Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Harry Potter e il Principe Mezzosangue

Di

Editore: Salani

4.4
(27162)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 592 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Giapponese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Catalano , Tedesco , Francese , Portoghese , Norvegese , Ceco , Polacco , Svedese , Russo , Olandese , Slovacco , Finlandese , Greco , Galego , Croato , Basco , Danese , Ungherese , Farsi

Isbn-10: 8862562829 | Isbn-13: 9788862562829 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Beatrice Masini

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , eBook

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Ti piace Harry Potter e il Principe Mezzosangue?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sesto appuntamento con la saga che ha appassionato bambini, ragazzi e lettori di tutte le età. Harry Potter è solo, sconvolto e preoccupato. Il suo amato padrino Sirius Black è morto, e le parole di Albus Silente sulla profezia gli confermano che lo scontro con Lord Voldemort è ormai inevitabile. Niente è più come prima: l'ultimo legame con la sua famiglia è troncato, perfino Hogwarts non è più la dimora accogliente dei primi anni, mentre Voldemort è più forte, crudele e disumano che mai. Harry stesso sa di essere cambiato. La frustrazione e il senso di impotenza dei quindici anni hanno ceduto il posto a una fermezza e a una determinazione diverse, più adulte. Ma quali sconvolgenti imprese lo attenderanno quest'anno?
Età di lettura: da 8 anni.
Ordina per
  • 4

    NO SPOILER!

    Libro di cui è importante non rivelare nulla. Scrittura di JK ormai matura, personaggi sempre più delineati nei loro conflitti, emozioni e psicologie. Buono anche il film.

    ha scritto il 

  • 5

    Da chi torni quando vuoi star bene?

    Ho letto tutti i libri 5 o 6 volte... In principio il mio preferito della saga era "Harry Potter e il calice di fuoco"... Al di là del fatto che li amo tutti, senza dubbio, questa volta ho sentito molto più affine "Il principe mezzosangue".

    ha scritto il 

  • 5

    La consolidazione di un piccolo grande capolavoro

    Che la creazione del mondo di Harry Potter abbia dato vita a qualcosa di unico, almeno negli ultimi anni, e ad un piccolo grande capolavoro, l'avevo solo intuito nei primi 5 capitoli della saga. Con Il principe mezzosangue questa sensazione diventa una certezza concreta. Sin dalle prime pagine si ...continua

    Che la creazione del mondo di Harry Potter abbia dato vita a qualcosa di unico, almeno negli ultimi anni, e ad un piccolo grande capolavoro, l'avevo solo intuito nei primi 5 capitoli della saga. Con Il principe mezzosangue questa sensazione diventa una certezza concreta. Sin dalle prime pagine si distingue dagli altri per lo stile più maturo e per una maggiore accuratezza della caratterizzazione dei personaggi, quello che per me è il grande talento della Rowling. Travolgente e brillante, ad oggi il mio capitolo prediletto.

    ha scritto il 

  • 4

    Credo che sia inutile iniziare questa recensione come faccio di solito, introducendovi il libro e dicendo di che cosa parla, perché penso che tutti, almeno una volta nella vita, abbiate sentito parlare di Harry Potter. La saga ha fatto parlare molto di sé quando era ancora in corso, e tutt’ora se ...continua

    Credo che sia inutile iniziare questa recensione come faccio di solito, introducendovi il libro e dicendo di che cosa parla, perché penso che tutti, almeno una volta nella vita, abbiate sentito parlare di Harry Potter. La saga ha fatto parlare molto di sé quando era ancora in corso, e tutt’ora se ne parla, quindi anche i più giovani lo conosco.

    Recensione sulla nuova traduzione: http://lisa.forumcommunity.net/?t=57104812

    ha scritto il 

  • 4

    Ultimo libro della saga...

    Siamo giunti alla fine dell'emozionante saga di Harry Potter...
    Trama irresistibile, finale inaspettato...
    Si consiglia la lettura ai giovani e agli adulti...
    Saluti.
    Ginseng666

    ha scritto il 

  • 5

    ..e arriviamo a sei. Si cresce

    Non mi ripeto sul mio giudizio su HP.
    Questo è il romanzo che apre la porta al momento finale. Come sempre la scrittrice lascia il lettore senza fiato compiendo delle scelte che decisamente non si aspetta.
    Dopo pagine e pagine in cui la storia non sembra avere il mordente ed il ritmo ...continua

    Non mi ripeto sul mio giudizio su HP.
    Questo è il romanzo che apre la porta al momento finale. Come sempre la scrittrice lascia il lettore senza fiato compiendo delle scelte che decisamente non si aspetta.
    Dopo pagine e pagine in cui la storia non sembra avere il mordente ed il ritmo dei primi libri, arriva il terremoto narrativo.
    Anche questa volta il lettore si rende conto che cresce insieme ad HP ed anche il modo di raccontarlo e scriverlo necessariamente è dovuto cambiare

    ha scritto il 

  • 5

    verso il finale

    a questo punto della storia, dovremmo aver capito che le apparenze ingannano. invece no. perché piton si rivela per quello che è, un mangiamorte fin nel midollo: la situazione precipita, ormai la guerra è aperta, ma sembra che i buoni si dividano su due fronti (è più facile perdonare gli altri qu ...continua

    a questo punto della storia, dovremmo aver capito che le apparenze ingannano. invece no. perché piton si rivela per quello che è, un mangiamorte fin nel midollo: la situazione precipita, ormai la guerra è aperta, ma sembra che i buoni si dividano su due fronti (è più facile perdonare gli altri quando hanno torto che quando hanno ragione) iniziamo a scoprire il bambino tom riddle, in fondo è così diverso da harry? cos'hanno in comune questi due bambini? in fondo la risposta già la sappiamo: sono le nostre scelte a dire chi siamo, molto più delle nostre capacità. eppure la saggezza di silente e il suo comportamento lasciano l'amaro in bocca, per non dire irritazione. quando muore - perché malfoy qulcosa stava combinando - quasi non si fa fatica a non commuoversi. certo si perde una figura gigante e a cui si è affezionati, ma per me è stata più grande l'irritazione e la conferma che piton, nonostante tutto, sia veramente solo un mangiamorte. dopo tutto quello che silente (si era sempre espresso a suo favore) aveva fatto per lui. ulteriore irritazione.
    inizia l'attesa infinita per il finale

    ha scritto il 

Ordina per