Harry Potter e la maledizione dell'erede

Parte uno e due

Di ,,

Editore: Salani

3.3
(2164)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 357 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Catalano , Chi tradizionale

Isbn-10: 8869187497 | Isbn-13: 9788869187490 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Luigi Spagnol

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Adolescenti

Ti piace Harry Potter e la maledizione dell'erede?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
È sempre stato difficile essere Harry Potter e non è molto più facile ora che è un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro, marito e padre di tre figli in età scolare. Mentre Harry Potter fa i conti con un passato che si rifiuta di rimanere tale, il secondogenito Albus deve lottare con il peso dell'eredità famigliare che non ha mai voluto. Il passato e il presente si fondono minacciosamente e padre e figlio apprendono una scomoda verità: talvolta l'oscurità proviene da luoghi inaspettati.
Ordina per
  • 3

    indecisa

    Indecisa se mettere tre stelline o quattro, perchè l'idea di fondo non è male ma il tipo di lettura (dialoghi teatrali) innervosisce e riduce ovviamente all'osso le descrizioni, caratteristica tanto c ...continua

    Indecisa se mettere tre stelline o quattro, perchè l'idea di fondo non è male ma il tipo di lettura (dialoghi teatrali) innervosisce e riduce ovviamente all'osso le descrizioni, caratteristica tanto cara ai fan di HP. Se la storia fosse stata DAVVERO scritta dalla Rowling e se questo fosse DAVVERO un libro, sarebbe eccezionale come gli altri sette. Così...è mediocre. Noi potteriani l'abbiamo letto (sì, tutti, anche quelli che dicono di non averlo fatto) nella speranza di alleviare un po' la nostalgia da "fine serie" che ci attanaglia dal termine della lettura dei Doni della Morte, ma quella nostalgia non se ne è andata, anzi. Se possibile è anche aumentata.

    ha scritto il 

  • 1

    Se la Rowling non avesse dichiarato che è canon, avrei dato a quest'opera qualche stellina in più. Probabilmente rappresentato a teatro è bellissimo. Di per sè intrattiene. Ma oggettivamente ci sono t ...continua

    Se la Rowling non avesse dichiarato che è canon, avrei dato a quest'opera qualche stellina in più. Probabilmente rappresentato a teatro è bellissimo. Di per sè intrattiene. Ma oggettivamente ci sono troppi dettagli che non combaciano con la saga, troppo fanservice e troppe cose inventate all'ultimo momento per sostenere una trama debole. Non può essere canon con la saga. Non è possibile.
    Lo terrò comunque per collezionismo.

    ha scritto il 

  • 3

    看一半我決定把他當同人誌看   因為實在是太腐惹 

    舞台劇這樣編沒關係嘛?    撇開基情四射當同人看的另一個原因就是這誰啊?哈利妙麗榮恩我都不認識您哪位?我完全代入不能

     好歹我全7集有看完耶,雖然不知道是幾年前劇情也差不多都忘光光了  但哈利就算了妙麗感覺超笨的,他不是精英嘛?天蠍和阿不思找那個時光器根本找的超順利的是為了劇情需要調低智商的吧

    然後天蠍真的是個好孩子天蠍萌萌,阿不思就中二小屁孩 ...continua

    看一半我決定把他當同人誌看   因為實在是太腐惹 

    舞台劇這樣編沒關係嘛?    撇開基情四射當同人看的另一個原因就是這誰啊?哈利妙麗榮恩我都不認識您哪位?我完全代入不能

     好歹我全7集有看完耶,雖然不知道是幾年前劇情也差不多都忘光光了  但哈利就算了妙麗感覺超笨的,他不是精英嘛?天蠍和阿不思找那個時光器根本找的超順利的是為了劇情需要調低智商的吧

    然後天蠍真的是個好孩子天蠍萌萌,阿不思就中二小屁孩改變時光來一次失敗不夠還來第二次真是夠了,反派則是有夠明顯 石內卜繼續被補刀雖然我沒很喜歡他但真是有夠慘的

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    we like it

    at the beginning of this book all the characters die, then they come back to life and eat the gollum because they love bananas and kiwi

    ha scritto il 

  • 3

    Non mi ha convinto del tutto! Il libro è scritto sotto forma di sceneggiatura teatrale e nasce appunto con lo scopo di essere rappresentato e probabilmente ha reso molto di più a teatro. Ma nel comple ...continua

