Harry Potter eta herioaren erlikiak

By

Publisher: Elkar

4.4
(29690)

Language: Euskara | Number of Pages: 636 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , French , German , Chi traditional , Dutch , Italian , Chi simplified , Portuguese , Spanish , Czech , Swedish , Russian , Japanese , Catalan , Galego , Greek , Finnish , Slovenian , Arabic , Norwegian , Polish , Danish , Hungarian , Indian (Hindi)

Isbn-10: 8497836030 | Isbn-13: 9788497836036 | Publish date: 

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Harry Potter eta herioaren erlikiak ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 5

    Un finale eccezionale, una battaglia senza respiro e un intreccio di personaggi e situazioni che non sono mai quello che sembrano. La degna conclusione di una saga storica.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    In questo libro, si tocca l'apice del dolore, della partecipazione (almeno per me) e, pagina dopo pagina, sento sulla pelle la fatica, i patimenti e i dubbi dei tre protagonisti, alla ricerca di qualc ...continue

    In questo libro, si tocca l'apice del dolore, della partecipazione (almeno per me) e, pagina dopo pagina, sento sulla pelle la fatica, i patimenti e i dubbi dei tre protagonisti, alla ricerca di qualcosa che, ai loro occhi, sembra quasi irraggiungibile.
    Ciò che avviene attorno a loro ricorda drammaticamente la seconda guerra mondiale, con fughe, morti, tradimenti e improvvisi atti di eroismo dei singoli e, in questo, questa saga è più attuale che mai. Purtroppo, eventi simili, in piccolo o in grande, avvengono sempre, in ogni parte del mondo.
    La bravura della Rowling sta nel trasformare questa realtà nella SUA realtà, catapultandoci in un questo mondo magico che ci sta accanto e che noi non possiamo vedere in quanto Babbani.
    Ci mostra cosa voglia dire, per Harry, scoprire cose che avrebbe preferito non sapere, demolire il mito che si era creato per ricostruire nel suo cuore una figura forse meno perfetta, ma più umana.
    Silente non è più il semidio (permettetemi la parola) che crede Harry, ma 'solo' un uomo, con i suoi pregi e i suoi difetti, che è stato ragazzo, ha commesso errori - anche gravi - ma che ha speso la sua vita per porvi rimedio.
    Da questo, ogni lettore può trarre insegnamento, così come dal comportamento di Harry che, in spregio a qualsiasi desiderio di potere, risulta essere l'unico in grado di poter detenere con onore i Doni della Morte e, proprio per questo, se ne libera (per lo meno, della Pietra e della Bacchetta).
    Un libro che è catartico anche per quanto riguarda la figura di Piton, fino a qui visto nelle vesti del malvagio servitore del Male ma, alla fine, dipinto per quello che è realmente: un uomo che, per amore, è passato sopra a ogni cosa, pur di difendere quel sentimento. Sempre.
    Direi che sarà difficile leggere una saga altrettanto appassionante, almeno per molti altri anni ancora.
    Consiglio la lettura a qualsiasi età, perché merita anche solo per il puro piacere di una lettura elegante e gradevole, anche se non vi piacciono le storie di magia.

    said on 

  • 4

    終於整套複習完畢,一次看完好處是還沒忘記前面的劇情,最後一集大戰還是很刺激,配合先前看過的電影畫面,不過前半段哈利一直自怨自艾煩惱憂愁,是很真實,也讓讀者跟他一起很累。

    said on 

  • 5

    Ricordo che al termine della prima lettura la Rowling non era riuscita a convincermi del tutto. Le mie personalissime, immani aspettative riguardo la chiusura della saga che adoravo fin da bambina mi ...continue

    Ricordo che al termine della prima lettura la Rowling non era riuscita a convincermi del tutto. Le mie personalissime, immani aspettative riguardo la chiusura della saga che adoravo fin da bambina mi avevano lasciato un retrogusto leggermente amaro, del tipo - bello ma... tutto qui?

    Riletto ora dopo anni, invece, quasi mi rimangio la recensione gnegnè che scrissi ai tempi. Questo settimo romanzo non è solo il meraviglioso tassello finale ma anche un malinconico revival dell'intera storia, dell'intero mondo di Harry Potter. Rivediamo ogni singolo personaggio che abbia mai incrociato il cammino di Harry, ogni singolo ambiente che lui abbia visitato in sette anni (persino la Stamberga Strillante, me n'ero completamente dimenticata!) e indugiamo su ogni incantesimo e pozione che abbiamo imparato a conoscere assieme a lui, anno dopo anno ( il Wingardium Leviosa su tutti).
    Non so, mi staranno rammollendo gli anni che avanzano ma stasera, davanti al fuoco, cinque stelline sembrano quasi niente.

    said on 

  • 5

    Lacrime, fiumi di lacrime, cascate di lacrime anche qui. Giuro che l'avevo già letto, due volte per di più (e l'avevo anche capito), ma anche in questo caso avevo rimosso tutto. La morte di Dobby è un ...continue

    Lacrime, fiumi di lacrime, cascate di lacrime anche qui. Giuro che l'avevo già letto, due volte per di più (e l'avevo anche capito), ma anche in questo caso avevo rimosso tutto. La morte di Dobby è un trauma talmente grande che mi ha cancellato tutto il libro dalla testa. Va bene lo stesso, perché a rileggerlo quasi a tabula rasa è stata una nuova emozione. Bacchette in alto per Severus, fedele a se stesso fino alla fine, che vuole morire guardando gli occhi di Lily nel volto del figlio. Severus che non perdonerò mai del tutto per non aver capito Harry, che era molto più simile a lui di quanto voleva credere.
    Bellissimo, nonostante i lutti, il senso di perdita e di ineluttabilità finale, che poi viene stravolto. Bellissimo anche perché è tutta una serie di botte di fortuna che porta Harry ad avere le carte vincenti nel finale.
    Voglio una fanfiction one shot sulla reazione di quello stronzetto di Unci-Unci quando la spada di Grifondoro gli sparisce da davanti per tornare nel Cappello Parlate e arrivare a Neville.

