore a prima vista da quando avevo sei anni. I libri sono immensi, mi hanno fatto provare sensazioni che altre letture non mi hanno mai fatto provare, infatti ci ho messo un po' prima di iniziare I doni della morte perché non volevo che tutto svanisse. Certo l'ultimo libro è il più straziante, ma ti fa stare attaccata alle pagine. Porterò tutto nel cuore. Always!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Ho deciso di recensire questa meravigliosa saga solo nell'ultimo libro poiché, alla fine, si tratta di una sola storia suddivisa in sette volumi. Motivo per cui ho deciso di aspettare e di leggere i l ...continua

    Ho deciso di recensire questa meravigliosa saga solo nell'ultimo libro poiché, alla fine, si tratta di una sola storia suddivisa in sette volumi. Motivo per cui ho deciso di aspettare e di leggere i libri una volta che fossero tutti disponibili. Il fatto che li abbia letti tutti in un solo mese già è indice di quanto mi abbiano coinvolto: il mondo creato dalla Rowling è così preciso e dettagliato che alla fine credevo anche io di farne parte come babbana. È un romanzo sull'amicizia che vince su ogni male, alla fine chi è che veramente sconfigge Voldemort? Non solo Harry ma tutti ( chi con il proprio sacrificio, chi con il proprio coraggio o con il proprio amore) sono fondamentali per sconfiggere il male. Ho riso e pianto assieme a Harry, mi sono affezionata a tanti personaggi che mi è sembrato, una volta finiti i sette libri, di aver salutato degli amici.

    ha scritto il 

  • 4

    -Dopo tutto questo tempo? - Sempre!

    Non avrei mai pensato che sarei riuscita a leggere tutta la saga di Harry Potter, di arrivare al finale e ammettere che in fondo qualcosa mi ha dato. Ultimo capitolo che un po' mi ha lasciato sulle sp ...continua

    Non avrei mai pensato che sarei riuscita a leggere tutta la saga di Harry Potter, di arrivare al finale e ammettere che in fondo qualcosa mi ha dato. Ultimo capitolo che un po' mi ha lasciato sulle spine, perché all'inizio procedeva abbastanza lentamente come L'Ordine della Fenice e avevo paura che si arrivasse alla fine senza certezze, invece la Rowling è riuscita incredibilmente ad intrecciare una miriade di storie e di situazioni in un modo pazzesco, non lasciando niente al caso, mettendo tutti i pezzi del puzzle al loro posto. Ho adorato il fatto che in questo libro, ancor più di tutti gli altri, si sia accentuato il valore dell'amicizia, non solo tra i tre famosi protagonisti, ma anche di Neville, Luna, anche Dobby. Poi abbiamo avuto la questione famiglia Malfoy che mi ha lasciata letteralmente a bocca aperta, soprattutto il modo in cui Narcissa ha mentito a Voldemort e in qualche modo ha salvato Harry.
    Mi sono commossa per alcune cose, anche troppe, ma sono contentissima di aver letto questa saga a 21 anni, di averla capita, di averla adorata. Un po' mi dispiace averla snobbata per così tanto tempo, perché forse mi sono persa una parte di entusiasmo, quella tipica adolescenziale, ma in fondo non si è mai troppo grandi per entusiasmarsi. Grazie Harry!

    ha scritto il 

  • 5

    Un finale eccezionale, una battaglia senza respiro e un intreccio di personaggi e situazioni che non sono mai quello che sembrano. La degna conclusione di una saga storica.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    In questo libro, si tocca l'apice del dolore, della partecipazione (almeno per me) e, pagina dopo pagina, sento sulla pelle la fatica, i patimenti e i dubbi dei tre protagonisti, alla ricerca di qualc ...continua

    In questo libro, si tocca l'apice del dolore, della partecipazione (almeno per me) e, pagina dopo pagina, sento sulla pelle la fatica, i patimenti e i dubbi dei tre protagonisti, alla ricerca di qualcosa che, ai loro occhi, sembra quasi irraggiungibile.
    Ciò che avviene attorno a loro ricorda drammaticamente la seconda guerra mondiale, con fughe, morti, tradimenti e improvvisi atti di eroismo dei singoli e, in questo, questa saga è più attuale che mai. Purtroppo, eventi simili, in piccolo o in grande, avvengono sempre, in ogni parte del mondo.
    La bravura della Rowling sta nel trasformare questa realtà nella SUA realtà, catapultandoci in un questo mondo magico che ci sta accanto e che noi non possiamo vedere in quanto Babbani.
    Ci mostra cosa voglia dire, per Harry, scoprire cose che avrebbe preferito non sapere, demolire il mito che si era creato per ricostruire nel suo cuore una figura forse meno perfetta, ma più umana.
    Silente non è più il semidio (permettetemi la parola) che crede Harry, ma 'solo' un uomo, con i suoi pregi e i suoi difetti, che è stato ragazzo, ha commesso errori - anche gravi - ma che ha speso la sua vita per porvi rimedio.
    Da questo, ogni lettore può trarre insegnamento, così come dal comportamento di Harry che, in spregio a qualsiasi desiderio di potere, risulta essere l'unico in grado di poter detenere con onore i Doni della Morte e, proprio per questo, se ne libera (per lo meno, della Pietra e della Bacchetta).
    Un libro che è catartico anche per quanto riguarda la figura di Piton, fino a qui visto nelle vesti del malvagio servitore del Male ma, alla fine, dipinto per quello che è realmente: un uomo che, per amore, è passato sopra a ogni cosa, pur di difendere quel sentimento. Sempre.
    Direi che sarà difficile leggere una saga altrettanto appassionante, almeno per molti altri anni ancora.
    Consiglio la lettura a qualsiasi età, perché merita anche solo per il puro piacere di una lettura elegante e gradevole, anche se non vi piacciono le storie di magia.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per