    Non mi ha convinto del tutto! Il libro è scritto sotto forma di sceneggiatura teatrale e nasce appunto con lo scopo di essere rappresentato e probabilmente ha reso molto di più a teatro. Ma nel complesso l'ho trovato una forzatura, un'accozzaglia di elementi aggiunti quasi a caso tanto per riprenderli e creare una corrispondenza con la saga precedente. L'ho trovato banale e con personaggi piatti e stereotipati. E non c'entra il fatto che non si tratta di un romanzo: trovo molti personaggi shakespeariani carichi di profondità psicologica e spessore, pur essendo i testi scritti appositamente per il teatro. Un'aggiunta che poteva tranquillamente essere evitata. Le mie tre stelline derivano dal fatto che tornare, nonostante tutto, tra i corridoi di Hogwarts è valsa la lettura del libro.

    ha scritto il 

  • 3

    Strano e non facile lettura a sceneggiatura. Ma se si è a conoscenza degli antefatti, alla fine diventa avvincente. Non è certo all'altezza degli altri sette e forse rende meglio a teatro. Finale che ...continua

    Strano e non facile lettura a sceneggiatura. Ma se si è a conoscenza degli antefatti, alla fine diventa avvincente. Non è certo all'altezza degli altri sette e forse rende meglio a teatro. Finale che proprio finale non è.....

    ha scritto il 

  • 1

    Un'aggiunta non necessaria

    Ho personalmente amato la saga di Harry Potter, specialmente da adolescente. Era scritta divinamente, mai banale, si creava un universo di personaggi e un mondo talmente dettagliato da risultare reale ...continua

    Ho personalmente amato la saga di Harry Potter, specialmente da adolescente. Era scritta divinamente, mai banale, si creava un universo di personaggi e un mondo talmente dettagliato da risultare reale. Ecco, questo libro non avrebbe mai dovuto essere pubblicato. Avrebbe dovuto rimanere un infelice spettacolo teatrale (che magari con l'ausilio di effetti speciali risulterebbe anche godibile) ma trasposto nero su bianco , nudo e crudo, non saprei come altro definirlo se non una gran porcheria.

    ha scritto il 

  • 4

    È sempre stato difficile essere Harry Potter e non è molto più facile ora che è un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro, marito e padre di tre figli in età scolare. Mentre Harry Potte ...continua

    È sempre stato difficile essere Harry Potter e non è molto più facile ora che è un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro, marito e padre di tre figli in età scolare. Mentre Harry Potter fa i conti con un passato che si rifiuta di rimanere tale, il secondogenito Albus deve lottare con il peso dell'eredità famigliare che non ha mai voluto.
    Il passato e il presente si fondono minacciosamente e padre e figlio apprendono una scomoda verità: talvolta l'oscurità proviene da luoghi inaspettati.
    Una lettura divertente e che riserva colpi di scena ad ogni capitolo. Ormai la saga di Harry Potter è diventata del tutto matura e questo ultimo romanzo della serie lo dimostra perfettamente in quanto non manca la violenza.
    Storia scritta per la rappresentazione in teatro ed infatti il volume si presenta sotto forma di sceneggiatura con descrizione delle battute, dei luoghi e delle scenografie.

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro che si legge tutto d'un fiato, sia per lo stile narrativo veloce, sia per l'eccezionale coinvolgimento che il lettore prova come sempre nei sequel che hanno per protagonisti personaggi ormai ...continua

    Un libro che si legge tutto d'un fiato, sia per lo stile narrativo veloce, sia per l'eccezionale coinvolgimento che il lettore prova come sempre nei sequel che hanno per protagonisti personaggi ormai familiari. L'intreccio narrativo straordinario rimette sempre tutti i tasselli al proprio posto e si segue senza particolari problemi se si conoscono gli antefatti. Un finale che lascia un sapore dolceamaro in bocca: permane il desiderio di un seguito che non c'è.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per
Ordina per