    said on 

  • 0

    Ho deciso di rileggere tutta la saga prima di inserire le recensioni.
    Ultimo libro della saga che ruota intorno all'importanza dell'amicizia, dell'amore e del sacrificio. Harry affronta con coraggio l ...continue

    Ho deciso di rileggere tutta la saga prima di inserire le recensioni.
    Ultimo libro della saga che ruota intorno all'importanza dell'amicizia, dell'amore e del sacrificio. Harry affronta con coraggio la battaglia, il sacrificio e la morte, sapendo che nello scontro finale con Voldemort non potranno sopravvivere entrambi. Degna conclusione di una saga bellissima, l'unico appunto che posso fare sul libro è che la prima parte è forse un po' lenta a discapito della seconda che risulta troppo frettolosa.
    Come ho già scritto per gli altri libri: Lettura consigliata per i bambini e anche per gli adulti visto che tutta la serie insegna i valori dell'amicizia, dell'amore e del coraggio e soprattutto che ognuno di noi può sbagliare ma alla fine si può sempre porre rimedio ai propri errori

    said on 

  • 5

    meraviglia delle meraviglie

    questo libro non è bellissimo... è proprio bellerrimo...
    scopriamo cosa sono i famosissimi doni della morte e cosa rappresenta l'altrettanto famoso ciondolo a forma di triangolo con il cerchio dentro ...continue

    questo libro non è bellissimo... è proprio bellerrimo...
    scopriamo cosa sono i famosissimi doni della morte e cosa rappresenta l'altrettanto famoso ciondolo a forma di triangolo con il cerchio dentro che vediamo ovunque, ma soprattutto scopriamo un Harry adulto e maturo che ha dovuto rinunciare al suo vero amore cercando di proteggerla, deve cercare di proteggere le persone che ama, ma non sarà facile, dato che si sono incaponite a non lasciarlo solo...
    ma il destino deve compiersi..
    l'ultimo degli Horcrux deve essere distrutto per non dare a Voldemort la possibilità di restare immortale....
    ma quale sarà l'ultimo Horcrux???
    e non è nemmeno facile restare uniti, soprattutto per lo storico trio... infatti sarà Ron ad allontanarsi per un pò spezzando momentaneamente il cuore di Hermione...
    libro dalle scene memorabile: nella veccia casa dei Potter dove tutto prese inizio ed epico il discorso ad Hogwarts di Harry a Voldemort dove con un guizzo di intelligenza da Corvonero che lascerà basito il lettore, ricostruirà il diabolico piano del signore oscuro ma ne sottolinierà pure gli imperdonabili errori a cui non aveva badato che ne segneranno i punti deboli e lasceranno sconvolti per varie pagine.. fino all'ultimo cruciale inprescindibile AVEDA KEDAVRA.... *piovonocuoriscintelleebacchette*

    said on 

  • 5

    L'autrice dà una degna conclusione alla saga con molti colpi di scena. Forse alcuni momenti avrebbero necessitato di più dettagli e "calma", in ogni caso finale meraviglioso. Mi mancherai Harry. ...continue

    L'autrice dà una degna conclusione alla saga con molti colpi di scena. Forse alcuni momenti avrebbero necessitato di più dettagli e "calma", in ogni caso finale meraviglioso. Mi mancherai Harry.

    said on 

  • 5

    Parliamo di tutta la saga

    Non si può commentare Harry Potter un volume alla volta, perché si tratta di un unico romanzo in sette volumi. E non dirò "mi è piaciuto di più questo di quello", perché ciò che veramente amo è la for ...continue

    Non si può commentare Harry Potter un volume alla volta, perché si tratta di un unico romanzo in sette volumi. E non dirò "mi è piaciuto di più questo di quello", perché ciò che veramente amo è la fortissima unità narrativa, il progressivo svilupparsi della complessità psicologica e dello spessore dei personaggi insieme alla maturità dei ragazzi. Amo vederli crescere come i miei figli, attraverso gli episodi scolastici, i litigi, gli amori, gli imbarazzi, le amicizie e le rivalità. Amo gli emarginati, Neville l'imbranato, Luna che dice sempre le verità imbarazzanti, i Maghinò. Amo la diversità delle razze, elfi folletti troll giganti centauri draghi sirene, che guardo ormai con gli occhi teneri e sgrammaticati di Hagrid. Amo che nessun personaggio buono sia buono fino in fondo, e che Piton non sia cattivo come sembra. Amo i cattivi-che-più-cattivi-non-si-può come Voldemort (nel cui fondo si nasconde sempre l'orfano rifiutato) o Bellatrix dalla folle, sadica risata, o il lupo mannaro Fenrir col suo fetore di sangue e sudore e la sua ferina crudeltà. Amo il fatto che 'sto libro sia un collage di elementi mitologici perché mi sono divertita un sacco a identificare i modelli dei suoi personaggi e ho imparato un mare di cose. Amo che la storia si regga, e che sia chiaramente tracciata, nelle sue linee essenziali, fin dal principio, lealmente.
    Per questo, forse, ho perso il conto delle riletture.

    said on 

Sorting by
Sorting by